Salerno: vergogna in via Indipendenza, una ‘scala’ di cartoni davanti ad un palazzo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
E’ diventata in poche ore virale la foto di una colonna di cartoni adagiata su un muro esterno di un palazzo in via Indipendenza a Salerno. Lo scatto è stato pubblicato sulla pagina facebook ‘Figli delle Chiancarelle’. La ‘montagna’ di cartoni, in bella mostra, era presente già dalla giornata di ieri, sabato 15 febbraio.Stessa scena 24 ore dopo con aumento dei cartoni non rimossi. Una situazione che ha scatenato commenti ironici ma anche di rabbia di molti cittadini per la ‘scala’ di rifiuti non raccolti

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. Una volta ci stavano i cartonati che non facevano del male a nessuno…Ora il comune per il business dei cartoni li ha perseguitati a quei poveretti che dovevano pure campare…!!! Quindi chi è causa del suo male pianga se stesso…!!! Bisogna ammettere i propri errori…La perfezione non esiste…!!!

  2. ma quando i giornalisti intervistano il sindaco perchè non fanno presente che la città e sporca e le tasse sulla spazzatura sono altissime in rapporto al servizio offerto, diciamole queste cose non si può essere sempre amici e accomodanti verso chi ha delle responsabilità in merito.

  3. Dove sta il solerte commentatore filosofo di salerno pulita che al posto di togliere i cartoni per strada (ragione per cui percepisce uno stipendio), ribatte commento su commento insieme ad i suoi errori grammaticali e di comprensione del testo? Arostai?

  4. Qui sopra qualcuno piange i cartonari alias i malavitosi.
    Salerno Pulita non ha mai raccolto il cartone dal 2007, percepivano gli stipendi e lasciavano agli abusivi la raccolta con mancato incasso da vendita ed esborso stipendi per i Comuni, guadagni facili per i malavitosi. Sistema criminoso. Chiedere ai supermercati a chi consegnavano i cartoni.
    Vergogna, popolo di truffaldini.

  5. Facile sparare sulla croce rossa.
    Come sempre e demagogicamente i vostri commenti e le evidenze dei figli delle chiancarelle sono finalizzati ad attaccare comune e Salerno pulita anziché proporre azioni di volontariato per individuare i vostri simili che, in barba a qualsiasi ordinanza e pur di tenere puliti i loro locali, creano queste incivili esposizioni di rifiuti.
    Per quanto riguarda le accuse di malavitosi ai cartonari con il loro apecar, suggerisco al signore benpensanti che afferma queste cose che è forse il caso di frequentare un percorso psicologico per il superamento della mania di persecuzione dalla quale è affetto ed al tempo stesso per imparare che talvolta anziché sparare è anche possibile tendere una mano ai meno fortunati che tali possono essere non perché reietti della società ma perchè ad esempio non hanno predisposizione all’apprendimento.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.