Coronavirus: ‘Mia sorella ha i sintomi ma niente tampone’. Il calvario di una famiglia

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
27
Stampa
Salve, mia sorella ha tutti i sintomi tipici dell’infezione da Covid19. Dopo 4 giorni chiede al medico curante se è possibile attivare la procedura per fare il tampone. La risposta della dottoressa è stata: “Non ce ne sono presso l’Asl per cui non posso richiederne”.

Comincia così la lettera di una donna salernitana disperata che si è rivolta alla nostra redazione per raccontare il suo calvario. “I miei genitori – prosegue la donna – hanno 79 anni ed alcune patologie, non gravissime, pregresse. Mio fratello è maresciallo nell’esercito e mio marito in polizia. Io ho 2 bimbe piccole. Questo per dirvi che se lei (mia sorella) è positiva i miei genitori sono spacciati e gli altri uomini di casa, uscendo quotidianamente per lavoro e spesa infetteranno, nonostante i dpi e gli accorgimenti sanitari, tantissimi altri salernitani.

Ho chiamato il numero verde regionale che mi ha inizialmente consigliato (dopo 1/2 h di attesa) di portarla in ospedale nonostante in tv si dica il contrario. Poi mi hanno fornito un numero verde locale, perché al numero regionale rispondono da Napoli e loro non conoscono le forniture della Asl locale.

A quest’altro centralino confermano soltanto che il tampone può richiederlo il medico curante. Mio padre chiama guardia medica da dove rispondono che i tamponi non vengono fatti neanche alle categorie a rischio come loro, appunto, ed i medici generici. Richiamata la dottoressa di famiglia, lei si rifiuta di attivare la pratica per le stesse motivazioni: “Non ci sono tamponi, neanche il personale sanitario viene sottoposto a questo approfondimento”.

Approfondimento?  Ma scherziamo?? Mica è una richiesta di prove allergiche per qualche  starnuto da inizio primavera? Questo coronavirus a Salerno come dobbiamo combatterlo? Stiamo a casa, ok….e se lo abbiamo contratto precedentemente all’isolamento moriamo isolati collettivamente?

Potremmo avere 2 tamponi per non ammazzare il prossimo?

M.d. C

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

27 COMMENTI

  1. E’la propaganda.In Tv G8 e lo Stato Immaginario.Nel reale,le cose cambiano.Ti attaccano se stai male,se cerchi lavoro,se sei nel bisogno.Papa Raitzinger aveva perfettamente ragione.Lo Stato dove diamine sta?

  2. incredibile, e sono i primi casi in città!! ma De Luca non è apparso in ogni televisione nazionale nelle ultime settimane mostrandosi come salvatore del mondo? Siamo messi malissimo in Campania, a questo punto aprite crowdfunding per ciò che manca, ma attivatevi!!

  3. I nostri rappresentanti istituzionali, a tutti i livelli, dicano chiaramente qual è la situazione di emergenza reale in cui viviamo e si occupino di queste gravissime mancanze e soprattutto della risoluzione delle problematiche, piuttosto che occupare costantemente i media locali e nazionali per propinarci la loro becera propaganda politica e le loro “sceriffate”.

  4. Scusate, faccio solo una domanda: ma le decine di tamponi che fanno ogni giorno all’Ospedale Ruggi d’Aragona come vengono effettuati? E come può un medico di medicina generale parlare a nome dell’ASL?

  5. Portatela al Pronto Soccorso, in questo caso è l’unica soluzione e poi si vedrà, intanto se nessuno si attiva non si può morire così di omissioni

  6. È nu prublem….chi s piglia a responsabilità di autorizzare il tampone?….È chi Edda i a ci u fa’? .

  7. Ha ragione lei, la stessa vicenda la sto vivendo anche io,solo che il mio medico di base ha fatto richiesta e quelli che tergiversano sono chi di competenza deve venire a fare il tampone.
    Non offendete se le cose non le vivete anche voi e non sapete!

