Ordinanze e restrizioni in Campania, De Luca usa il pugno di ferro

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
Saranno anche discutibili, a volte, i suoi toni e i suoi modi, ma certo non gli fa difetto il decisionismo e l’interventismo. Il governatore Vincenzo De Luca sta continuando a suare il pugno di ferro per tentare di arginare la diffusione del contagio da coronavirus in campania ma, soprattutto per non far trovare impreparata la macchina dell’emergenza sanitaria della Regione qualora la situazione dovesse precipitare. Anche ieri il presidente della giunta regionale della Campania ha emesso delle ordinanze che provano a dare un’ulteriore stretta alle misure per il contenimento del propagarsi del coronavirus. Ed è intenzionato ad andare avanti in quest’azione, anche a costo di sfidare  il governo e i giudizi amministrativi.

Adolfo Pappalardo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. Fermate i trasporti c’è ancora troppa gente che sale e scende dagli autobus per non parlare dei lavoratori che sono costretti ad espletare il loro servizio malgrado tutto

  2. Bravo bravo bravo …..dovevi usare il pugno di ferro anche quando hai effettuato i tagli alla sanità ….anche quando il tuo amico Coscioni ti ha chiesto la cambiale elettorale ……..

  3. Visto l’alto numero di ordinanze e le regole da rispettare vi suggerisco di redigere un elenco di tutto ciò che non è consentito. Ciò aiuterebbe le persone in quanto avendo un vademecum aggiornato sarebbero facilitate per rispettare quanto vietato e nessuno potrebbe tirare in ballo quanto invece previsto dai decreti governativi (meno restrittivi). Grazie.

  4. vuole fare il numero 1 ma si dovrebbe domandare le famiglie legate economicamente alle attivita’ che lui chiude come tirano avanti? il fitto e le utenze come le pagano e i beni di necessita’ per la famiglia come li acquistano?e’ bello parlare con la pancia piena,il sig. de luca i suoi introiti economici nessuno li tocca e puntuali al mese arrivano sul suo c/c,tutti bravi alle regioni e al governo principalmente ma assolutamente insoddisfacenti riguardo agli aiuti economici.

  5. Presidente, rimandiamo le scadenze di pagamento delle bollette di Salerno Energia, Iren e Salerno Sistemi di un mese. Le Poste sono impraticabili, gli anziani non sanno cosa fare e neanche noi come pagare.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.