De Luca al collega Fontana: “Chi va da Milano a Napoli deve essere bloccato”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
23
Stampa
“Nessuno vuole mettere le barriere, i jersey o i cavalli di frisia da nessuna parte. Occorre prudenza, ma manteniamo i controlli. Chi va da Milano a Napoli, e viceversa, deve essere bloccato e sanzionato”. Così il governatore della Campania Vincenzo De Luca nel duello tv con il collega della Lombardia, Attilio Fontana a ‘Porta a Porta’, il programma condotto da Bruno Vespa in onda in seconda serata su Rai 1.

Durante il confronto con Fontana, De Luca ricorda che la sua richiesta di limitare la mobilità tra le regioni d’appartenenza “non riguarda le merci, visto che le filiere alimentari già funzionano perfettamente”, ma le persone. Al collega Fontana precisa che “bisogna usare la ragione per capire le specificità dei territori.

In Campania abbiamo adottato misure rigorose perchè è la Regione a maggior densità abitativa d’Italia e, nella fascia costiera, la più densamente popolata d’Europa. Siamo al livello di Singapore. Siamo l’unica regione – sottolinea – in cui non si può sbagliare sennò c’è un’ecatombe”.

Dal canto suo Fontana replica al governatore della Campania affermando che quella di De Luca è una “posizione insostenibile. E comunque lo deciderà il governo nazionale”.

“Questa è una malattia terribile, questo virus ti fa vedere la morte con gli occhi. Lo voglio dire perché nelle ultime settimane è andata crescendo una banalizzazione del problema che a me pare estremamente pericolosa” aggiunge  De Luca in tv.

“Probabilmente –  dice – il virus è diventato meno aggressivo, ma stiamo parlando di un problema di enorme gravità e serietà che va affrontato con grande rigore se vogliamo evitare tragedie per il nostro Paese”.

“Abbiamo avuto un momento di grande difficoltà –  ricorda De Luca – quando mancavano i dispositivi di sicurezza individuale , mancavano i ventilatori polmonari e non arrivava più nulla da Roma”.

“Sono d’accordo con Fontana che dobbiamo riaprire in tutta Italia, ma non significa aprire ovunque nello stesso modo, perchè ci sono regioni in cui non c’è neanche un focolaio di contagio e altre nelle quali il problema è ancora fortemente presente – spiega De Luca – Dobbiamo perlomeno limitare la mobilità che oggi è limitata ai comuni di appartenenza, alle Regioni di appartenenza”.

De Luca ricorda quanto accaduto a inizio marzo, quando “si è determinato un problema serio per la Campania e per il Sud”, perche’ “all’improvviso si sono riversati nei nostri territori decine di migliaia di giovani studenti e lavoratori, che all’improvviso sono rientrati al Sud. Abbiamo dovuto affrontare un problema drammatico, ridurre le corse dei treni, attivare controlli alle stazioni di Napoli, di Roma, di Salerno, avevamo persone che venivano per motivi non urgenti, non di lavoro, abbiamo corso il rischio di avere un dilagare dell’epidemia di Coronavirus”.

Questo non è accaduto, spiega De Luca, “perchè abbiamo messo in quarantena tutti quelli che abbiamo individuato, in isolamento individuale, i sindaci ci hanno comunicato le persone arrivate nei comuni di appartenenza, abbiamo fatto un lavoro di prevenzione che e’ andato bene”.

Ora, conclude il governatore della Campania, l’obiettivo “è evitare che succeda qualcosa del genere, il rompete le righe significa liberi tutti di andare in giro per l’Italia dovunque e comunque, questo sarebbe un atto di totale irresponsabilità”.

Fonte: Napoli.Repubblica.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

23 COMMENTI

  1. Una telecronaca di una partita di calcio? Io sapevo che fosse un programma televisivo e nulla di più. Per giunta iniziato ad ora tarda. E voi vi prendete la briga di riportare le esatte parole del Governatore in real time manco fosse il Messia sceso in terra per diffondere il VERBO. I miei complimenti. A voi ed alla vostra prestigiosa testata.

