Spiagge libere, il Sib a De Luca: “Affidarle solo su richiesta del concessionario”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
26
Stampa

La richiesta è stata inoltrata direttamente dai vertici del Sib, il Sindacato italiano balneari al governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca e all’assessore alle attività produttive della Regione Campania Antonio Marchiello. Si tratta – come scrive il quotidiano “Le Cronache” – di valutare, per la stagione 2020, l’affidamento delle spiagge libere solo su richiesta espressa del concessionario stesso: in questo modo si darebbe conforto ai Comuni nella gestione delle spiagge libere ed una possibilità, per il gestore, di recuperare spazi erosi dalle prescrizioni Covid.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

26 COMMENTI

  1. Ma stiamo parlando di affidamento di spiaggie LIBERE???? Ma solo in Italia suddedono queste cose!!

  2. Siamo pronti a difendere le spiagge libere dai gestori, qualsiasi sia l’ordinanza di Vincenzo De Luca detto “il togli libertà”…

  3. Così magari possono andare a mare solo quelli che possono permetterselo…

    Ma prima di fare proposte del genere, ci fate qualche studio dietro ?
    Tenete conto anche di quelli che non possono permettersi di andare a mare, oppure semplicemente quelli che vogliono andare al mare per unoretta e non spendere nulla ( come è normale che sia … ).

    Dopotutto il mare è di tutti !

  4. Ma avete letto l’articolo?
    È solo una richiesta dei rappresentanti degli imprenditori balneari….!
    Le spiaggie libere resteranno libere ma x chi volesse un minimo di servizi in maniera facoltativa.
    E’ il succo della richiesta!!!!!
    Nessuno ha deciso nulla.
    Giusto per fare polemica i commenti precedenti.

  5. La notizia così come è riportata non è che sia così chiara. Ovviamente il burocratichese rende i messaggi sempre ambigui ed interpretabili.
    Ma se si vuol dire che le spiagge libere debbano essere rese a pagamento, perchè ovviamente il SIB tutela i balneari che si ritroveranno a dover alzare di molto i prezzi, la Regione si prepari ad un’ondata di ricorsi al TAR.
    Quest’anno i lidi avranno prezzi inavvicinabili a causa del distanziamento obbligatorio dei lettini ed ombrelloni con la conseguente riduzione degli stessi.
    La contromossa del SIB è forse quella di disincentivare l’utenza ad andare nelle spiagge libere???
    A Questo punto..per me va benissimo anche un gratuito scoglio

  6. facciamo come le strisce blue e quelle bianche a salerno sono solo quelle a pagamento quando per legge dovrebbero essere in eguale misura tante a pagamento e tante libere,ora ce la prendiamo con le spiaggie ma avete capito che le famiglie sono alla fame?se prima una cabina che costava €2000 o giu di li l’affitavano 20 persone oggi come fanno gli stabilimenti a fittare le cabine?

  7. Cioè siccome per il distanziamento devono diminuire i posti all’interno, vogliono allargarsi all’esterno?!! Forse al SIBI non hanno capito che la maggioranza dei cittadini non amano gli stabilimenti balneari. Si a piccole strutture ricettizie, come in Francia, no all’occupazione e alla recinzione degli arenili.

  8. Semmai dovrebbero essere revocare le concessioni attualmente esistenti….tutte spiagge libere

  9. X città pulite. Forse tu non hai letto.
    I gestori degli stabilimenti balneari, per recuperare gli spazi persi a causa del distanziamento sociale, chiedono a de luca la possibilita di richiedere , a loro volta, di prendersi quest anno le spiagge libere ( o , ovviamente, una parte) confinanti con le loro.
    Cio significa che loro , per evitare di aumentare i prezzi e fare brutta figura o rischiare di avere qualche richiesta e/o ulteriore restrizione in cambio, vogliono, magari senza nemmeno pagare quei 4 spiccioli, parte delle spiagge libere.
    Queste ultime, conseguentemente, verranno tolte ai cittadini .
    Diamo ai lidi, per farli guadagnare come prima, per togliere ai cittadini.
    È una proposta certo , ma assurda e, visto l andazzo della politica, essendoci rischi che venga accettata, è giusto che si reagisca così.
    Ricordo solo che i gestori hanno pagato e ancora oggi pagano meno dell 1 % del loro fatturato (quindi esclusa l evasione) per le concessioni. Cioè niente fregando da un secolo lo stato, cioe noi, arricchendosi.
    È ora invece che il SIB chieda di aumentare ai suoi associati i CANONI DEMANIALI invitandoli di non montare più quelle schifose cabine.

