Allenamenti: Lotito vuol forzare la ripresa ma gli altri Club si oppongono

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
10
Stampa
Claudio Lotito è rimasto l’unico presidente a voler forzare per la ripresa degli allenamenti dei suoi calciatori (sponda Lazio). Ma per Lotito c’è un muro di cemento armato impossibile da scardinare e questa volta, nonostante gli accorgimenti sanitari e tecnologici, come i tamponi e i termo scanner non la spunterà.

Stando allo schieramento delle società italiane, il club biancoceleste non è stato appoggiato da altri club, per cui ben 19 squadre si sono trovate concordi a sposare la data del 4 aprile che verrà votata quasi all’unanimità in assemblea.

Del resto, con un comunicato diffuso alla stampa, la federazione dei medici sportivi qualche giorno fa era stata più che chiara: “E’ doveroso alla luce dell’attuale situazione di emergenza sanitaria raccomandare per le società professionistiche l’interruzione degli allenamenti collettivi almeno fino al 3 aprile”. Qualora realmente le squadre dovessero tornare in campo dal 4 aprile, come ribadito da La Gazzetta dello Sport vi sarebbero delle direttive da dover rispettare.

Allenamenti collettivi ancora banditi: i giocatori si alleneranno divisi in piccoli gruppi. Le sedute collettive, in cui si potrà tornare a esercitare anche la tattica, verranno rimandate di oltre dieci giorni: appuntamento al 15 aprile. Ovviamente, la date che verranno decise in assemblea, dovranno essere rispettate obbligatoriamente da tutte le società.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

10 COMMENTI

  1. ma questo sta da fuori? Con tutto quello che sta succedendo ma non rompesse lui e il calcio che non riprendesse più sto campionato. penso che ci siano altre priorità e cose ben più importanti

  2. neanche lotito capisce che la situazione è drammatica, non deve dire idiozie, rispettare le norme e non rompere con il calcio, prima la vita poi il gioco.
    vuol dire che faremo una colletta per lotito purchè sparisca per un periodo da salerno.

  3. Maledetto bagarino senza cervello! Vieniti a fare un giro tra gli ospedali del nord che non si può stare manco più in corsia. Pezzo di merda

  4. lo volete capire che l’ultimo dei problemi è il calcio?
    Giocatori e società possono mangiare con quello che hanno finora guadagnato.

  5. hai ragione, Io sal. a mi, questi buffoni che vogliono mettere al primo posto i loro vantaggi economici, dovrebbero essere chiusi in una corsia del san raffaele o del cotugno, può essere la volta buona che capiranno la gravità di questo periodo.
    forse non sono neanche in grado di leggere: in italia solo quelli ufficiali e sintomatici 47.000 contagiati, a salerno salgono sempre di più………..e lui vuole che la serie B vada avanti, è squallido vedere personaggi del genere, ma quando lo cacciano.

  6. Sto’ PERACOTTARO di un crumiro, con la Lazio in forma (ma, alla sospensione del Campionato) pensa di poter vincere lo scudetto e lucrare come al solito sulle tasche dei tifosi e sulla salute della gente.
    Buttatelo nel Tevere

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.