Battipaglia, Pasquetta “rumorosa” sui balconi: arrivano le forze dell’ordine

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
9
Stampa
Nel pomeriggio di oggi Pasquetta a Battipaglia pattuglie di carabinieri, polizia e una pattuglia della polizia municipale intorno alle 16.30 sono intervenute in piazza Gioberti ovvero Parco Santese per la troppa baldoria che proveniva da qualche balcone. Probabilmente la musica molto alta e numerosi schiamazzi hanno indotto qualche residente a chiamare le forze dell’ordine, per disturbo della quiete pubblica. Accade anche questo in un lunedi in albis passato tra le mura domenstiche in tutta Italia per le restrizioni dovute alla pandemia Coronavirus.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

9 COMMENTI

  1. Si ma ognuno deve stare NELLE PROPRIE mura domestiche!!!!! Il virus si trasmette anche in assembramenti compiuti al chiuso in casa!!!!!!!! MA VOLETE CAPIRLO O NO COME FUNZIONA QUESTO BENEDETTO VIRUS!!!!!!!

  2. La baldoria se proveniva da un nucleo familiare che convive stabilmente nel suo appartamento, senza assembramento di amici e parenti all’interno del suo stesso appartamento, allora un pò di elasticità poteva starci, almeno a pasquetta.

  3. Non se ne può più di questi TRISTI tifosi del virus! Non c’è nessun pericolo se un nucleo familiare mangia a pasquetta fuori al balcone. Il pericolo è solo nelle tristi ed ignoranti menti dei tifosi del VIRUS che hanno imparato a dire “restate a casa”… “la gente non ha capito”… “andrà tutto bene” e pensano di essere più dotti.

  4. Perfetto Filosofia da balcone, hai espresso il mio stesso concetto e anche quello di Anonimo delle 00:41. Un nucleo familiare fuori al suo terrazzo non deve nessuna spiegazione a nessuno (finché non invita parenti e amici). Semplice

  5. Il problema era la musica troppo alta e questo perché alcuni pensano di fare qualcosa di buono, ma non pensano che ad altre persone invece stanno a rompere la pace, visto che a stare in casa non è bello.

  6. Ah, dimenticavo: è ovvio che si possono assembrare in barbecue, orge e rave privati, anche quelle persone che individualmente hanno fatto un test covid risultando non contagiate. Perché no…….

  7. Ottimo intervento della polizia é possibile che con il casino e le urla le goccioline droplets volino da un balcone all ‘altro …. Siete ridicoli vergognatevi voi e tutta Italia

  8. Si sta esagerando con la repressione. Sta diventando una spettacolarizzazione della repressione. A mio modesto parere, cantare sul balcone di pomeriggio di pasquetta, se si è solo il nucleo familiare, e non altre persone… mi sembra più che lecito. Le Forze dell’Ordine sono stati chiamati su sollecitazione di qualche cittadino represso e frustrato dalla vita. In un periodo di tristezza generale, per quanto alta possa essere stata la musica, non credo che si sarebbe morti per un po’ di allegria. Cmq se hanno fatto la multa si può sempre fare ricorso.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.