Primi 50mila euro per il Ponte dei Diavoli, progetto per salvare l’acquedotto

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
C’è un progetto per salvare il Ponte dei Diavoli di Salerno. Al lavoro Comune Soprintendenza ed Università. E sono stati stanziati – come scrive il quotidiano “Le Cronache” – anche i primi 50mila euro per la messa in sicurezza dell’acquedotto medievale. A dicembre anche Banca Sella era scesa in campo a favore del ripristino di uno dei simboli della città. Finalmente si parte per conservare uno dei simboli della città, da anni ormai  completamente abbandonato al proprio destino.  L’accordo prevede, da parte dell’amministrazione comunale, lo stanziamento di fondi dedicati nel triennio 2020/2022, nonché l’impegno a partecipare a bandi ad hoc per recepire finanziamenti a supporto degli interventi di restauro e conservazione, ed infine, 50 mila euro per la messa in sicurezza dell’opera idraulica attraverso opere provvisionali, in attesa degli interventi di consolidamento necessari.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. So che è praticamente difficile, se non impossibile, rendere più visibile per i visitatori l’intera struttura dell’acquedotto medioevo, dopo lo scempio perpretato con le autorizzazioni a costruire edIfici proprio a ridosso dello stesso. Giustamente considerato uno dei simboli della città, doveva essere salvaguardato con la dovuta attenzione e reso visibile nella sua interezza e non solo per il tratto conosciuto come il Ponte dei Diavoli. È auspicabile che la Sovrintendenza, in occasione di questi interventi di straordinaria manutenzione, voglia prendere in considerazione anche questo aspetto e, nei limiti del possibile stante la situazione ormai compromessa, verificare se esiste ancora la possibilità di ovviare, magari creando un percorso protetto per la visita delle restanti arcate.
    Sarebbe auspicabile un parere dei responsabili in merito.

  2. Gli edifici a ridosso sono roba degli anni 30..50, difficile intervenire adesso.

    Quello che va fatto è una ripulitura dai rampicanti e una messa in sicurezza della struttura.

  3. Aggiungo, andrebbe rimesso a posto anche l’altra parte degli archi, quelli oltre il trincerone che sono stati murati negli anni 50-60 non so quanto legalmente.

  4. È chiaro che è praticamente impossibile intervenire su edifici costruiti incautamente, se non irregolarmente, molti decenni di anni fa, arrecando un danno irreparabile ai fini della valorizzazione dell’acquedotto medioevale.
    Ora però sono certo che a molti salernitani e ai visitatori esterni interesserebbe poterne ammirare i resti in tutta la loro interezza recuperando anche quelli che, a detta di Giovanni, sono stati addirittura murati negli anni 50- 60. Come detto in precedenza, va individuato un sistema che renda fruibile il monumento attraverso un percorso preferenziale organizzato nell’area residuale circostante, pur con le difficoltà e la limitatezza degli spazi disponibili.
    Se realmente si ha a cuore un futuro per Salerno quale rinomata città turistica, occorre avere la consapevolezza che non basta disporre di tanti bed qnd breakfast, di alberghi e ristoranti di tutti i livelli, di bar e pizzerie, ecc., senza offrire anche un efficace richiamo per la presenza di monumenti importanti riguardanti la storia della città.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.