Salerno, mano nella mano in spiaggia: ecco i menefreghisti del decreto

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
27
Stampa
Continuano gli episodi a Salerno di violazione del decreto di contenimento al coronavirus. Nonostante gli appelli del sindaco Vincenzo Napoli e di altri assessori, e del Governatore Vincenzo De Luca ancora si registrano anche nel capoluogo comportamenti menefreghisti. Dopo le persone a bivaccare sul lungomare, riprese proprio da De Luca, ora si tenta di vivere qualche ora di relax sulle spiagge (avendo parchi e lungomare off-limits). Baciati da un bel sole, coppiette, mano nella mano passeggiano con il vento tra i capelli in barba alle ordinanze. Ed oltre alle forze dell’ordine sono gli stessi cittadini a fare da vedetta sui loro balconi segnalando situazioni di trasgressione personalmente o chiamando vigili o militari.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

27 COMMENTI

  1. A questi imbecilli bisogna dare il premio del menefrego anche verso i loro parenti…!!! CAPRE…SENZA OFFESA PER LE CAPRE …!!!

  2. la volete smettere di pubblicare foto di provati cittadini violando la loro privacy? Non siete un’organo di polizia per permettervi di pubblicare tali reportage.

  3. Per passare il tempo adesso la gente va fotografando , dicono che gli altri stanno in torto ma loro che ci fanno li ?

  4. “per rischiate la denuncia”. il menefreghismo di questi soggetti, mette a rischio la nostra salute ed allunga i tempi di segregazione in casa per tanti, impossibilitati a crearsi lavoro per sopravvivere.
    contro questi imbecilli (e li ho trattati) ogni azione é giustificata e plausibile. la loro privacy o la nostra salute e ritorno alla normalità.
    Caro Presidente De Luca , ci vuole l’esercito, con regole di ingaggio cinesi.

  5. In carcere subito. Ma perché tutti questi fotografi improvvisati non chiamano le guardie. Sono forse anche loro in torto?

  6. Non ci vuole L esercito , ci vorrebbe un po’ di cervello che non tutti hanno. Facciamo il nostro stammc a cas

  7. a tutti questi virologi della domenica vorrei chiedere chi potrebbe infettare uno che passeggia da solo su una spiaggia ?

  8. capisco la paura che ci stanno instillando giorno dopo giorno, a torto o a ragione, tuttavia nei decenni ci siamo dati un ordinamento giuridico e delle regole di civiltà che, proprio in questi momenti di tensione e paura, vanno rispettati ancora di più. Violando questi principi lasceremmo via libera a qualcuno che si potrebbe sentire autorizzato a scendere in spiaggia con una sbarra e picchiare selvaggiamente queste persone per violazioni a mio parere risibili e, tra l’altro, non previste dai decreti del Presidente del Consiglio. Probabilmente saresti uno di quelli che plaudirebbe a tale comportamento, io no. A me non piace questa deriva giustizialista che alcune frange delle popolazione stanno intraprendendo: il linciaggio fisico o morale non mi appartiene, e non appartiene alla società civile democratica: teniamocela stretta finché ce l’abbiamo…

  9. Hai capito bart che questi sono gli stessi che se vedono qualcuno in difficoltà che viene aggredito, altro che foto, i talloni dei piedi gli arrivano fino alla schiena.
    Fossi in quelli che vengono fotografati denuncerei io a loro.

  10. Intelligentone se tutti facessero come loro le varie spiagge lungo mare etc sarebbero piene di persone che passeggiano … cosa sono loro più furbi degli altri che stanno a casa giustamente ???

  11. Fate bene, invece, a sollevare la questione. Se tutti facessimo così, chi osserverebbe il divieto, previsto a tutela dell’incolumita di tutti?

    Ingiustificabili per me anche tutti coloro, qui sopra, che li giustificano coi loro commenti (saranno parenti o proprio gli immortalati)?

  12. Me ne frego della privacy di due menefreghisti, soprattutto se questi dovessero finire in un letto di terapia intensiva ed io, che al contrario di loro non faccio “o’ sientiment annanz o mar” e vado a faticare ogni mattina, dovessi rischiare di non trovarlo.
    Altro che la loro Privacy se c’è di mezzo la MIA vita…quindi è giusto, continuate pure a pubblicare foto di parac..ggine salernitana.

