Convivenza forzata, boom liti in famiglia. Il questore: “Tre interventi al giorno”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa

In aumento le liti in famiglia, probabilmente dovute alla lunga convivenza forzata. Il curioso dato statistico è stato evidenziato – come scrive il quotidiano “Le Cronache” – dal questore di Salerno Maurizio Ficarra: “Qualche intervento in più, due o tre al giorno, lo facciamo per liti domestiche”. Dal punto di vista dei controlli che si stanno svolgendo in questi giorni, il questore evidenzia che è stato predisposto “un apparato che conta 500 pattuglie al giorno”. Numeri necessari per coprire l’intera provincia di Salerno che “è immensa”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Signor questore lo ricordi anche ai suoi dirigenti , le donne , moglie e le mamme non va mai usata violenza.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.