  2. Praticamente a tutti gli sfasolati che pensavano dal 4 maggio di partire per la pasquetta…non è cambiato nulla

  3. NON E STATO NIENTE DI NIENTE DE LUCA HA CERCATO DI INFATIZZARE GLI ANIMI MA ALLA FINE NON SI D DETTO NULLA PERCHE NULLA POSSONO DIRE …….STA A NOI ESSERE COSCIENTI E CAPIRE CHE CON QUESTA MSLEDETTA MALATTIA CI CONVIENE STARE CAUTI …
    GLI UNICI VERI NEMICI SONO SOLO QUEI MALEDETTI CINESI CHE HANNO IMBROGLIATO IL MONDO E SOPRATUTTO QUESTA MALEDETTA EUROPA MALEDETTA EUROPA INFAME CHE PENSA ALLA FINANZA ORA IN UN MOMENTO COME QUESTO PENSA ALLA FINANZA ,AL MES ECC MA SE QUESTO VIRUS NON CI UCCIDE CI DEVD UCCIDERE LA FAME PER COLPA DELL EUROPA CHE QUEL MALEDETTO PRODI HA VILUTO SVENDENCI……. ANCORA VOGLIONO CHE L OPERAIO TEDESCO GUADAGNI 3200 EURO AL MESE E L OPERAIO ITALIANO 1200 ? NO ORA BASTA O TUTTI UNITI O LA PRIMA E L UNICA BATTAGLIA E CONTRO L EUROPA CHE NON ESISTE COME EUROPA UNITA MA COME UNA TRUFFA PER FOTTERE I PIU DEBOLI. TUTTI I PARTITI E POLITICI CHE ISISTONO CON QUESTA RETORICA TRUFFALDINA DELL EUROPA E IL VERO NEMICO DEL POPOLO

  4. 00.41 00.44 e 00.52 ma godi talmente tanto a non fare una mazza tutto il giorno? come campi? chi ti paga? hai milioni nascosti in nero? ti piace la nullafacenza e la vita da divano? hai ville lussuose con ampi giardini? mangi a casa di deluca? ti pagano per non fare nulla?

  5. 3:24

    Certo che rosichi di brutto, ma fatti vedere da uno bravo. Pare che De Luca ti abbia rubato l’orsacchiotto quando avevi 3 anni.

  6. Concordo con il commento dell’anonimo e penso che da piccolo cittadino italiano la battaglia dobbiamo iniziarla noi approfittando della crisi consumando ,possibilmente,prodotti italiani.
    Vadano a fare in culo cinesi e tedeschi ,popoli bastardi.

  7. Come previsto…..
    Alla fine hanno detto le stesse cose e si sono dichiarati amici.
    E noi che continuiamo a credere alle fandonie della politica politicante e diamo credito a questi furfanti nullafacenti.
    Ora Papino si sbatte e vuole dare la sensazione di operatività, ma è troppo tardi perché non è con gli show in campagna elettorale che si acquistano i consensi ma lo si fa mantenendo le promesse fatte, con la coerenza, con la serietà dimostrata durante tutto il mandato.
    È il momento di dare un segnale alla politica politicante cambiando, anche in peggio, ma cambiando registro.
    Non possiamo più consentire a questi produttori di fumo con la manovella di fare i propri comodi, di favorire figli, ex-mogli e tutti i parassiti della casta.
    È giunto il momento di dire basta.
    Ripeto, anche correndo il rischio di peggiorare la situazione, bisogna cambiare e votare chiunque al suo posto.
    Solo in questo modo possiamo provare a migliorare il degrado politico che da decenni ci sta rovinando.

  8. Dopo ampia e colorita discussione si è finalmente capito che per risolvere i problemi dell’Italia bisogna eliminare, oltre alle provincie, anche le regioni.
    Chiacchiere tante, consulenze tantissime, burocrazia elefantiaca, dirigenti senza responsabilità…e poi …i problemi li vogliono risolti da “Roma”. Tanto vale la pena chiudere e risparmiare una barca di soldi che potrebbero andare nel ciclo produttivo… altro che Europa!

  9. Mentre come dice un detto popolare “il gallo canta sulla munnezza” su di un’altra trasmissione(le iene) passavano un’intervista molto interessante di un medico di Marsiglia.
    Innanzitutto tutto parlava di un farmaco, anzi due farmaci già in uso e conosciuti in Europa e quindi anche da noi, i quali usati come terapie in Corea hanno dato risultati stupefacenti , portando alla guarigione praticamente TUTTI quelli sottoposti a tali cure. Inoltre sottolineava l’importanza di eseguire i tamponi a tutti, a tappeto su tutta la popolazione, in modo da isolare e quindi curare solo i positivi al virus, evitando QUESTA INUTILE RECLUSIONE DI MASSA!
    Se si accende un momento il cervello. ….
    Si ha un farmaco che si conosce e già stanno usando altri governi con risultati soddisfacenti, perche’ da noi no?Perche’ cercare per forza il “vaccino” miracoloso(e sconosciuto con effetti collaterali da scoprire) ed ignorare le esperienze più che positive fatte da altri? Per interessi di chi? Della popolazione sicuramente NO! ;
    A che serve bloccare tutto un paese e mettere in quarantena tutta la popolazione se non si conoscono i positivi ed asintomatici e così facendo MAI si conosceranno? Non è più logico fare il tampone a tutti, individuare i positivi ed isolarli e far continuare la vita e soprattutto il lavoro a tutti gli altri?
    Ah, isolare gli infetti non significa carcerarli e buttarli via dopo cremazione : isolare i positivi dai negativi per evitare contagio e quindi proliferare del virus e curarli con i farmaci già conosciuti e che(ripeto) stando al medico di Marsiglia sono efficaci e sicuri.
    In Italia mi sembra sempre tutto difficile ed impossibile. ….
    Inoltre anche in Veneto hanno fatto i tamponi a tappeto e sono quasi scesi a zero contagi!
    Accendete i cervelli : in Italia abbiamo classi politiche veramente incapaci, inconcludenti, impreparati, supponenti e presuntuosi, altro che!

