“In spiaggia ed in acqua rischi di contagio bassissimi” ma che estate sarà?

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
7
Stampa
Come andremo in vacanza quest’estate? È la domanda che molti italiani si fanno in questo momento. La fase due è alle porte, e secondo il calendario messo a punto dal governo, si procederà a scaglioni, con ripartenza delle attività per tappe suddivise in 4 lunedì, dal prossimo 27 aprile al 18 maggio.

In un primo momento si potrà uscire dal proprio Comune, ma non sarà possibile allontanarsi dalla propria Regione. Ma se la curva dei contagi dovesse scendere ancora, e se l’indice R0, che attualmente è a 0,7, arrivasse allo zero verso metà maggio, come hanno previsto gli esperti, saranno finalmente consentiti anche gli spostamenti da una Regione all’altra. E allora gli italiani potranno andare al mare e pianificare le ferie, ma con cautela.

Anche il turismo, un settore che è andato fortemente in sofferenza in questi ultimi due mesi, potrebbe quindi avere la chance di recuperare qualcosa.

“Facciamolo fare agli stranieri, ammettendoli con i dovuti controlli e, perché no, prevedendo soggiorni per almeno 16 giorni”, suggerisce il professor Andrea Crisanti, ordinario all’università di Padova e direttore del laboratorio di Microbiologia del Policlinico, in un’intervista su ‘Il Mattino’. Però avverte: “Il virus sembra sensibile alle alte temperature, l’estate può essere l’occasione per recuperare tutto ciò che abbiamo perso”.

Ma “dimentichiamo le vacanze, pensiamo all’Italia, a recuperare, e preoccupiamoci più che altro di ottobre e novembre: che non ricominci l’epidemia”.

Fonte: FanPage.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

7 COMMENTI

  1. basterebbe un anno di sacrificio per salvare tante vite ancora, purtroppo siamo egoisti e sconsiderati. In autunno ricominceremo a contare i morti.

  2. Che estate sarà? Semplice, si andrà al mare come gli altri anni. E chi ha paura si sta a casa, così stiamo più larghi.

  3. Che popolo siamo? Un anno di sacrifici? Ma che stai dicendo? Caro pensionato/dipendente statale, vedi che se non aprono gli stabilimenti balneari, non lavoreranno direttamente o indirettamente centinaia di migliaia di persone, ergo lo Stato non incasserà e non potrà pagare il tuo prezioso stipendiuccio!

  4. Ma dove lo avete letto che in spiaggia e in acqua i rischi sono bassissimi? La gente sudata che si butta in acqua, il virus libero di sguazzare nel mare per raggiungere un poveretto che si sta facendo il bagno. Oppure pensate davvero che basti l’acqua salata per distruggere il coronavirus? E poi pensate a tutti quelli che si allontanano 10 mt per fare la pipì in acqua e certe volte anche di peggio. Già normalmente, fare il bagno nelle nostre acque è un terno al lotto per le infezioni batteriche, mo’ ci mettiamo pure il coronavirus. Fate informazione seria!

  5. Lavoratore zona industriale, perché non ti stai a casa? Vedi che è un’opzione andare a mare, mica un obbligo.

  6. UNA GRANDE ESTATE DI MERDA! Se non altro per i ricordi che abbiamo e che avremo.
    io a mare non ci vado,prima di tutto perchè a Salerno il mare fa schifo,non posso permettermi
    economicamente di andare altrove,non voglio creare problemi alla comunità e quindi per questo
    SE NE PO I A FANCULO O CORONAVIRUS E TUTTI GLI ISTERISMI DA CUI CI STIAMO FACENDO
    AFFLIGGERE.

  7. Frustrato e 00.27 siete mitici! Lo dico seriamente poiché concordo pienamente con voi. Per 00.27 dovremmo impiccare non chi è stato contagiato dai cazzovirologi, perché è comprensibile avere timore, ma i virologi stessi, ormai star televisive, non solo burioni ma tutti tutti, specializzati in atti di terrorismo psicologico. Dicono che non si conosce bene il virus poiché nuovo, ma tutti a correre per dire che tornerà in autunno in inverno, ecc. Ma come fanno a saperlo già da ora? Non era un virus nuovo?? Cià vagliù

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.