La Salernitana si rilancia in classifica: Kiyine e Karo stendono il Venezia

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
11
Stampa
La Salernitana contro il Venezia ritrova subito il sorriso ed i tre punti dopo il ko subito a Frosinone. Finisce 2-0 al termine di una partita non facile e sofferta: decidono le reti di Kiyine che dal dischetto al 45’ sigla il sesto centro su sei e di Karo al 69’ del secondo tempo bravo a sfruttare con un colpo di testa da centravanti puro un assist al bacio di Cerci.

LA PARTITA

Il turno infrasettimanale di B tra Salernitana e Venezia si gioca dinanzi a pochi intimi 5500 spettatori. La giornata feriale, la temperatura freddina, la sconfitta di Frosinone e l’emergenza coronavirus tengono lontani gran parte della tifoseria con i veneziani costretti a disertare proprio per le restrizioni dovute al Covid-19.

Cicerelli torna titolare dopo l’infortunio subito due settimane fa a Verona. A beneficiare dei suoi cross, però, non ci sarà Djuric, fermato ancora dal problema al piede. L’ariete bosniaco spera di recuperare per la successiva gara a Perugia. Al centro della difesa Migliorini lascia il posto a Billong mentre Karo fa respirare ad Aya tornando a destra. Completa il pacchetto Jaroszynski.

In avanti tocca finalmente a Cerci dare fantasia ed estro all’attacco campano affiancato da Gondo. Con il ritorno a destra di Cicerelli, Kiyine si sposta a sinistra e Lopez scivola in panchina. In mezzo al campo invariato il terzetto composto da Akpa AkproDziczek e Maistro..

Lagunari con Pomini tra i pali, Fiordaliso, Riccardi, Casale, Lollo in difesa, mediana a tre con Maleh, Fiordilino e Vacca. Aramu dietro a Longo e Monachello. Panchina per gli ex Molinaro e Firenze. Arbitra Maggioni di Lecco.

PRIMO TEMPO

Pochi tifosi (5423) stasera all’Arechi per Salernitana e Venezia. Parte bene la squadra di Ventura subito pericolosa in un paio di circostanze con il rispolverato Cerci. Cicerelli commette un’ingenuità e regala una punizione pericolosa ai lagunari, sfera out. Da un corner ospiti ancora pericolosi con Lollo che sfiora il gol.

Al quarto d’ora Monachello mette i brividi a Micai, palla di poco fuori. In bambola sulla destra Cicerelli che sta perdendo numerosi palloni sanguinosi, Longo al 20’ non ne approfitta. I granata si rivedono con Gondo e Cerci, Pomini si salva. Al 25’ salvataggio di Billong su Lollo involato verso la porta dopo svarione di Dziczek.

Ancora vicino al gol al 35’ Alessio Cerci che cercava il palo più lontano, sfera di poco fuori. Ammonito Riccardi intanto nel Venezia mentre Gondo – trattenuto per la maglia – non approfitta di una palla invitante servita dal fondo da Cerci.

Nel finale Fiordaliso in scivolata ferma Kiyine ma l’arbitro fischia il rigore per un fallo di mani. Lo stesso fantasista si incarica del tiro dl dischetto depositando in rete il pallone dell’1-0. Finisce così il primo tempo.

 SECONDO TEMPO

La seconda frazione vede la Salernitana gestire bene il pallino del gioco. Dionisi al 62’ schiera il Venezia a trazione offensiva effettuando un doppio cambio con Senesi e Capello per Monachello e Vacca. Sugli sviluppi di un calcio di punizione Casale di testa gela l’Arechi sfiorando il gol del pari.

Al 64’ calcio di rigore per i lagunari che si procurano un penalty con molta astuzia: protagonisti proprio i nuovi entrati. Senesi batte in velocità una rimessa dal fondo, Capelli viene toccato appena entrato in area da Dziczek. Per Maggioni non ci sono dubbi. Samuele Longo si incarica di battere il rigore ma Micai si allunga e nega il pari al Venezia mantenendo la sua imbattibilità.

La Salernitana si sveglia e trova al 69’ il raddoppio: Cerci dal fondo pennella l’ennesimo traversone al bacio sul quale si avventa Andreas Karo che di testa insacca siglando il primo gol in Italia e con la maglia granata.

Poco dopo Ventura richiama Ceri che esce tra gli applausi di tutto l’Arechi per la prestazione offerta inserendo Jallow. Al 78’ si aggrava la posizione del Venezia che resta in 10 uomini per il doppio giallo rimediato da Riccardi. Nei minuti finale non accade praticamente più nulla con i granata che gestiscono al meglio il risultato fino al 95esimo quando l’arbitro sancisce la fine delle ostilità.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

11 COMMENTI

  1. E anche stanotte farmacie di turno aperte e fiumi di pasta fissan per i forti bruciori anali!! Avanti così, yiuppidù!!

  2. E sempre una sofferenza,ma se sabato resistono,si possono giocare anche il secondo posto.tutti uniti.

  3. Mi sei simpatico sei tifoso di altra squadra e ti giustifico che non aspetti altro che la Salernitana perda!! ma non giustifico i rosiconi salernitani tirapiedi doppi fedesti che si spacciano per veri tifosi salernitani!!!

  4. X Peto. Io ti saluto sempre perché tutto sommato mi sei simpatico!. Anzi, ti ringrazio a nome di tutti per il pensiero che hai per noi, specialmente quando la partita va’ male!. Al prossimo “saluto”!!!!!!.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.