La recita del rosario dà fastidio ai vicini, a Cava intervengono i carabinieri

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
16
Stampa
Hanno addirittura preteso l’intervento dei carabinieri, perché – a loro dire – la recita del rosario, a balconi e finestre spalancate, arrecava disturbo alla quiete pubblica. l’episodio si è verificato – come scrive il quotidiano “La Città – nel rione Filangieri di Cava de’ Tirreni. Ma l’intervento dei militari dell’arma ha suscitato solo un vespaio di polemiche, perché si risolto con un nulla di fatto, dal momento che i carabinieri hanno potuto solo chiedere di moderare il tono della voce ai fedeli. La libertà di culto è sancita dalla Costituzione e, nonostante le segnalazioni, le autorità competenti non hanno potuto che prendere atto della situazione.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

16 COMMENTI

  1. libertà di culto però senza obbligare agli altri di sorbirsi le cantilene.
    Pregate in casa vostra senza ammorbare gli altri.

  2. Anche in questi momenti c’è gente che manifesta la propria pochezza e malvagità.Era meglio un rave party,imbecilli?

  3. Il Santo Rosario dà fastidio; canti a squarciagola e musica a tutto volume dai balconi, no!

  4. Quello è il diavolo che ha mandato il corona e loro pregano il Signore che faccia sanarli stringendo in mano la “corona” del rosario che dire il diavolo fa i Mali ed il Signore li toglie eh….

  5. concordo con luigi, anche io quando prego zeus e sacrifico qualcosa cerco di essere il più silenzioso possibile senza disturbare gli altri. Pure il mio vicino che crede in topolino e pippo non mi ha mai disturbato

  6. Non si sa piu con chi sfogarsi…….. tutta l’Italia ma prorio tutta fuori ai baconi a stombazzare, cantare e chi piu ne mette…del resto lo vediamo sui milioni di vedeo sui social e telegiornali, a parte che adesso tutti hanno un animale domestico da far uscire come pure tutti a fare runnig mattina pomeriggio e sera…….come la medicina, per non parlare delle chiese che suonano a tutta forza ce la faremo e l’inno nazionale chiaramente per stemperare questo momento. e dopo tutto questo vogliamo mettere in croce pure chi prega con il balcone aperto? Spero tanto che chi ha chiamato i carabinieri sia italiano perche dopo tutto questo che sta succedendo si dovranno mettere i punti su tante situazioni!

  7. Casomai quelli che si sono lamentati sono usciti fuori ai balconi con i cellulari luminosi oppure hanno cantato e suonato insieme agli altri ebeti.
    Poveri noi…..

  8. Qualunque forma di rottura di coglioni dà fastidio,sia essa religiosa o no.
    Statevi in composto silenzio cercando di pensare ai cazzi vostri senza interferire con chi vuole stare tranquillo.

  9. la gente non ha proprio niente da fare se non 1.occupare una volante dei carabinieri per intervenire quando avrebbero potuto sfruttare meglio il loro tempo
    2. essere sempre più cattiva/aggressiva. sto coronavirus a molti non sta insegnando nulla.
    ma va, va

  10. Dite piuttosto a papa Ciccio di mettere mano alla sua banca (lo IOR) per aiutare il mondo ,visto che lui è il sovrano del Vaticano ed ha pieni poteri su tutto il patrimonio della chiesa.

  11. Ma quale malvagità? Quale pochezza? Quella di coloro che devono rompere le palle a tutto l’isolato recitando le filastrocche del loro amico immaginario? Seguendo la tua logica, scommettiamo che se un musulmano o un ebreo si mette a fare le stesse identiche cose, darebbe fastidio? Glisso sull’appellativo “imbecilli”, chi è a corto di argomenti non può far altro che offendere.
    Il messaggio di Luigi delle 10.40 è così semplice da comprendere: pregate in casa vostra, santi, dei, satana, grande puffo, il sacro battiscopa, ma non sfondate lo scroto a chi non vuole sentirvi.

  12. Hanno dimenticato di specificare che il Rosario veniva recitato con l’ausilio di un impianto acustico. La libertà di pregare è sacrosanta, ma all’interno delle proprie case

  13. io mi domando delle volte se è piu pericoloso il coronavirus da estirpare o la stupidità di certe persone !

  14. Quanto sono anime belle, tolleranti e aperti di mente questi atei neomillenials postmoderni!! Oltre che simpaticissimi, nei loro commenti sferzanti, quasi come un clistere di chiodi! Tutto il repertorio di Toto Cotugno, Lucio Dalla, Celentano o le canzoni napoletane, sparate con gli amplificatori fuori dalle finestre, zombando e saltellando sui balconi come le scimmie, a favore di smartphone, per poi caricare il tutto su
    “feisbuc” dove altre scimmiette, compiaciute della visione, potranno gratificare il loro smisurato ego e la loro smania di protagonismo, omaggiandoli del loro prezioso “like”, quello va bene; la recita di un semplice rosario, all’interno di casa propria, invece da fastidio. Bravissimi!!! Siete diventati più chiusi, bigotti e intolleranti della stessa Chiesa che fu, in tempi lontani, e che voi tanto disprezzate e avversate

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.