C’è chi continua a violare le regole: assembramento in piazza S. Francesco

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
13
Stampa
Si continua a non voler capire la gravità della situazione, ad ignorare i divieti, a sottovalutare i rischi delle conseguenze per le violazioni delle disposizioni. Ma, soprattutto si continua, anche in pieno centro di Salerno, ad assembrarsi. Come accade anche nei giardini di piazza San Francesco. La foto – che ci è stata inviata da un nostro affezionato lettore – è stata scattata stamattina, poco dopo le 10.30, e ritrae delle persone sedute, forse senza neppure mantenere la distanza minima di un metro – a conversare sulla panchina, peraltro non indossando la mascherina. Al di là dei controlli delle forze dell’ordine, che certamente non possono presidiare tutta la città, manca da parte di alcuni un minimo senso di responsabilità.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

13 COMMENTI

  1. Noi cittadini possiamo segnalare episodi del genere? Se sì, a chi bisogna chiamare per denunciare questa gentagli? Salernonotizie anziché pubblicare notizie che rimangono tali, ci segnali anche cosa possiamo fare tutti noi?

  2. Ho visto solo gente dell’est Europeo in strada ,senza nemmeno una accortezza ,voglio pure ammettere che dove è che lavorano i loro datori non gli hanno dato niente,pero’li vedo in strada che quasi quasi se ne fregano di noi ” soprattutto ” e di loro…………………………………………………..

  3. Sbatteteli fuori dall’Italia, chiamate i cari paesi Sovranisti di loro appartenenza Polonia,Romania Ucraina, riprendetevi i vostri “patrioti” e non rompete più le scatole all’Italia!!! Ci bastano le nostre OSS tutte regolare, tutte che pagano le tasse, via le badanti e le massaggiatrice da happy ending dell’est, via!!

  4. NON VORREI SBAGLIARMI, MA AVETE NOTATO CHE I PRESENTI NELLA FOTO SONO QUELLI CHE VIVONO IN STRADA………….MA QUA VERAMENTE SIAMO ALL’APOTEOSI. SI STA CERCANDO SOLO PROTAGONISMO

  5. Per annientare la diffusione del germe nel più breve tempo possibile ognuno di noi è obbligato a dare il suo massimo contributo. Finché ci sarà chi sostiene che “una passeggiata in solitario e in sicurezza non fa male a nessuno”, non ha minimamente capito un tubo e non farà altro che allungare i tempi per far tornare le cose alla normalità. Con questo non sto dicendo che i passeggiatori solitari siano la causa unica, è una questione che riguarda sicuramente anche loro, ma è una questione soprattutto concettuale estendibile ai suoi derivati.

    Qui non è questione di decreti: i decreti emanati in Italia sono pur sempre fondati sulla democrazia, che non arriverà mai a privare ai cittadini di aprire la porta di casa propria, comprata con tanti sacrifici, per scendere a fare una passeggiata in solitaria. Libertà non significa questo. Voi passeggiatori solitari, se state attendendo che le istruzioni dall’alto vi dicano di barricarvi in casa, fingendo di essere ligi ai dettami di chi ci governa, state solo compiendo un errore madornale e vi sfugge che siamo in un paese democratico nel senso più pieno. Questo virus sta dimostrando quanto l’Italia è bella da vivere, lasciando libertà a tutti. Ma la libertà bisogna sempre saperla gestire, con responsabilità.

    Perché occorre fermarci in maniera severa? Ve lo spiego ancora una volta: fermandoci in blocco, fermiamo la diffusione del contagio. E’ un fatto puramente meccanico, spicciolo, non è scienza. Il concetto è lo stesso della goccia nell’oceano: l’oceano è fatto di una immensa quantità finita di gocce d’acqua, ma senza di esse l’oceano non esisterebbe. Fregandovene, dimostrate che non vi sentite parte di questa Terra. Ora siamo un’unica immensa barca dove ognuno deve remare. Voi praticamente guardate gli altri che remano e che vi portano gratuitamente alla salvezza, vostra e dei vostri cari. Dimostrate di essere degli estranei al Pianeta, trattandolo come se fosse una cosa che non vi appartiene, tenendoci però ancora i piedi sopra…per una banale passeggiata.

    Fermandoci tutti insieme, dando tempo alla Ricerca di salvare il salvabile con un antidoto, porteremo a trasmissione-zero il virus.

    Faccio ancora un altro esempio. Mi è venuto in mente cosa fanno in Argentina quando un bimbo si perde in spiaggia e si è visto fare le scorse estati anche in Italia. Chi trova un bambino smarrito se lo mette sulle spalle e comincia a camminare lungo la battigia e tutti lo seguono battendo le mani al suo passaggio. Si forma così un corteo, i genitori sentendo gli applausi capiscono che il bimbo è stato trovato e sanno in quale direzione andare per riabbracciarlo. Per qualche minuto tutti i bagnanti diventano complici di una missione importantissima, ovvero di far ritrovare la sua mamma al bimbo. Nessuno si sottrarrebbe a questo gesto. Nessuno volterebbe le spalle…per tuffarsi a mare e fare una nuotata in solitario…

    Perdonatemi tutto sto papiello, sono disperato e stanco anche di scrivere qui ma, nel mio piccolo, nell’anonimato, cerco solo di lanciare un messaggio, il più concreto possibile, a queste persone che ignorano. Sicuramente devo spegnere un pò internet, cosa che farò adesso.

  6. Tutti noi ,nel nostro piccolo dobbiamo tassativamente segnalare situazioni anomale e di tardoni che girano a vuoto per le strade.Salerno notizie deve darci servizi e informazioni numeri di telefoni di autorità ed enti per collaborare ad evitare il peggio. Come organizzazione non siamo la Lombardia o il Veneto,però noi meridionali dobbiamo anche svegliarci e darci da fare.Non possiamo attendere il ritorno di Garibaldi.Collaboriamo e tutti noi Terroni ce la faremo.

  7. io ho fermato la polizia municipale per segnalare assembramenti a p.zza San Francesco, una poliziotta in auto mi ha quasi ignorato.

  8. Sentite con tutto l’affetto ma vedere povera gente in strada ma che volete denunciare?Ma andate a fanc..voi e la Paura di morire.Date loro una casa un tetto e viveri chiedendo i soldi a Vip and Friends..CACCIATE I SOLDI invece di rompere le scatole in televisione con cicli di allarme da Bipolare e Terza Persona Paranoide.Se passa che chi nn ha un tetto e vaga diventa un delinquente allora siamo diventati nazisti o comunisti..io nn divento un animale ne`un imbecille perche’lo direbbe una Legge.Chi sta in strada e nn sa come fare VA AIUTATO non offeso.La’in quei volti ci sta Cristo.Abbiate rispetto di chi nn ha genitori pensionati,chi sta piazzato economicamente grazie a raccomandazioni e bla bla bla..se foste voi in quelle condizioni sareste dei delinquenti?NO.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.