Fondo bilaterale dell’Artigianato: in pagamento i soldi per i primi dipendenti campani

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Già da venerdì 17 aprile, 437 lavoratori dell’Artigianato campani riceveranno sul proprio conto i soldi provenienti dal Fondo bilaterale di Solidarietà dell’Artigianato. A poche settimane dall’attivazione dell’aiuto straordinario COVID-19 sono stati erogati i primi pagamenti alle imprese dell’artigianato per i dipendenti che hanno fatto domanda all’ Ente Bilaterale della Campania (Ebac).
È stato accelerato al massimo l’iter per i pagamenti,  così da rendere operativo e concreto l’aiuto economico predisposto da Fsba per la concessione di ammortizzatori sociali ai dipendenti delle imprese artigiane, duramente colpite dalla sospensione delle attività legate all’emergenza sanitaria in corso.
L’Ebac Campania ha come mission, come sancito dai suoi soci fondatori (in rappresentanza delle imprese, le associazioni datoriali Confartigianato, Cna, Casartigiani e Claai e per i lavoratori le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil ) l’aiuto ed il sostegno dell’Artigianato con una serie di strumenti di welfare.
“Mai come in questo momento, l’ente bilaterale ha dimostrato il suo valore e la sua agilità come strumento in aiuto di un settore economico composto, in Campania, da piccole e medie imprese che, escluse da altre forme di sostegno, possono, invece, contare sul fondo Fsba” ha commentato con soddisfazione il presidente dell’Ebac Campania, Ettore Mocella. È notizia di oggi anche che la Regione Campania sta giustamente  rispondendo con un rifiuto, inviando le pec a migliaia di imprese che si erano rivolte alla stessa Regione, per ottenere la cassa in deroga.
“Le Aziende richiedenti e i loro consulenti commettono così un errore che fa perdere tempo prezioso alle imprese e ai lavoratori- ha ribadito il direttore dell’Ebac Campania, Bruno Milo- Per questo lo ribadiamo ancora una volta che gli aiuti e gli ammortizzatori sociali devono essere richiesti a Fsba ed Ebac, come hanno già fatto 2708 imprese”.
È questo, infatti, il numero di pratiche ricevute e protocollate dall’Ebac Campania da parte delle imprese artigiane con dipendenti che hanno richiesto di accedere al fondo straordinario Fsba Covid19.
“Questo dato- ha tenuto ad evidenziare la vice presidente Anna Letizia – ci dice che oltre 9mila lavoratori in Campania usufruiranno degli ammortizzatori sociali di Fsba, un numero rilevante per il settore che nelle prossime settimane crescerà ancora”. Questa, invece, la ripartizione nelle province campane: ad Avellino 427, Benevento 177, Caserta 309, Napoli 1068 e Salerno 726.
Anche in modalità smart working,  gli uffici dell’ Ebac Campania stanno rispondendo alle imprese e ai consulenti che ne stanno facendo richiesta. Sul sito www.ebac-campania.org tutti i contatti e le informazioni necessarie.
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.