  13. Ho dovuto accompagnare mia moglie a visita di controllo dopo un’ intervento allora doveva andarci da sola ,visto che ha difficoltà a deambulare?Penso che se due persone vivono insieme e si tengono lontane dagli altri non fanno danno a nessuno.⁰

  14. Chiusi in casa come deportati, vorrei vedere per due mesi cosa succede. Il vaccino non è stato ancora trovato.

  15. vi siete chiesti se starebbero in spiaggia se tanta gente vi fosse scesa? Probabilmente se ne sarebbero andati nelle campagne di Sant’Eustacchio o zona Q2/Q4 o se ne sarebbero stati a casa, se l’affollamento fosse stato pericoloso. Chiamate i vigili, la polizia o i carabinieri ma non commettete un reato peggiore del loro, violando la normativa, questa sì penale, della privacy, altrimenti arriviamo al far west: “occhio per occhio, dente per dente”… Il problema è: chi valuta la gravità? leggo che per molti andrebbero crocifissi, per altri (e, ricordiamolo, per le ordinanze nazionali, non stanno nemmeno violando alcuna norma ordinaria o speciale) si tratta di un fatto risibile. Ripeto, più grave la violazione del d.lgs, 196/2003: chi pubblica la foto di un soggetto senza aver prima ottenuto da questi l’autorizzazione (autorizzazione che può essere anche tacita, ma espressa in modo inequivoco) commette un reato. La legge sulla privacy punisce con la reclusione fino a due anni chi esegue un illecito trattamento di dati personali tramite internet.

  16. x Golem

    Bravo Golem il tuo messaggio è molto incisivo e ironico.Questi sgallettati non possono fare Lu sentimientu a nanzu lu mar

  17. Credo che bisognerebbe valutare caso per caso.
    La coppia, che è, probabilmente, composta da due persone che convivono, nella foto è sola in spiaggia, chi potrebbero infettare?
    Chi vi dice che la stessa coppia non avrebbe cambiato strada o sarebbe tornata a casa se avesse visto altra gente in spiaggia?
    Inoltre, perché il tizio che ha fatto la foto, invece di chiamare i carabinieri, ha pubblicato tutto su internet?
    Credo si stia esagerando con questo linciaggio mediatico.

    Capisco che sarebbe meglio se la gente stesse sempre chiusa in casa, come me e molti altri, ma fare una passeggiata da soli in luoghi deserti ( come mi sembra la spiaggia nella foto) non è un reato, basta stare attenti.

    C’è gente che, purtroppo, soffre di depressione o di altre patologie psichiatriche che potrebbe suicidarsi o diventare pericolosa per gli altri se resta chiusa in casa.

    I cretini ci sono sempre ma non facciamo di tutta l’erba un fascio e , soprattutto, non facciamo i giustizieri.

    Se vediamo qualcuno che, secondo noi, non rispetta le regole, chiamiamo le forze dell’ordine e saranno loro a decidere se e come prendere provvedimenti. Non usiamo internet e i social per favorire il linciaggio mediatico!

  18. Vorrei precisare che in questo caso non si lede alcuna Privacy, diverso se si fossero pubblicati nomi e cognomi di questi due individui.
    E facile comprendere che il fine ultimo di questi articoli e foto sia la condanna senza se e senza ma dei comportamenti, le persone restano anonime e come di regola, si cerca di pubblicare foto il più possibile non dettagliate. Se proprio qualcuno riconoscesse i soggetti (ma ne dubito) resterebbe comunque un’ipotesi di identità.
    la Gogna è tutt’altra cosa, la Gogna è quando si espone direttamente una persona, con tanto di nome e dati al pubblico ludibrio…per me questi sono solo due menefreghisti che hanno preso la quarantena come Vacanza.
    E comunque resto dell’idea che la “privacy individuale” si un diritto che decade qualora si volesse anteporre ad un diritto ben superiore, quello della pubblica incolumità.

  19. Che buon pro Le faccia, ma le cene preferisco farmele offrire da persone che stimo e, da quanto, leggo non ci sono i presupposti. Immagino che lo stesso valga per Lei. Grazie comunque.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.