Mascherine, attività motoria e rientro in Campania: ecco l’ordinanza

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
34
Stampa
Nuova ordinanza di De Luca: il presidente come ha ribadito anche durante il suo messaggio ha cercato di arginare al massimo gli arrivi da fuori regione. Chi non arriverà per validi motivi di lavoro o di salute dovrà autodenunciarsi all’Asl e mettersi in quarantena per 14 giorni. Posti di blocco in stazioni, caselli, porti e aereoporti.

Obbligo mascherine per tutti
Altre novità importanti per le uscite: chiunque mette piedi fuori di casa dai 6 anni in su dovrà indossare una mascherina. Gli orari per la attività motoria (che non però deve essere una corsa, jogging o footing) possono essere fatti dalle 6 alle 8.30 e dalle 19 alle 22.

Nessuna restrizione per il delivery
Più libertà al delivery con ristoranti, bar, pub, pizzerie, gelaterie, rosticcerie ed altre attività affini che potranno essere aperte secondo gli orari che preferiscono e potranno consegnare anche al di fuori del territorio del loro comune. Per ora sospeso l’asporto ma si resta in attesa delle decisioni dell’unità di crisi. Riaprono anche le librerie e le cartolerie.

Off limits invece le isole del golfo anche per i residenti che vi abitino stabilmente.

LA NUOVA ORDINANZA DI DE LUCA DATATA 1° MAGGIO

Con decorrenza dal 4 maggio e fino al 10 maggio, ferme restando le misure statali e regionali vigenti, sul territorio regionale dovranno essere rispettate ulteriori disposizioni.

A tutti coloro che provengono da altre regioni d’Italia o dall’estero è fatto obbligo, salvo che l’arrivo sia motivato da comprovate esigenze lavorative o da comprovati e certificati motivi di salute, di comunicare l’arrivo al Dipartimento di prevenzione dell’ASL territorialmente competente, al Comune di residenza, domicilio o dimora di destinazione, nonché al proprio medico di medicina generale ovvero al pediatra di libera scelta, di osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario, mantenendo lo stato di isolamento
per 14 giorni dall’arrivo, con divieto di contatti sociali, di osservare il divieto di spostamenti e viaggi, di rimanere raggiungibile per ogni eventuale attività di sorveglianza, in caso di comparsa di sintomi di avvertire immediatamente il Dipartimento di prevenzione dell’ASL e il proprio medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta.

E’ fatto obbligo ai concessionari di servizi di trasporto aereo, ferroviario e di lunga percorrenza su gomma di acquisire e mettere a disposizione delle Forze dell’Ordine e dell’Unità di Crisi regionale, dei Comuni e delle ASL i nominativi dei viaggiatori con destinazione aeroporti e stazioni ferroviarie, anche dell’Alta velocità, del territorio.

A tutti i viaggiatori in arrivo alle stazioni ferroviarie di Napoli, Salerno, Benevento, Caserta e presso le altre che saranno individuate dall’Unità di Crisi regionale, con treni che effettuano collegamenti interregionali, ovvero ai caselli autostradali, all’aeroporto o negli altri punti di accesso al territorio regionale è fatto obbligo di sottoporsi alla rilevazione della temperatura corporea e, in caso di temperatura pari o superiore a 37,5 °C, a test rapido Covid-19, ed autocertificare il luogo dove sarà osservato l’isolamento domiciliare.

A tutti gli esercenti di società o servizi di noleggio di autoveicoli con sedi operative in Campania è fatto obbligo di comunicare quotidianamente all’Unità di Crisi Regionale le generalità di tutti i soggetti che riconsegnino veicoli presi a noleggio al di fuori del territorio regionale, nonchè le ulteriori consegne eventualmente già previste o programmate. A tutti gli esercenti attività di noleggio con conducente è fatto obbligo di segnalare i nominativi e la destinazione di tutti i soggetti che si avvalgano di questi servizi per accedere al territorio regionale. L’Unità di Crisi regionale, acquisiti i nominativi e le informazioni, provvederà ad inoltrarli ai Comuni e alle ASL competenti per territorio, per l’attivazione dei controlli sul rispetto degli obblighi e dei protocolli sanitari previsti. Restano consentiti gli arrivi da altre regioni italiane e dall’estero che siano motivati da comprovate esigenze di lavoro, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute.

E’ obbligatorio l’utilizzo di mascherine nelle aree pubbliche ed aperte al pubblico del territorio regionale. Non sono soggetti all’obbligo i bambini al di sotto dei sei anni e i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina.

