Piano contro la crisi della Regione Campania: ecco a chi andranno i soldi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
18
Stampa
Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, con il contributo delle proposte pervenute da istituzioni locali, gruppi politici, organizzazioni sociali, sindacali e imprenditoriali, istituzioni bancarie, il volontariato e le organizzazioni religiose – ha definito il Piano Socio Economico della Regione Campania contro la crisi, stanziando oltre 604 milioni. E’ quanto si legge in una nota della Regione Campania.

Tra le misure principali assunte dalla Regione si segnala: contributo alle famiglie con disabili; pensioni al minimo portate a 1.000 euro per due mesi; contributo di 2.000 euro alle imprese commerciali, artigiane e industriali; bonus a professionisti e lavoratori autonomi; bonus alle aziende agricole e delle pesca; 30 milioni per il comparto del turismo.

CLICCA QUI PER SCARICARE IL PIANO

Si tratta, nello specifico – scrive Le Cronache oggi in edicola – di una serie di interventi a sostegno di tutte quelle categorie fortemente in crisi a causa dell’emergenza Covid19. In particolare, tra le misure di maggiore rilevanza e con impatto immediato, si segnalano le seguenti: alle micro imprese (imprese artigiane, commerciali, di servizi o industriali con meno di 10 addetti e fino a 2 milioni di euro di fatturato), che rientrano nei settori colpiti dall’attuale crisi economico-finanziaria, viene erogato nel mese di aprile un contributo una tantum di 2.000 euro; tale misura viene attuata anche mediante la collaborazione istituzionale del sistema delle Camere di Commercio e dei Dottori Commercialisti; si stima di sovvenzionare circa 40.000 imprese; ad una platea di circa 80.000 professionisti/lavoratori autonomi (che hanno fatturato meno di 35.000 euro nel 2019 e che autocertifichino una riduzione delle attività nei primi 3 mesi del 2020) viene erogato nel mese di maggio un assegno individuale una tantum di 1.000 euro ad integrazione di quello già riconosciuto dal Governo nazionale con il Cura Italia; tale misura viene attuata anche mediante la collaborazione istituzionale dell’Inps e delle Casse di previdenza degli ordini professionali.

Di questi 604 milioni di euro 30.000.000 andranno al comparto del turismo con azioni a sostegno dei lavoratori stagionali impiegati in attività alberghiere ed extra alberghiere ad integrazione del contributo nazionale.

Tale sostegno è di rapida corresponsione in quanto erogato direttamente dall’Inps attraverso le proprie banche dati. Secondo i dati forniti da Federalberghi Campania, la platea degli aventi diritto è di circa 25.000 lavoratori per un importo di 300 euro mensili ciascuno per 4 mensilità.

Al comparto dell’agricoltura andranno invece 29.000.000 euro. Previste inoltre singole misure a sostegno di persone in stato di difficoltà. Tra questi, sostegno straordinario a favore dei pensionati titolari di pensioni sociali e di assegni sociali che nei mesi di maggio e di giugno prossimi, a tutti i pensionati che percepiscono dall’Inps un importo mensile inferiore a 1.000 euro la Regione Campania erogherà un contributo tale da garantire i 1.000 euro al mese.

Poiché l’importo medio mensile erogato a questi soggetti è pari a 497 euro, la Regione Campania coprirà mediamente i restanti 503 euro. Potrà essere utilizzato per le seguenti spese: servizi di assistenza socio – sanitaria domiciliare; servizi a domicilio per la consegna della spesa alimentare, l’acquisto medicinali, commissioni varie; acquisto di strumenti informatici o tecnologie per favorirne l’autonomia; acquisto di dispositivi igienico sanitari di protezione individuale.

Azioni di sostegno anche a favore dei servizi socio assistenziali del territorio per: persone con gravissima disabilità e ad anziani non autosufficienti; rete integrata di interventi e servizi sociali; assistenza alle donne e al finanziamento di centri antiviolenza.

Previste, inoltre, azioni per il recupero e la redistribuzione delle eccedenze alimentari con la redistribuzione in favore delle persone in stato di indigenza o di grave disagio sociale nei Comuni che ne faranno richiesta; la redistribuzione in favore delle persone immigrate negli insediamenti del basso Sele, di Castel Volturno e Comuni limitrofi.

Ulteriori azioni sono previste per le persone immigrate negli insediamenti informali del Baso Sele, Castel Volturno e comuni limitrofi con la sistemazione di immobili destinati al temporaneo alloggio degli immigrati; l’acquisizione di servizi di trasporto per supportare la mobilità, contrastando il rischio di contagio tra i lavoratori; interventi di mediazione e sostegno psicologico; campagne di comunicazione e informazione, per accrescere la consapevolezza dei rischi dell’epidemia e contenere il contagio; interventi per garantire servizi medici ed infermieristici e l’acquisto di kit igienici.