  10. Il medico di Marsiglia si chiama Didier Raoult, trovate tutto quello che ho scritto su Google.
    P. S.
    A proposito di quarantena e confini chiusi PER GLI ITALIANI:
    GLI ITALIANI CONTINUANO LA LORO(UTILE?) RECLUSIONE, MENTRE TUTTI GLI EXTRACOMUNITARI SONO LIBERI IN STRADA. …NON È UN CONTROSENSO ED UN OFFESA ALL’INTELLIGENZA DELLE PERSONE?
    Accendete i cervelli

  11. Non c’è stato lo scontro che tanti immaginavano, Fontana ha chiarito che le aziende hanno bisogno di ripartire e De Luca è stato chiarissimo sul fatto che questo non deve significare avere di nuovo mine vaganti su e giù per il paese.

    De Luca è stato molto pacato ed allo stesso tempo intransigente sulla sicurezza.

    In pratica: aprite le aziende in sicurezza per quanto possibile e fatevi le vacanze vicino casa. Il lavoro deve ripartire, il piacere può attendere.

  12. La vera risposta l’ha data Fontana nei giorni scorsi dichiarando che la Lombardia continuerà a curare i PZ Campani ben 14000 ogni anno.

  13. altro che de luca se avete sentito il commento della meloni in parlamento non riesco a capire chi osteggia le destre che hanno delle eccellenze politiche di quel calibro e non le nullita’ governative conte-di maio -zingaretti,ma l’italia si affida ai ladri e ai mangioni e il risultato dopo tanti governi di destra con i capostipiti prodi-monti-napolitano che il diavolo se li possa tenere e’ che siamo una nazione disastrata sull’orlo de fallimento presa per il culo in europa da tutti.

  14. di de luca non me ne fotte piu di tanto ma dai commenti benevoli nei suoi confronti a ragione credo che alle votazioni deve prepararsi gli scatoloni!!!!!!!!!!!

  15. De Luca ha spiegato la differenza fra la mobilità delle merci e la mobilità delle persone come si farebbe a dei bimbi scemi. Per far funzionare l’industria serve far funzionare le aziende e far viaggiare le merci, non serve che milioni di persone vadano su e giù a piacere loro. Fontana, da come ha parlato, sembrava non averlo capito affatto…

    Da quell’altra parte mi sembrava ci fosse solo fretta di “riaprire” e poi a chi tocca tocca perché “dobbiamo imparare a conviverci”.

    Ringrazio il signore che abbiamo una persona responsabile come presidente di regione.

  16. A prescindere da quello che si è detto, una cosa mi pare chiara:

    1) De Luca fa quello che crede giusto a prescindere dal suo partito, con il quale è spesso in conflitto. Può piacere o non piacere ma pensa con la sua testa.

    2) Fontana, magari brava persona, ma si adegua alla “verità di partito” che gli arriva dall’alto ed ai desideri degli industriali, Poi, “ripartenza” e “si debba convivere”, stesse frasi già sentite senza neppure cambiare le parole.

  17. L’aumento di tutte le pensioni a mille euro per 2 mesi in Campania è una bufala…!!! Grazie presidente! Bla..Bla..Bla..!!!

  18. trollololero, no ci ha tolto il lavoro con queste stupidissime chiusure totali, e pure la salute. Andare a inseguire chi corre di mattina presto o in montagna non ha alcun senso per ogni uomo con un neurone ancora funzionante, tu non sei tra questi evidentemente. tutti a mangiare a casa tua, chiaro mantenuto a tradimento, o di deluca. qui stiamo senza soldi lo capici ebete??

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.