Il falso mito dello Stato di sinistra (di Angelo Giubileo)

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
Nell’evidenza di ogni crisi e soprattutto nella fase di emergenza ciò che in gran parte non appare diventa anch’esso manifesto. In Italia, e non solo, l’attuale emergenza rivela a tutti la crisi laddove non il default dall’azione politico-statale sviluppata nell’ultimo quarto di secolo. E tuttavia, per pochi, e altri ancora, si è trattato e si tratta di un indubbio successo strategico. Se avete la pazienza di leggere, proverò a spiegarlo.

I fatti di questi giorni dimostrano che, di fronte alla necessità di liquidità per imprese e individui, lo Stato ha agito attraverso il sistema delle anticipazioni di cassa – ovvero anticipando somme di denaro già impegnate che non saranno più liquidate alla scadenza già prevista e quindi un’anticipazione di qualche mese sulle somme da versare agli enti locali – e della garanzia di prestiti.

In entrambi i casi, la liquidità necessaria è immessa nel sistema-paese dalle banche. Peraltro, dovremmo anche ricordare che lo stesso Stato deve ancora onorare molti degli impegni di pagamento nei confronti di imprese e privati. A luglio scorso, si parlava in media di circa 30-35 miliardi di euro.

Senza l’intervento delle banche non è più dunque possibile, in Italia, far fronte a una qualsiasi emergenza; anche se occorre precisare che le stesse banche nazionali fanno parte di un sistema europeo che direttamente fa capo alla BCE e pertanto, in maniera sbrigativa, diremo che loro stesse dipendono dall’azione della banca centrale dell’Ue.

Non so se avete mai sentito parlare della teoria “ordoliberalista” (o ordoliberista) secondo cui lo Stato deve farsi carico attivamente di mantenere e propiziare un ambiente favorevole alla crescita e allo sviluppo dei mercati? A differenza della teoria “classicoliberale”, in cui lo Stato mantiene la sua autonomia di soggetto regolatore – esterno e non interno ai mercati (!) – l’ordoliberalismo sostiene, immediatamente dopo la fine della seconda guerra mondiale e in particolare: “l’attribuzione di specifiche responsabilità ad istituzioni indipendenti: la politica monetaria dovrebbe essere affidata ad una banca centrale indipendente dal potere politico e avente lo scopo di garantire la stabilità della moneta ed un tasso di inflazione minimo mentre il governo ha la funzione di gestire la politica fiscale secondo il principio del pareggio di bilancio; la creazione di un sistema minimo di aiuti sociali universali, una moderata ridistribuzione della ricchezza mediante un sistema fiscale progressivo ed il salario minimo legale, affinché tutti abbiano la possibilità di partecipare al ‘gioco’ del mercato sviluppando capacità imprenditoriali” (Wikipedia).

Pensate dunque che questo progetto non sia stato perseguito e nel presente in gran parte realizzato? Pensate che la realizzazione di questo progetto sia in tutto o in parte valida ed efficace? Pensatela come meglio credete, ma sappiate che alla realizzazione di questo progetto hanno partecipato negli ultimi 25 anni tutte le forze politiche di destra e di sinistra, quasi indistintamente.

Infatti, in Italia, artefici principali sono state piuttosto le forze politiche di sinistra, già uscite sconfitte dal precedente confronto con il liberalismo classico, avviato nella sua periodizzazione moderna dai filosofi illuministi alla fine del XVII secolo.

Angelo Giubileo 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. un modo come l’altro di stravolgere la storia di questo paese e didare la colpa alla sinistra dimenticando il ventennio fascista e il quarantennio democristiano…dimenticando che tutto cò che avviene oggi è frutto della società capitalista neo liberista che sta affondando sempre di più le classi medie e arricchendo ancora di più le classi agiate sempre nel nome del capitale e del dio profitto che ci siano stati errori delle classi politiche di sinistra nell’ultimo ventennio è innegabile anche se poi bisogna andare a vedere come quando e perchè? La vera svolta è nell’abbattimento di questa società con uno stato rivolto alla solidarietà e alla redistribuzione delle ricchezze….(tra parentesi ma perchè non cita i governi di destra Berlusconi leghisti e fratelli d’italia che i loro grossi danni pure li hanno prodotti vedi privatizzazioni ad esempio nella sanità?

  2. a partire da Blair in GB è proliferata una finta sinistra che è stata il braccio armato del liberismo.
    tutti ad imitarla in nome del modernismo e del globalismo a tutti i costi.
    dalla destra c’era poco di cui illudersi infatti come dice Pasquale hanno fattto le stesse cose.
    ma il nocciolo della questione è che la sinistra ha appoggiato la rinuncia a tutte le prerogative dello Stato , in primis la sovranità monetaria , per cui oggi siamo costretti a chiedere l’elemosina per qualcosa che potrevamo fare autonomamente.
    il Giappone ha fatto fronte a fukuschima con le proprie forze chiedendo aiuto al massimo ai giapponesi stessi.
    non sono bastati i fallimentari “serpentoni monetari” e sme a farci desistere dal tentativo di raggruppare sotto un unica area monetaria nazioni con caratteristiche eterogenee ed incompatibili (dicasi aree-valutarie-non-ottimali).
    ma il discorso sarebbe troppo lungo.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.