Aggredì e sequestrò parroco di Fisciano: in Cassazione 6 anni al responsabile

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
La Cassazione ha rigettato il ricorso dell’imputato e condannato in via definitiva, alla pena di 6 anni di reclusione, l’uomo di origini albanesi che nel dicembre 2015 sequestrò don Antonio Pisani, parroco della chiesa di Sant’Anna a Fisciano. Uscito dalla sua casa canonica per riattivare la caldaia – come riporta il sito web radioalfa.fn – il sacerdote venne aggredito da due stranieri. Uno dei due impugnava un cacciavite, l’altro una pistola. Il parroco prima fu colpito con una serie di pugni, poi legato con le mani dietro la schiena con la cintura di un accappatoio, gli fu puntata una pistola alla tempia e venne minacciato di morte. Don Antonio fu rapinato di 300 euro in contanti, 3 orologi da polso, un calice e alcune medaglie in argento. Solo uno dei due aggressori fu arrestato.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.