Azioni di sostegno per il diritto allo studio. Misura di sostegno agli studenti scuola superiore e università per lo svolgimento della didattica a distanza (anche attraverso il contributo acquisto di personal computer, etc.) Misura di sostegno straordinario/una tantum a favore di studenti fuori sede per mancata fruizione degli alloggi per emergenza epidemiologica Covid-19 Potenziamento dei servizi sociali mediante anticipazione delle risorse agli ambiti territoriali.

Per mettere in atto tutte le misure idonee a fronteggiare l’attuale situazione emergenziale attraverso il potenzia mento dell’offerta di servizi sociali essenziali in favore dei cittadini destinatari di prestazioni sociali. Interventi a favore delle famiglie con figli al di sotto dei 5 anni. Interventi da indirizzare alle famiglie residenti in Campania per l’accudimento dei figli al di sotto dei quindici anni, durante il periodo di sospensione dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole.

Un primo contributo viene erogato, per le famiglie in cui entrambi i genitori sono lavoratori, per le spese relative a servizi di babysitting e assistenza domiciliare per la didattica a distanza, materiali e supporti informatici per l’accesso a piattaforme di formazione a distanza, servizi di connettività, materiali ed attrezzature per la didattica.

Il contributo è assegnato ed erogato alle famiglie (circa 17.500 famiglie) fino ad un importo massimo di € 500,00 a prescindere dal numero di figli, come di seguito specificato: a. €. 500,00 per ogni nucleo con ISEE fino a €. 20.000,00 (compresi); b. €. 300,00 per ogni nucleo con ISEE fino a €. 35.000,00 (compresi). Un secondo contributo viene destinato alle famiglie per l’acquisto di attrezzature, strumenti informatici ed altri supporti per l’accesso ai servizi didattici e socio-educativi. Per i destinatari, (circa 17.500 famiglie) un contributo, di un valore medio di € 400 (per famiglia) come di seguito specificato: €. 500,00 per ogni nucleo con ISEE fino a €. 20.000,00 (compresi); €. 300,00 per ogni nucleo con ISEE fino a €. 35.000,00 (compresi).

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

18 COMMENTI

  1. ma questo di caverna c’e’ proprio di suo? comunque, per testare la vericidita’ e non propaganda politica del piano del governatore de luca e’ solo tempo di giorni essendo pensionato al di sotto dei € 1000,la veridicita’ di quello che dice si vedra al primo di maggio con lo statino dell’imps.chi vivra’ vedra’.

  2. Si parla di integrazione , per uno\due mesi, degli assegni sociali e delle pensioni minime, senza specificare se parte a maggio….potrebbe pure partire a giugno-luglio….ma come al solito chi ciurla nel manico ( come te) non perde occasione!

  3. invece di pensare se quell’altro ha letto(bene) l’articolo o no,invece di commentare in modo
    benpensante e da pecora di gregge…Ma quà giugno e luglio ,lo sai che molte persone hanno
    finito i pochi soldi che avevano già gorni fa?Ma secondo me tu non lo sai…perchè molto probabilmente
    hai la tranquillità di uno stipendio che ti lascia il tempo per scrivere c….e!
    A proposito di ciurlare nel manico,visto che le noti queste cose,non è che lavori dietro ad una scrivania
    magari a trovare il modo di schivare il la lavoro che dovresti fare?Te lo dico perchè ne ho visti molti di
    questi,troppi.Mi sono sbagliato nel giudicarti?Scusa,ma tu lo conosci a quello che “ciurla nel manico”
    Spero di si

  4. X i chiancarelli, leghisti e fratelli del malaugurio: siete andati a messa stamattina? Salvini sostituendosi al papa ha aperto le chiese. Munnezz

  5. Come verranno dati questi aiuti? Che dobbiamo fare? Ed il fatto che in una famiglia già lavorino marito e moglie elargire un aiuto babysitter ed anche un contributo per i materiali audiovisivi i sembra eccessivo.

  6. Ma sarà poi vero? Un aiuto non si nega a nessuno e mi domando e bi domando ma ci saranno ppo dei controlli su chi deve avere questi aiuti? Non è che a un gioelliere che dichiara meno di un operaio andrà l aiutino? Io per esempio sono dipendente e giustamente non posso usufruire della sospensione del mutuo ma almeno lo potevano bloccare almeno per 2/3 mesi non vi sembra. Poil aiutino andrà anche a quei imprenditori che vanno all estero per fabbricare i loro prodotti perché costa di meno per poi portarli in italia non finiti ovvero semilavorati per non pagare iva e poi finirli in italia speriamo che aiutano veramente le persone bisognose.

  7. E’ uscita la domanda per usufruire del bonus una tantum di con alloggi fuori sede …o no?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.