Beatrice, 1480 grammi, la sfida di una nuova vita al coronavirus

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
9
Stampa
Un messaggio   di  speranza, una  bella   notizia   in   questi tempi bui per l’Umanità ! Nella famiglia   di  Tosca  d’Aquino,  27 anni  di Napoli   e di  Amedeo   Leone, 37 anni, broker assicurativo,anche egli di Napoli   e’ finalmente arrivata la piccola Beatrice a riempire di gioia una casa prima triste e vuota.

Inizialmente,otto mesi fa ,la bella notizia    della   gravidanza  che  procedeva normalmente. Alla 24° settimana la doccia fredda!!    Da un  controllo  ostetrico si evidenziava un notevole raccorciamento del collo dell’utero con iniziale fuoriuscita delle membrane.

Il Ginecologo di Napoli che seguiva la gravidanza consigliava il riposo a letto e in caso di dolore il ricovero al II° Policlinico.   Insoddisfatta della risposta   avuta, Tosca  eseguiva  con  la mamma, Linda, una ricerca su Internet da cui  risultava che   uno dei maggiori  Esperti nazionali   sulla    “ Gravidanza a rischio “  era  il  dr. Raffaele Petta , accreditato anche dal  prof. Jasonni, Ginecologo,amico di famiglia , di Bologna.

Contattato telefonicamente il   dr. Petta  dava  la immediata  disponibilita’ a   visitare Tosca. Dalla consulenza emergeva la quasi scomparsa  del collo   uterino   con  parziale  fuoriuscita delle  membrane amniocoriali.

Il dr. Petta prescriveva l’immediato ricovero presso la Clinica  Malzoni di    Avellino   dove  il giorno successivo il prof. Carmine Malzoni provvedeva ad eseguire un cerchiaggio di emergenza.

Tosca veniva dimessa con il riposo assoluto a casa dove il dr. Petta eseguiva controlli anche  ecografici a domicilio. Ma  il 4 marzo alle 3 di notte ,improvvisamente si  rompeva il sacco amniocoriale; contattato telefonicamente il dr. Petta consigliava il ricovero immediato presso la Clinica Malzoni dove  alle ore 15,40 operava Tosca di Taglio Cesareo  con i dr. Lucio Di Vito e l’Ostetrica Polichetti .

Nasceva la  piccola Beatrice a 31,4 settimane con un peso di appena 1.480 grammi,lunga 40 cm.  prontamente assistita dal Neonatologo dr. Giuseppe Vassallo. La piccola Beatrice mostrava una incredibile vitalità per    cui necessitava   solo di una  breve assistenza respiratoria nel Reparto di Terapia Intensiva Neonatale,  diretta   dal    dr.  Angelo Izzo.

“La beanza cervicale e’ a volte causa di aborto e se non viene   corretta  puo’ dar  luogo  ad aborti ripetuti. Spesso si verifica  dopo la  12°  settimana   e decorre  in modo    rapido con scarsa sintomatologia dolorosa. Altre volte puo’ dar luogo   a  parto  pretermine soprattutto alla 22-23° settimana con nascita  di feti altamente prematuri che nella   maggior  parte dei casi muoiono o riportano gravissimi handicaps.

La terapia prevede la esecuzione del cerchiaggio profilattico che    consiste   nell’apporre, in Anestesia, una fettuccina  intorno    al collo   che       lo  stringe  impedendo il prolasso delle membrane.

Va inoltre detto che queste gravidanze ad alto rischio possono essere   seguite  solo in Strutture che dispongono di una attrezzatissima Terapia Intensiva Neonatale come  la Clinica Malzoni” afferma   il dr. Raffaele Petta , Ginecologo della   Clinica    Malzoni  di Avellino.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

9 COMMENTI

  1. Speravamo che con il trasferimento fossero finiti i miracoli e invece non riuscite proprio a non enfatizzare procedure ed eventi che rientrano nella normalità per gli specialisti ostetrici che a volte si trovano a fronteggiare situazioni ben più complesse.
    Risulta pertanto, un articolo davvero poco interessante che abbassa notevolmente la validità dei vostri articoli.

  2. Siete bellissimi, auguri a mamma e papà di vero cuore. In questo momento dove tutto è buio siete uno spiraglio di luce che genera nuova vita. In bocca al lupo per tutto.

  3. Petta is back!
    Però se foste onesti dovreste fare 2 cose:
    La prima, avere il coraggio di pubblicare il tariffario per questo tipo di pubblicità. Anche essere amico fraterno del direttore è troppo poco per un articolo così. Sono anche io nel campo sanitario e sono interessato. O devo telefonare in sede?
    La seconda, non censurare questo commento.
    E pensandoci bene, ci sarebbe una terza cosa fare: vergognatevi.

  4. Chiedo scusa ma un medico cosa deve fare? Mica puo’ sistemare rubinetti o potare alberi-
    Un medico opera secondo la sua professionalita’.Punto
    Il dr.Petta sara’ anche un bravo medico ma ha semplicemente messo a disposizione la sua professionalita’-
    La cosa che mi puzza parecchio e’ lo enfatizzare ogni due tre settimane quello che dovrebbe essere rutine.
    Oggi io ho cucinato una carbonare ECCELLENTE, mica vi ho mandato una mail con foto!

  5. E basta. Ma sapete che in sanità la pubblicità è vietata. Questo pseudoarticolo è una squallida, becera pubblicità di un normale medico che, cosa strano, è anche politico. IN QUESTO MOMENTO UN RINGRAZIAMENTO A MEDICI, TRA CUI TANTI GIOVANI SPECIALIZZANDI, CHE IN SILENZIO COMBATTONO CONTRO IL CORONAVIRUS SENZA TROMBE E PUBBLICITA’ CON UNA BORSA DI STUDIO DI 1.600 EURO E ORARIO DI 12 ORE AL GIORNO……E CON L’OBBLIGO DI PAGARE LE TASSE UNIVERSITARIE CHE SOMMANO A 2 MESI DI STIPENDIO OLTRE LIBRI E SPESE.

  6. Su migliaia di visualizzazioni e centinaia di likes qualche velenoso cpmmento di qualche
    invidiosetto ci sta! Ma manifestatevi con nome e cognome perche’ possa rispondere a queste considerazioni diffamatorie

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.