  8. bah.. effettivamente sono persone a rischio, essendo ottantenni, e credo che meriterebbero più attenzione, anzi in fondo sono quasi solamente loro a dover meritare attenzione per questo virus. Ecco, questa è la mia critica, si blocca tutto pure per quelli con meno di 40 anni età in cui non c’è nessun morto, mentre per quelli che necessiterebbero di cure non ci sono i mezzi..
    Per esempio, con i soldi per far volare un elicottero per trovare gente che passeggia da sola in luoghi isolati potrebbero comprare tamponi, reagenti e respiratori, e salvare le vite a persone realmente a rischio come queste, ma forse fa più spettacolo l’elicottero e il drone che scova i passeggiatori solitari col cane..
    Alla famiglia dico solo che dati alla mano, nonostante l’età, a parte la zona lombardo-emiliana la mortalità è abbastanza bassa per questo virus, ci sono 90enni che si sono salvati in pochi giorni.. Auguri.

  9. Una volta trovati i soldi (ma non c’è bisogno,ci sono) bisogna trovare il personale e le attrezzature per eseguire le procedure di analisi. Non è possibile che la gente comune pensi che si debbano fare tamponi a tutti; per eseguirli occorrerebbero oltre due anni! Ed il giorno successivo ad una negatività si potrebbe essere infettati, e quindi si dovrebbe ripetere il tempone! La diagnosi di essere affetto da covid 19 si compie anche con altri mezzi. Se non c’è livello basso di ossigeno nel sangue e non c’è alcun segno di difficoltà respiratoria, nessuna tosse ripetuta, nessuna variazione delle percezioni olfattive e gustative …. perchè fare il tampone? Spettiamola di fare le autodiagnosi, e lasciamo lavorare chi è competente e non ha interesse a dire dei no sapendo che ormai la denuncia è la risposta abituale del paziente scontento!

  10. Qui in Italia si muore molto più che altrove. Una situazione paragonabile solo alla Spagna. Hanno minimizzato sin dall’inizio e ora la colpa è dei cittadini!

  11. Caro governatore De Luca, premettendo di condividere la linea dura che trovo purtroppo necessaria per contenere questa tragedia umana vestita da epidemia, vengo travolto dallo sconforto e dall’amarezza nel vedere che ci venga negata la prova del tampone a chi mostra i sintomi. Costringendoci e trafile impossibili e a scontrarci con muri di gomma ed odissee personali per una cosa talmente vitale (Additando una mancanza dei tamponi stessi, in primis dalla guardia medica e poi dalle altre autorità competenti) .Dico “ci viene” perché nonostante io non mi trovi in questa situazione il nemico in questione è nemico di tutti noi. Nemico strisciante e dilagante, quanto pericoloso. Non ritengo ammissibile che gli sforzi di una popolazione per un fronte comune, nel momento del bisogno diventino lotte individuali. Che le autorità competenti disertino quel fronte lasciandoci “disarmati’. Noi facciamo la nostra parte. Privandoci a caro prezzo di lavoro e libertà ma non basta se poi viene a mancare un nodo così importante della catena come quello dell’assistenza sanitaria. Non pongo alla sua attenzione questo problema per una volontà critica o polemica. Lo pongo anzi perché vedo il suo sincero e costante impegno per questa causa. Sapendo che per quanto possa lavorare rimane pur sempre un uomo, ultraimpegnato e con solo due occhi, le pongo il problema nella speranza di aiutare, confidando in un suo intervento e controllo, almeno simile a quello applicato su altre sfaccettature della lotta al Covid 19 sul territorio. Ringarzio per gli sforzi tutti noi italiani, comuni cittadini e autorità.

  12. Il problema che il Sig De Luca non gliene frega di nessuno. I Salernitani ancora pensano che De Luca sia una divinità, invece di organizzare il prelievo di tamponi, pensa solo sd accusare i cittadini.

  13. Se ognuno di noi al primo sintomo di mal di gola chiede un tampone ….neanche la
    Corea del Sud riuscirebbe a fare i tamponi ….esiste un medico di base ?
    Lui è colui che deve fare i calcoli di opportunità dopo controlli e monitoraggi.

