Don Alessandro stroncato dal coronavirus, Caggiano piange il suo parroco

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
9
Stampa
L’intera comunità di Caggiano a lutto per la scomparsa don Alessandro Brignone, il parroco del centro del Vallo di Diano, che era ricoverato all’ospedale “Curto” di Polla.

Il sacerdote aveva 46 anni – come riporta il sito web radioalfa.fn – ed era risultato positivo al Coronavirus. I problemi respiratori erano stati così gravi che il parroco era  stato ricoverato da martedì sera nel reparto di Terapia Intensiva dell’ospedale

Don Alessandro non aveva preso parte  al raduno del 4 marzo nella chiesa di San Rocco a Sala Consilina, ma era uno dei maggiori sostenitori dell’evangelizzazione nel Vallo di Diano.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

9 COMMENTI

  1. È tornato alla casa del Padre. R. I. P. Don Alessandro.
    E pensare che c’è ancora gente che fa storie per una passeggiata o per un po’ di footing.

  2. minoliti ma c’è scritto “Don Alessandro non aveva preso parte al raduno del 4 marzo nella chiesa di San Rocco a Sala Consilina” quindi cosa c’entra quello che ha scritto??????

  3. CAGGIANO E LE SUE PARROCCHIE FANNO PARTE DELLA DIOCESI DI SALERNO-CAMPAGNA-ACERNO …..
    NON VEDO COME QUESTO SACERDOTE FOSSE UN EVANGELIZZATORE NEL VALLO DI DIANO CHE FA PARTE DELLA DIOCESI DI TEGGIANO-POLICASTRO !!!

  4. Prima di scrivere qualunque cosa come commento a questo articolo, pensate a voi stessi, il 4 marzo dove eravate? Avevate capito che la situazione era così grave? I vostri figli erano a scuola, le autorità ancora erano dubbiose sul fatto di chiudere le scuole oppure tirare avanti per qualche altro giorno. Le messe, si sono svolte regolarmente fino al giorno 8 marzo. Contestualizzatevi e capite che gli altri hanno fatto nient’altro che quello che avete fatto voi. Purtroppo, giorno per giorno stiamo capendo quanto è pericoloso questo virus, che non è vero che attacca solo gli anziani e/o malati di altre patologie e si muore anche se si è giovani.

  5. R.I.P amico mio.Ancora una volta leggo persone con uno scarso centro sul piano mentale.Il Formalista non percepisce Creature Umane ma Mirini percepiti con la solita domanda accusatoria e inizia la Terza Persona Paranoica che ha un incipit:l’urlo isterico in stile televendita Marchi .Come si sono permessi di scrivere Vallo di Diano?La cosa triste e’che e’ morta una persona di cuore a 46anni.Nella dimensione Cristiana lo scandalo risiede nel valore della Croce che e’Anche Albero della Vita.Cristo insegna a percepirsi autentici e umanamente autentici non Formalisti Legalisti.La Chiesa stessa portando all’esasperazione il Peccato ha demolito la percezione dello Spirito Santo costruendo l’Altro da Se’ Idolo.L’idolo E’una bella immaginetta su cui proietti felicita’come in un film o un oggetto magico ma non vive cioe’non e’autentico.Autentico non significa perfetto formalmente ma Vivo.Il parroco oggi muore nelle forme ma non nello Spirito perche’ha seguito la Croce.La Croce e’ Vita.Cristo autenticamente amava le persone umane e autenticamente agiva nell’interesse della Comunità.Mori’con un processo formalista e Legalista e pretestuoso.La sua Resurrezione sconvolse il Mondo spiegando alle persone che le cose se prive di autenticita’umana si meccanizzano in processi a catena dove manca l’individuo.Individuo dall’angolazione Cristiana E’una Creatura Umana Vivente.La percezione di Se’Creatura rimanda ad un Creatore che manda a morte Suo Figlio e vive accanto all’uomo in un Mondo che e’fragile e precario.Il parroco con il suo ritorno testimonia la Croce che e’ Vita.E’lo scandalo del Re dei Re che muore in croce abbandonato da Tutti Che sceglie di abitare la povera gente,chi soffre,chi combatte e che abbandona le stanze del Potere.Questo in sintesi e’il mistero dei nostri parroci che meritano umana compassione.

  6. Per “Macte animo” …
    Io sinceramente non capisco che problema avete a capire il concetto di “stare a casa” … bisogna limitare al minimo i contatti!
    Passeggiate e footing li fai da solo? Incroci anche altre persone o no?
    Se sei portatore sano e te ne vai girando allegramente secondo te fai del bene o del male?
    Bah …

  7. su tutti i giornali online viene riportata la partecipazione del parroco al raduno del 4 marzo,
    solo qui leggo che non aveva preso parte al rito.
    bah ???

  8. Ragazzi cerchiamo di non colpevolizzarci gli uni contro gli altri..facciamolo per il bene della comunità….e per i nostri cari….restiamo a casa…chi vuole essere anticonforme alle regole,mi sento di dire…..accendi la tv e guarda tutte quelle salme che non sanno più dove essere sepolte……ce la faremo Forza Italia…..

  9. In risposta al gentile signor Roberto.
    Forse mi sono espresso poco chiaramente o forse non ho compreso bene quanto da lei scritto. Comunque, vietare a tutti di passeggiare o fare footing significa che, in assenza di qualsiasi turnazione rigidamente organizzata da parte di una qualsiasi autorità (cosa quasi impossibile per noi e in questo specifico periodo), consentire a una persona significa consentire a ogni persona di passeggiare, con la possibilità di vedere in teoria l’intera popolazione passeggiare, cioè migliaia di persone che passeggiano per strada. Questo non è ammissibile nel grave stato in cui stiamo, come lei comprende bene. Altrimenti, sorgerebbe la questione discriminatoria di consentire a pochi di passeggiare, obbligando i molti a stare a casa. Questo semplice ragionamento civico, qualcuno non riesce a capirlo. Perciò, ha ragione De Luca a richiedere l’intervento dell’esercito.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.