E’ consentito svolgere individualmente attività motoria all’aperto, ove compatibile con l’uso obbligatorio della mascherina, in forma individuale o con accompagnatore per i minori o le persone non completamente autosufficienti, nei pressi della propria abitazione e comunque con obbligo di distanziamento di almeno due metri da ogni altra persona, salvo che si tratti di soggetti appartenenti allo stesso nucleo convivente o di minori o di persone non autosufficienti, nelle seguenti fasce orarie: ore 6,30-8,30; ore 19,00-22,00. Non è consentito svolgere attività di corsa, footing o jogging nelle aree pubbliche ed aperte al pubblico.

Sono consentite, senza i limiti di orario e senza limitazioni di consegna al di fuori del territorio comunale, le attività di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), con la sola modalità di prenotazione telefonica ovvero online e consegna a domicilio, nel rispetto delle norme igienico-sanitarie nelle diverse fasi di produzione,
confezionamento, trasporto e consegna dei cibi. Resta vietata la vendita con asporto. E’ consentita l’attività di commercio al dettaglio di carta, cartone, cartolerie, librerie ed esercizi similari senza i limiti di orario.

Ecco gli indirizzi mail delle Aziende Sanitarie della Campania cui comunicare l’arrivo in Campania per i cittadini provenienti da altre regioni, al netto delle autocertificazioni:

ASL Napoli 1 Centro ([email protected]), ASL Napoli 2 Nord ([email protected]), ASL Napoli 3 Sud ([email protected] oppure 0818490682), ASL Salerno ([email protected][email protected]), ASL Avellino ([email protected]), ASL Caserta ([email protected] tel. 0823350959), ASL Benevento ([email protected], [email protected]).

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

34 COMMENTI

  1. Dove si può fare meno che nel resto d’Italia! Tutti ripartono, noi dobbiamo chiedere il permesso pure per una passeggiata, ad orari prestabiliti e creando inevitabilmente assembramenti. Ed io alle 6:30 di mattina, da solo, in mezzo ai boschi non posso correre. Qualcosa non torna, o si sta nascondendo la realtà in attesa delle elezioni o siamo ritornati alla dittatura.

  2. Per il solone “scemenza da pastena” vorrei ricordare che l unica vera bussola è la legge. Ed esistono persino leggi illegittime. Visto che c’è il buon senso (non si riescono a capire misure ancora più restrittive vista la situazione dei contagi in Campania), vorrei precisare a quello scienziato di pastena che è una palese violazione dell’art. 3 del D.L. 19/2020. L’articolo in questione dispone che le Regioni possono adottare misure più restrittive per comprovate esigenze e necessità (aumento dei contagi, situazione fiori controllo, tanto per intenderci). Bene, notizia di 2 giorni fa che la Campania che, tra l’altro, non è mai stata toccata da vera emergenza ha visto il famoso R0 passare da 1,6 a 0,4. Numeri che non ricordo a memoria. Anzi, i giornali gridavano giunilanti al “miracolo” deluchiano… mi potrebbe dire quel giurista e scienziato di pastena quali sarebbero ad oggi le comprovate necessità ed emergenze visto che l’indice contagio è sceso in maniera drastica quasi a 0??? Parlare a vanvera, questo è il problema. Persone che non studiano e non si informano. Contro questa ordinanza palesemente illegittima giuridicamente e persino per buon senso bisognerebbe solo fare ricorso al Tar entro 60 giorni o ricorso straordinario al Capo dello Stato entro 120 giorni. Qui siamo non solo nell’illegittimità palese ma persino nel penale… beh, al supporter da Stadio Arechi, perché di questo parliamo, consiglierei di tacere al fine di non fare pessime figure avventurandosi in disquisizioni giuridiche, morali e politiche che non gli competono. Queste le questioni giuridiche. Poi quelle morali. È giusto tenere in prigione i cittadini senza motivo? Questioni politiche. Ai distratti sarà sfuggita la vera motivazione dietro ad un autentico abuso di potere: arrivate a maggio con zero di tutto, azzerando qualsiasi diritto incostituzionale. Qualsiasi. Zero che è praticamente impossibile raggiungere visto che il virus non si può fermare… circola. E circolera’ ancora. Per cosa? Elezioni di luglio… per il pastenese consiglio: riflettere prima di parlare a vanvera. Si dicono sciocchezze, non verità basate sui fatti.

  3. Ordinanza riveduta e corretta. Ora posso uscire alle 11:00 come avviene in tutta Italia.
    Tu resta pure a fare i flashmob sul balcone e a combattere il virus su facebook.
    Ciao bello

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.