Un milione di kit per test rapidi e l’Esercito: stretta anti contagio di De Luca

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
11
Stampa

Nella giornata di ieri il governatore Vincenzo De Luca ha anche annunciato che la Regione Campania ha acquistato di un milione di test rapidi «per avviare una campagna di screening di massa». Saranno effettuati – come scrive il quotidiano “Il Mattino” – con  il “Antibody determination”, il kit già utilizzato con successo in Cina e ordinato per individuare i contagi ma tra i pazienti sintomatici, in particolare nella fase pre-triage. De Luca, nell’ambito di una strategia ancora più stringente per contrastare la diffusione del Coronavirus, è tornato a chiedere alle autorità competenti l’invio dell’Esercito in Campania

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

11 COMMENTI

  1. Il comportamento del Governatore nella gestione della crisi coronavirus, per il suo impegno a voler controllare la diffusione dell’epidemia e tutelare al massimo i cittadini campani (compresi i capatosta), è da ammirare e gli fa guadagnare considerazione e rispetto anche dai chi ha criticato la gestione non sempre positiva delle tante criticità ataviche della Campania.

  2. Ma se l’esercito non e’in campo significa che non ha una disposizione di emergenza.Le mascherine devono arrivare da 10 giorni ormai..domani dopodomani..fate na bella cosa,costruite tre nuove figure inutili:Commissario per rischio mascherine,Vicecommissario per rischio Mascherine e Comitato per le mascherine.Poi escono le organizzazioni no alla violenza su virus ed il gazebo per la firma sul referendum che abolira’le mascherine in Italia.I Treni andavano fermati con l’esercito e non e’stato fatto.La Popolazione doveva avere mezzi per proteggersi e non e’stato fatto.La Sanita’immaginavamo avesse qualcosa di piu’di quei numeri incredibili per la rianimazione in un Territorio Estesissimo come quello di Salerno e Provincia.Esce fuori grazie anche al Patto di Stabilita’che ha distrutto anche la Grecia quello che abbiamo subito con questa Europa.Fa sorridere che la preoccupazione dell’Europa sono i poveri migranti che provano a sfondare i confini Greci dopo che i Greci sono stati distrutti dalla misericordia economica dell’entrata nell’Euro.Cosa vale per Me vale anche per Te ma se iniziamo a dire che esiste solo l’Altro è tu non sei mai quell’altro per l’Altro,allora E’una politica autodistruttiva.Speriamo che vada bene ma le mascherine sono un tassello odioso da leggere insieme ai treni e ai tagli trasversali nella Sanita’ in ottemperanza del Patto di Stabilita’.Il Formalismo giuridico se non possiede contenuti produce legalita’letale.

  3. Mascherine.
    Dateci le mascherine giuste FFP3 e vedrete come diminuiscono i contaggi.

  4. Ho avuto modo stamane di ascoltare sulla 7 un’intervista al sindaco di Napoli De Magistris. L’ex magistrato ha avuto il coraggio di approfittare della visibilità nazionale, in giornate drammatiche come queste, per fare meschine polemiche nei confronti del governatore De Luca e della sua insistenza di stringere ulteriormente le maglie del controllo, anche mettendo l’esercito nelle strade. Tempo fa speravo in De Magistris, perché non sopportavo De Luca. Questa esperienza estrema sta mostrando la sostanza politica di vari personaggi e fa sì che venga ribaltato completamente il mio precedente giudizio. Anzi, mantengo delle forti riserve nei confronti di De Luca, che in questo dramma però mi tengo stretto, mentre ho capito che l’ex magistrato può fare al massimo il sindaco del rione Sanità.

  5. Stai perdendo tempo nn ti ascolta nessuno , domenica doveva succedere il finimondo se nn sbloccavano le mascherine . Dove sono ?

  6. hitler al sig. de luca gli faceva un baffo,restrizioni al limite della ragione come se standomene in casa non posso essere infettato, quando vado per la spesa,mi posso infettare quando apro la porta,quando mi danno il resto,quando si ritorna dal lavoro che per forza di cose non si e’ da soli……siamo seri e responsabili di sicuro ma megalomani no.

  7. La verità è che per l’ignavia e la incapacità di chi ha governato le istituzioni siamo in gravissime difficoltà. Ora c’è chi furbescamente recita il solito ruolo del cane che abbaia alla luna senza che nulla accada e tenta di guadagnare consenso e chi invece è ancora più stupido e continua a non far nulla e dire sciocchezze. Saranno tutti travolti come meritano. Tutti nel secchio della spazzatura, uno si porterà anche lì i figli (meno male) l’altro il fratello. Chi di noi sopravviverà starà sicuramente meglio. Io, come disse il bambino, speriamo che me la cavo. A voi tutti auguro altrettanto. A questi guitti NO!!!

  8. Vergognoso De Magistris oggi su La7, che polemizza sulla stretta anti contagio..alla stessa stregua di Salvini che provocava tre giorni fa con la sua “spesa domenicale” mano nella mano con la sua compagna ed un codazzo di bodyguard, sfidando apertamente i divieti, le restrizioni e l’appello alla responsabilità di ciascuno, così il Primo cittadino di Napoli, nella città più popolosa d’Europa, dalle vergognose carenze igienico-sanitarie (di sua responsabilità) polemizza sulla “passeggiatella di diritto”.
    E chiaro che per fare propaganda, questi personaggetti si infilano nell’unica debolezza del decreto, che di fatto non può dichiarare il coprifuoco ma solo appellarsi alla responsabilità ed il buon senso dei cittadini.
    Ma è chiaro che in Campania il buon senso non c’è, e se il Governatore può apparire così totalizzante e repressivo è perchè è ben conscio che la coscienza civile nella nostra regione è pari a 0.
    Un esempio fra tanti? I più di 200 dottori e sanitari del Cardarelli, scappati in “malattia”. Ma è una malattia facile da diagnosticare perchè endemica in noi meridionali come il virus dell’herpes, quella incurabile della strafottenza.
    Ora che un primo cittadino di una metropoli di milioni di abitanti come Napoli, polemizzi per cavalcare l’onda del comprensibilissimo disagio e non faccia appello alla resistenza alla pazienza ed al senso civico, appare davvero desolante.

  9. Forse non è chiaro che uno dei pochi che sta amministrando bene questo framma è De Luca!
    Dite quello che volete ma Mille e Mille volte De Luca!

  10. E’ un virus estremamente facile da trasmettere, latente ed è difficile proteggersi (anche materialmente).
    Bisogna prendere contromisure serie, e considerarla come una “guerra”. Contro un nemico invisibile.
    Altrimenti si andrà al collasso, spero non si superi il “punto di non ritorno” del già precario equilibrio economico sanitario.

  11. De luca si sta muovendo molto bene.
    Perché non somministrare a tappeto oltre al kit anticorpi anche tampone a tutto il personale sanitario parasanitario, poliziotti, guardie carcerarie…tutti coloro che sono a contatto con il pubblico. Un tempo si faceva lo screening contro la tubercolosi, ora va fatta contro questo virus.
    Inoltre, perché non attivano ospedali da campo in questa emergenza? È possibile

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.