Coronavirus, scuole chiuse un mese: l’ipotesi fa discutere

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
l coronavirus sta preoccupando, non poco, la scena politica italiana. Chi gestisce questo Paese è alla prese con delle decisioni importanti da prendere.

In questi giorni si sono susseguiti eventi, anche abbastanza controversi: la chiusura delle scuole, poi la riapertura post sanificazione, poi la richiusura delle scuole. Anche lo sport è stato coinvolto in questo calderone di idee: partite rinviate, giocate a porte chiuse, ma solo per alcuni. Lo scrive Napoli.Zon

In attesa del decreto del governo riguardo il da farsi c’è una nuova ipotesi che prende piede e riguarderebbe tutta la penisola. Le precauzioni non sono mai troppe e, come per il campionato di calcio per il quale si prospetterebbe un mese di partite a porte chiuse, ci sarebbe l‘ipotesi di una chiusura prolungata anche per le scuole di tutto il territorio nazionale: 30 giorni di chiusura.

Il comitato scientifico nominato da Giuseppe Conte – spiegano i colleghi de Il messaggero – si dicono molto preoccupati riguardo il Coronavirus: c’è bisogno di vigore e di attenzione, c’è bisogno di cambiare le abitudini radicate nel nostro Paese. Meglio evitare abbracci, strette di mano e chiacchierate ravvicinate; inoltre è opportuno non frequentare posti affollati.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. Non c’è nulla da discutere è una emergenza punto
    Quindi non rompete e chiudete tutto

  2. ma poi tutti questi ragazzi che non andranno a scuola dve andranno ? nei centri comerciali ,chiuderemo anche quelli ‘?

  3. vi prego, rinchiudete paolo, è psicolabile e affetto da psicosi, é un caso grave e contagioso purtroppo, fate presto!
    nel 2017 avevamo 37 morti al giorno di polmonite, e nessuno ha creato psicosi, ora con 1-2 morti al giorno in un mese (in media, ma bisogna vedere a fine anno) stanno bloccando un paese intero. deve per forza esserci un motivo profondo che non ha nulla a che fare con la pericolosità del virus.
    Aiutate Paolo intanto!

  4. Paolo è chiaramente un nullafacente psicotico e facilmente impressionabile, senza nessuna capacità intellettiva o critica. Uno che dice ve li tenete a casa è uno stupido che non sa di cosa parla, un nullafacente o al massimo un vecchio rincoglionito, ma credo piu la prima ipotesi, perchè gli anziani sono più intelligenti, avendo l’esperienza dalla loro parte!
    NON E’ NESSUNA EMERGENZA! mettitelo nella zucca vuota. Ogni anno MUOIONO in media 31-37 persone al GIORNO di polmonite, e TU non ti sei mai sveegliato dal tuo torpore mentale gridando all’edpidemia! Ora che hanno stabilito che DEVE essere epidemia, i pecoroni come te si adeguano e ripetono a pappagallo le solite frasi…
    Un che scrive le cretinate di 12:09 è solo uno da rinchiudere, lui sì, non tutto il resto!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.