Coronavirus. Psicosi o no, anche nel salernitano è caccia alle mascherine

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Il Coronavirus si sta avvicinando e anche nel salernitano c’è apprensione, dopo i primi casi di contagio in Lombardia. È brutto, ma funziona così. Visto che di pelle siamo contro ogni allarmismo e che soltanto ieri abbiamo riso di chi ha portato la farmacia sotto casa a esporre il cartello ‘Mascherine esaurite’, la domanda è una sola: dobbiamo preoccuparci?

In alcuni comuni della provincia di Salerno da oggi è caccia a mascherine e amuchina. Ma nelle farmacie sono prodotti già sold-out.
Il virus si trasmette con un contatto diretto, stando vicino a un contagiato che tossisce o starnutisce, o mettendosi vicino alla bocca le proprie mani non lavate dopo avere toccato qualcosa di contaminato, quindi i mezzi pubblici sembrano fatti apposta per favorire questa trasmissione. In generale, per chi sta distanza di sicurezza da un contagiato (che certo non ha scritto in faccia di esserlo), lavarsi bene le mani è sufficiente ad evitare ogni paura.

La cosa preoccupante, non per la salute pubblica ma per quella mentale delle persone e dei loro medici, è che i sintomi sono gli stessi di una normale influenza. Circondati come siamo da ipocondriaci, quanti resisteranno alla tentazione di ‘farsi vedere’ dal medico o di andare al pronto soccorso? Fra l’altro due situazioni pericolose per gli altri, nel caso si sia veramente stati contagiati (nel dubbio telefonare al 1500, numero verde del Ministero della Salute).

Detto questo, ci sembra che una follia collettiva sia sul punto di scatenarsi. Senza un grande vecchio a complottare, ma soltanto per la stupidità della gente. La mortalità a causa delle complicazioni (di solito polmoniti) è del 2% nei soggetti colpiti, ma è difficile separarla dalla mortalità per patologie pregresse o per una classica influenza. In altre parole, per il Coronavirus moriranno quasi soltanto vecchi, come avviene per l’influenza (parentesi: l’anno scorso, solo in Italia, un centinaio di morti). Non essendo virologi non vendiamo certezze, ma di sicuro il panico non aiuta l’efficacia di eventuali misure igienico-sanitarie di massa

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. fate bene, con l’aria che si respira grazie allo smog, fonderie, industrie varie, bus, e grazie al depotenziamento dei treni e del sistema di biglietti senza data da convalidare all’occorrenza! vai con le mascherine. Ovviamente se pensate di morire per il coronavirus inesistente siete liberi di farlo, ma credo che abbiamo molte piu probabilità di morire per inquinamento e tumori, basta leggere i numeri della nostra regione, altro che virus inesistente.
    p.s. i morti totali in cina sono quasi un terzo di quelli registrati l’anno scorso in lombardia, devo aggiugnere altro?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.