  14. Autorizzare una procedura di richiesta tampone urgente ma con consapevolezza che chi la richieda deve stare in quarantena con tutta la famiglia senza uscire neanche per spesa alimentare e farmaceutiche( li si ordina come aCodogno).
    Tutti siamo curiosi di fare il test ai primi sintomi.

  15. Sono d’accordo con chi lo considera un venditore di fumo e via dicendo…vecchio politicante….ma onestamente sarà pure folkloristico ma i toni duri per far stare a casa tant’è teste calde li ha, noi a Salerno lo sappiamo che l’unica cosa che sa fare bene e lo sceriffo.
    Con la situazione attuale, e con i politici in giro( ditemene 1 che considerate più adatto), meglio un mezzo sceriffo che la nullità.

  16. Il tampone lo hanno fatto a cani e porci e non alle persone che veramente ne avevano bisogno. In questo paese di merda contano più i politici e calciatori , il cittadino normale non conta un ca….

  17. Il problema non sono i tamponi,(un tampone costa poco) il vero problema è che non ci sono i reagenti e microscopi. Questa è la realtà,.

  18. Ma ci rendiamoi conto che moltissime delle proteste,oalmeno dei dissensi, contro l’operato degli amministratori si limitano a dire ” bisognava fare di più” oppure “occorreva intervenire prima”. Ma questo è applicabile a qualunque fatto della nostra vita. Ma guardiamo al complesso degli interventi. Siamo stati colpiti di più di altri poichè il virus in Italia si è diffuso prima,non perchè qualcuno ha omesso cosasi potesse concretamente fare: basti pensare che ovunque nel mondo si è partiti minimizzando (Jonson, Trump …) ed ora ci copiano. Sui tamponi all’inizio si potevano fare al Sacco, Allo Spallanzani e forse in altri 3 o quattro laboratoi: ora in 72! Attivarne tanti in meno di un mese non è uno scherzo. Le mascherine non si producevano in Italia poichè “non conveniva porodurle causa scarsi profitti”, come dire l’ennes9ima distorsione del “libero mercato” che mai osiamo criticare. Ed oira giungono anche dall’estero. Tutti a gridare contro la Germania che aveva (inizialmente) fermato macchinari,ora noi sequestriamo le dotazioni che vanno all’estero. E si potrebbe continuare. Bisogna fare di più, bisogna fare più presto, bisogna essere “presenti” vale anche per tutti noi. Ognuno faccia la sua parte, ed alla fine si valuti. Ma non per la soddisfazione di parte,per l’avevo ragione io e toro gli altri, ma per ragionare se e come dobbiamo prepararci per future emergenze. Una domabnda: se non piove per 18 mesi siamo pronti contro l’emergenza siccità? E se arriva una tempensta solare fuori scala e blocca le telecomunicazioni è pronto il paese per mantenere in vita i servizi essenziali? Ci penseremo dopo? E sicuramente sarà colpa di qualcuno (non nostra) che doveva fare “di più e più in fretta”!

  19. Un laboratorio di analisi privato con screening immunologico tramite prelievo del sangue?

  20. I medici di base non possono fare nulla credimi sono un medico di base a quando parlo con i responsabili ( incapaci e incoscienti) non a volte mi chiudono il telefono in faccia!!

  21. Usa un saturimetro, lo vendono in farmacia a poche decine d’euro.Se i valori d’ossigeno misurati nell’emoglobina sono buoni ti tranquillizzerà un pò.

  22. 21:28, semplice, sarebbe stato come te.

    21:48, lo vuoi capire che stanno contando come morto PER coronavirus chiunque sia morto PURE CON il coronavirus, e NON per il solo coronavirus?? la prova sta nel fatto che non vengono svolte le autopsie, ma vengono cremati direttamente i corpi, ci arrivi a capirlo o sei come l’altro delle 21:28 che al massimo riesce ad attaccare “unochepensa” ma senza riuscire a dire nulla di personale e utile?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.