Covid, a Sala Consilina 21 contagiati. Tutti riconducibili all’incontro religioso

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Sale ancora il bilancio dei pazienti affetti da coronavirus nei comuni in provincia di Salerno. Il picco maggiore si registra nel Vallo di Diano: si sono registrati altri 10 casi a Sala Consilina, per un totale di 21 pazienti positivi al covid19.

Il sindaco del comune valdianese, Francesco Cavallone, ha spiegato ai microfoni di Ottochannel – come stanno cercando di affrontare l’emergenza sanitaria e che provvedimenti stanno mettendo in atto:
“Credo che i 21 casi accertati sono tutti collegabili a rapporti diretti o indiretti avuti con le persone presenti all’incontro religioso del 4 marzo.”

Il sindaco Cavallone, per far fronte al problema e cercare di contenere il contagio ha disposto delle nuove misure di sicurezza ancor più restrittive in città: “Siccome è difficile controllare tutto il territorio e c’è una discreta percentuale di popolazione che ancora non ha capito la gravità della situazione, ho richiesto la presenza dell’esercito in strada al presidente De Luca e al Prefetto.

Non ho ancora ricevuto risposta, attendiamo, ma sono ottimista. Se riusciamo a contenere questo focolaio e superare questa fase, riusciremo ad arginare la situazione. Una parte della popolazione si potrebbe definire “psicotica” perchè ormai vive nella paura, ma c’è poi un’altra percentuale che scambia il periodo di sospensione delle attività per un periodo di ferie.”

Nuovi provvedimenti da parte del sindaco di Sala Consilina, dunque, proprio per circoscrivere quanto più possibile le uscite ed evitare che si possa stare in strada senza motivo, con la scusa di andare a fare la spesa, ad esempio. La nuova ordinanza firmata dal primo cittadino consente, infatti, a un solo componente di ogni nucleo familiare di recarsi in negozi e supermercati, munito di autocertificazione mascherina: “Cercheremo di levare il pretesto alle persone per uscire. C’è gente che va nei supermercati anche 5 volte al giorno per comprare un solo prodotto, così che, se viene fermato per un controllo, può dire di essere andato a fare la spesa.” Si inaspriscono, dunque, le misure di sicurezza per una città già “blindata”.

Il comune, infatti, rientra nelle quattro città messi in quarantena nel Vallo di Diano dal Governatore De Luca.
Intanto, l’amministrazione lancia un messaggio di vicinanza a tutta la comunità: “In questi giorni difficili e tanto strani vogliamo arrivi a tutti la vicinanza di chi, Istituzione, continua a lavorare, in maniera a volte diversa per le circostanze, per una bella comunità che non deve mollare!”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.