“Qui è peggio di una guerra”: sindaca salernitana in prima linea nel Bergamasco

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
«Peggio che in guerra».  Sara Peruzzini, 42enne  salernitana,  figlia dell’artista Pio Peruzzini, vive in Lombardia da 15 anni, e da otto mesi è sindaco di Lallio, un paese di 4200 anime del Bergamasco, dove – come scrive il quotidiano “Il Mattino” – l’unico rumore che si sente è quello delle ambulanze.  Mai avrebbe immaginato di dover gestire un’emergenza del genere. «Da sindaco e da salernitana sono più che convinta che il presidente della Regione Vincenzo De Luca abbia fatto benissimo a chiudere tutto. Stiamo vivendo una situazione drammatica, da film dell’orrore e non abbiamo nessuno strumento. È una guerra a mani nude». Manca a  Salerno da Natale. «È da allora che non vedo i miei genitori. E non so quando sarà possibile farlo di nuovo. Sarà lunga, molto lunga e pesante, ma ce la faremo».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.