Rientrano da Venezia ma niente quarantena per famiglia salernitana

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Erano andati a Venezia per il carnevale e con grande senso civico avevano deciso di dichiarare il tutto alle autorità per una eventuale quarantena per la vicenda del coronavirus ma, per avere informazioni e indicazioni e soprattutto regole è stata una odissea.

E’ il caso di una famiglia salernitana che ha trascorso ore al telefono durante il viaggio di ritorno cercando, invano, di contattare i numeri di riferimento della Regione e dell’Asl ma senza esito (forse per il sovraccarico di richieste)

Il dubbio era se andare in quarantena oppure no e soprattutto se far andare i figli a scuola alla ripresa delle attività scolastiche. Contattato al telefono il medico di famiglia si sono sentiti dire: “Se non siete malati non posso fare nessun certificato perché non ho competenza. L’unica competente è l’Asl”.

A quel punto è stato fatto l’ennesimo tentativo con un numero dell’Asl. L’operatore che ha risposto ha detto alla famiglia che “Venezia non rientra in zona rossa”. La famiglia ha ribadito di aver preso parte al carnevale che richiama in laguna migliaia di turisti da ogni parte d’Italia e del mondo. Niente da fare: nessuna quarantena e figli regolarmente a scuola perchè una eventuale assenza sarebbe stata ingiustificata. L’Asl avrebbe comunque acquisito tutti i dati e gli spostamenti effettuati dalla persone di rientro da Venezia

Ad ogni modo la famiglia che è rientrata a Salerno non presenta alcun sintomo influenzale anche se i tempi di incubazione, come è noto, sono di almeno due settimane

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. E’ non è una novità, in questo paese di scaricabarili ci si aspetta che il buon senso prevalga sulla burocrazia, stessa situazione che domani si presenterà in una scuola della provincia dove rientrerà una maestra che è stata in Emilia a cui nessuno ha voluto prendersi la responsabilità di dire cosa deve fare. Menomale che sto virus non è letale.

  2. e quindi? bisognerebbe mettere tutti agli “arresti domiciliari” (perchè la quarantena questa è). Ci sono le linee guida ministeriali e regionali che non dicono di mettere agli arresti tutti ma solo quelli provenienti da determinate aree (non intere regioni o nazioni). E considerato che da oggi anche in campania ci sono casi confermati, che facciamo? Mandiamo agli arresti anche quelli che vengono dalla porta a fianco?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.