Covid: in Campania zero contagi il 20 Aprile, le previsioni regione per regione

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
17
Stampa
L’Italia si sta avvicinando a quel famoso picco di contagi da coronavirus. E’ quanto sostengono i fisici che curano la pagina Facebook ‘Coronavirus-Dati e analisi scientifiche’, che ipotizzano un inizio della fase di discesa già nei prossimi giorni. Una tesi sostenuta anche dal viceministro alla Salute, Pierpaolo Sileri – positivo al Covid-19, ndr – che precisa anche quando dovrebbe avvenire il raggiungimento del picco.

“Nel giro di 7-10 giorni – scrive Sileri sul Blog delle Stelle – in seguito dovremmo assistere ad una diminuzione del contagio”.

LA RICERCA

Una ricerca dell’Einaudi Institute for Economics and Finance (Eief), un centro di ricerca universitaria di Roma sostenuto dalla Banca d’Italia ma del tutto indipendente, va ancora più nel dettaglio, fornendo un pronostico del periodo in cui non si avranno più diagnosi di contagio in ogni Regione.

L’Einaudi Institute for Economics and Finance (Eief), un centro di ricerca universitaria di Roma sostenuto dalla Banca d’Italia ma del tutto indipendente, avvia in questi giorni un lavoro di ricerca che mancava.

L’argomento interessa moltissimo l’intero Paese ma non solo. L’obiettivo è formulare le prime proiezioni attendibili sulla data alla quale l’Italia arriverà alla frontiera di quota zero nei nuovi contagi registrati. I parametri statistici sono costituiti dai dati forniti ogni giorno alle 18 dalla Protezione civile stimando le variazioni quotidiane e la loro evoluzione nel tempo.

Su queste basi  l’Eief formula le proprie estrapolazioni.

Il lavoro è affidato a Franco Peracchi (affiliato anche alla Georgetown University e all’Università di Tor Vergata) e verrà rivisto e ripubblicato ogni sera sul sito dell’Eief dopo gli aggiornamenti della Protezione civile.

I risultati sono stati diffusi oggi anche sul Corriere della Sera che spiega anche come per la prima volta venga indicato un orizzonte chiaro: le nuove diagnosi di Covid-19 si azzerano fra il 5 e il 16 maggio anche in Toscana, la regione che oggi sembra più indietro nel piegare la curva.

L’intervallo di oltre dieci giorni fra l’ipotesi più ottimistica (5 maggio) e quella più lontana nel tempo (16 maggio) dipende dai metodi di calcolo prescelti: nel primo caso si valutano i valori mediani – quelli al centro della distribuzione delle probabilità fra le evenienze peggiori e migliori – mentre nel secondo caso si prendono in considerazione anche eventuali valori estremi e fuori dalla norma delle prossime settimane.

Covid: in Campania zero contagi il 20 aprile

Già entro la prima metà di aprile alcune Regioni italiane potrebbero registrare uno “stop” di nuovi contagi. Abruzzo e Basilicata, ad esempio, ma anche Friuli Venezia Giulia, Veneto e Piemonte dovrebbero arrivare a “zero nuovi contagi” entro il 15 aprile. La martoriata Lombardia dovrebbe vedere la luce in fondo al tunnel verso l’ultima decade del mese di aprile, mentre per la Campania dovrà attendere il 20 Aprile.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

17 COMMENTI

  1. oramai non credo più neanche al padreterno, ammesso che esista.
    Senza tamponi e senza vaccino ,con che criterio si possono fare certe affermazioni.

  2. la proiezione non sarebbe più attendibile di una previsione del tempo ,analogamente basata su modelli matematici, può dare da qui a un mese, inutile giocare a fare i Frate indovino. La variabile più imprevedibile resta quella del comportamento delle persone sul rispetto del distanziamento interpersonale in quando solo bloccando il passaggio del virus dalla persona A alla persona B tutto si ferma. Ma considerando quanto accaduto fino adesso sulla componente restia al rispetto, non ci conto.

  3. 20 aprile che significa? Niente.
    E così facendo si fa un guaio: molti crederanno che il 21 aprile tornerà tutto come prima: o gelat o Nettuno, a camminata ncopp a Lungomare, ma cos a bev rind e Mercanti, a ballat e Rocce Rosse….
    Non è così, cari amici.
    Teniamo duro, non molliamo.
    Che per la metà maggio davvero potremo ritornare per strada.

  4. Ma di quale anno, ma chi sono questi VEGGENTI? Questo è ottimismo allo stato puro, sarebbe un miracolo, me lo auguro.

  5. Pure illazioni: immaginiamo per un attimo che abbiano ragione. 20 Aprile. 20 Maggio 20 Giugno. Quello che volete. Il problema non è questo, il problema vero è che il 99,99% della popolazione, stando ai tamponi effettuati, è esposta al Virus; quindi appena usciamo siamo in pericolo e c’è il concreto rischio di una seconda ondata.
    Il Social Distancing, lo #stammeceacas serve per prendere tempo, purtroppo non è la soluzione.

  6. E’ tutto merito del Nostro Governatore!!! Che con pugno di ferro ha addomesticato i campani! Pieni poteri ai De luca! Ora e sempre!!!!

  7. SE NON TROVERANNO IL VACCINO CI SARA’ SEMPRE IL PERICOLO DI UN NUOVO CONTAGIO PERCIO’ NON ABBASSIAMO LA GUARDIA E CONTINUIAMO A RISPETTARE LE REGOLE E SOPRATUTTO A MANTENERE LE DISTANZE DALLE ALTRE PERSONE

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.