Coronavirus, l’appello di Burioni: «La gente stia a casa. Vedo troppa superficialità»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa
“Io ho la sensazione che molta, troppa gente non abbia capito con che cosa abbiamo a che fare. Forse alcuni messaggi troppo tranquillizzanti hanno causato un gravissimo danno inducendo tanti cittadini a sottovalutare il problema”.

Così Roberto Burioni torna a tuonare su Facebook, commentando l’emergenza sanitaria in Italia a causa dell’epidemia da coronavirus. Lo riporta IlGiornale.it

Il virologo, in prima linea nella lotta al Covid-19, cerca di fare informazione, comunicando ai propri follower – con l’intenzione di parlare possibilmente a tutti gli italiani – quali debbano essere le contromosse da seguire (e le cose da non fare) in queste difficili settimane.

Nella giornata di ieri, l’esperto in forza all’ospedale San Raffaele di Milano spiegava al Corriere della Sera: “Siamo all’inizio dell’epidemia, non possiamo parlare di frenata. Se le misure restrittive funzioneranno sarà quello il momento di non mollare: ma non mi sorprenderei se la chiusura delle scuole venisse prolungata”.

E sempre al Corsera aggiungeva: “In questo momento in realtà siamo all’inizio di un’epidemia e sono giorni decisivi nei quali si potrà stabilire se siamo stati capaci di contenere l’epidemia o comunque di rallentarla. Non abbiamo farmaci e non abbiamo vaccini, solo due armi: la diagnosi che ci permette di distinguere Covid-19 da un’influenza e, ancora più importante, l’isolamento: il coronavirus si trasmette attraverso i contatti sociali e non abbiamo altre alternative se non ridurli il più possibile”.

Oggi, via social, arriva un altro appunto. “Ho la sensazione che molta, troppa gente non abbia capito con che cosa abbiamo a che fare. Forse alcuni messaggi troppo tranquillizzanti hanno causato un gravissimo danno inducendo tanti cittadini a sottovalutare il problema.

Non va bene, non va bene, non va bene. La gente in questo momento deve stare a casa”. Ecco la raccomandazione del medico, rispondendo al post di di un utente che gli segnala che la catena internazionale per cui lavora ha attivato una promozione questa settimana. Iniziativa che potrebbe creare assembramenti nei negozi.

E su Twitter Burioni evidenzia i rischi di altre due iniziative, una a Parma e una in Laguna: “Venezia: aperitivo gratis in piazza San Marco per ripartire. Ma lo avete capito che la gente deve stare a casa altrimenti quello che riparte è il coronavirus?”. “Tutto quello che causa un affollamento deve essere evitato”, in risposta al post”, chiosa infine il virologo.

Io ho la sensazione che molta, troppa gente non abbia capito con che cosa abbiamo a che fare.

Forse alcuni messaggi troppo tranquillizzanti hanno causato un gravissimo danno inducendo tanti cittadini a sottovalutare il problema.

fonte IlGiornale.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. Paolo il nullafacente è ovvio! Ci porti tu da mangiare? Non è un dramma questo virus, i dati lo confermano, ma i pecoroni come te non li capiscono. Se quelli come te decidessero solo per sé non sarebbe alcun problema, non mi interessa se un pecorone ha paura senza motivo, sono fatti suoi! Quello che mi dà fastidio è il coprifuoco con multe e arresti per tutti i sani di mente, anzi, per tutti i sani! Questo virus non uccide nessuno più di una normale polmonite qui da noi, è MATEMATICA. Capra! In altri tempi si sarebbe proceduto per “procurato allarme”.. ma in questi tempi…

  2. burioni chi?? lo stesso che assieme alla lorenzin spacciava notizie false per iniettare per legge dei vaccini contro il morbillo inesistente?? sono in rete i filmati in cui parlavano di centinaia di morti a londra nel 2013 e 2014, ma come potete verificare sul sito del ministero britannico i morti furono essattamente UNO! loro parlavano di 200 e 270 casi ….. non sarebbero da incriminare??? certo che sì, ma i pecoroni non ci arrivano.
    Paolo statti a casa tu, nessuno te lo impedisce, pure per sei mesi se vuoi, ma non chiamare me per portarti da mangiare, arrangiati.

  3. burioni il famoso virologo di facebook che evita qualunque confronto coi medici mentre partecipa solo a programmi dove gli mettono “contro” saltimbanchi, attori e personaggi comuni?? lui prorio? ah ok, mi avete convinto!

  4. Questa epidemia è un problema serio, come dimostrano i dati relativi alla Lombardia e come dimostrano le misure eccezionali prese dai Cinesi.
    Ma noi abbiamo i pluto e i nothing to say… e quindi scappiamo dalla quarantena per andare a sciare.
    Ignoranti, presuntuosi, incivili e irresponsabili.

  5. Realista, questa epidemia semplicemente non esiste! Se tu sei un fesso che crede a qualunque cosa gli viene detta allora è problema tuo, in tanti però provano a ragionare con la propria testa. DI gente che ha studiato in Italia ce ne sta tanta, non solo quei pochi che decidono in base a questioni che poco hanno a che fare con la medicina.
    I precedenti ti hanno detto cose serie, tu potresti verificarle e rispondere nel merito, ma da bravo pecorone pensi solo a insultare senza argomentare in alcun modo.
    Allora lo riscrivo: se ogni anno in italia abbiamo fino a 13000 MORTI di polmonite e non sono “epidemia”, per quale motivo oggi 107 casi in piu di un mese lo sono??? Ovviamente non risponderai, da bravo incapace e ignorante quale TU sei.

    I cinesi? prima di tutto è il focolaio, quindi è diverso. Secondo, è una metropoli di 20 milioni di abitanti tutti attaccati l’un l’altro! nulla a che fare con la densità abitativa italiana.. ma che parliamo a fare con uno come te? inutile. Dopotutto di stai TU che dici che è un problema serio! sei un medico esperto?

    La lombardia? e quali sarebbero le emergenze?? lo stupidissimo blocco di un paesino a causa di un virus che si trasmette a breve distanza SE c’è??? li hanno bloccato tutto, pure i capannoni con allevamenti dove non c’è quasi nessuno, ridicolo.

    Quando scoprirai che quest’anno ci saranno stati meno morti per polmonite, cosa dirai?? per correttezza dovrai ammettere che sei un fesso! tu e alcuno “esperti” o politici….

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.