  10. perché invece per allargare le spiagge e creare spazio per tutti i cittadini, non eliminiamo la voluminose costruzioni dei lidi e delle relative cabine e strutture? Ricordo a tutti che la spiaggia fa parte del demanio marittimo, che a sua volta fa parte del demanio necessario ed indisponibile. Ciò significa che lo Stato ( e purtroppo le Regioni) possono darlo in concessione ma non alienarlo. Il demanio necessario deve essere destinato alla pubblica utilità per il benessere collettivo: vuoi affidare anche le spiagge libere per gestire l’ordine? Bene, fallo, l’importante e che sia gratuita la fruizione per i cittadini.
    Caro “Città pulite” tu sei un puro e mi fa piacere per te, ma forse sei giovane e non sai che le disgrazie (epidemie, terremoti, alluvioni) sono disgrazie per chi ne subisce le conseguenze, ma sono una manna dal cielo per i furbacchioni che si fregano le mani per farne business…

  11. Bella scelta di questo sindacato si continua a dare a chi ha!!!!!!
    Xché non mettere a pulire e a regolarizzare l’afflusso a coloro che percepiscono il reddito di cittadinana?????

  12. questi esseri gia si sono presi quelle poche spiagge libere ora gli regalate anche le ultima? come dice Pronti alla guerra siamo pronti a difenderla ….

  13. Tranquilli per la politica si fa tutto …tu dai una cosa a me ed io a te ..il gioco è fatto …non vi dimenticare che tra non molto si vota …il comico aspetta le vostre strette di mano…ma poi ma quali lidi ..baracche..

  14. Io non so che vi passe per la testa a certi criticoni: è una cosa che in parte già avviene. Ma per garantire il distanziamento sociale sulle spiagge libere, quale situazione avete, oltre alla chiusura totale? Si da’ una gestione soft alle imprese in cambio di guardiania, pulizia e qualche servizio, che sulle spiagge libere del nord sono previsti e non come da noi che sono ridotte ad un cesso, oppure arriva un cafone, stavo per dire il napoletano di turno, che affitta la casa nel cilento vicno alla spiaggia libera e ti mette l’ombrellone e le sdraio per due mesi e la occupa abusivamente. Il patto dovrebbe essere chiaro dall’inizio. La fruizione della spiaggia deve rimanere libera, pero qualcuno se ne deve occupare per il distanziamento, o vogliamo mettere l’esercito a distanziare i bagnanti. In cambio il balneatore offre dei servizi tipo bar ombrelloni e sdraio etc. , cosa che su alcune spiagge libere già avviene, tipo Torrione nei pressi del bar Marconi e nei pressi del parco giochi La Carnale. State subito a criticare … l’alternativa è la chiusura delle spiagge libere, con carrarmati e militari a pattugliarle.

  15. Parole,poche,ma giustissime!FUOCO,Perchè alla fine quella sarà la parola che sintetizzerà tutti
    quei discorsetti,incontri,”proposte” finalizzate solo a PREDARE un bene comune che appartiene alla gente,quella normale,quella che è stata invitata a stare a casa e lo ha fatto,quella che doveva stare
    a distanza e lo ha fatto,quella, che non ha più soldi!Perchè non potevano fare questo e nè quello!
    Ed ora pure il mare volete RUBARCI? E allora sarà fuoco e come gli Unni,se necessario, ci arriveremo fino al mare,senza soldi ma a “SCIACCUETARE” lo stesso!
    P.S:A me sembra che attorno ad una disgrazia provocata da una pallina con i tentacolini ce stanno
    azzuppanno a paricchie o’ mascuttiello:Intimazioni,costrizioni,schiacallaggi politici,sorvoli di mezzi militari,pagati da chi poi? Ma siamo in guerra o no?contro chi?fatecelo sapere almeno.
    Ma a’ vulite finisce o no? Guardate che i barbari(NOI?) già sò brutt,si se ‘cazzano pò, sono guai!

  16. Fà sta zitt a chill re 15:04!
    Vuoi chiudere le spiagge libere?e perchè no?,sarebbe meglio in questa situazione.
    Si devono chiudere pure i “lidi” però,quelli che(giustamente) “operano” per soldi, e con i soldi
    da queste parti ognuno fa quello che gli pare.Noi invece poveri plebei,dovremmo pagare
    anche per questo?Per il SOLLAZZO di LOR SIGNORI? Vate fà nu bagno e nun la argomentà
    troppo sta ….cosa che e’ ritt.

  17. Credo e voglio sperare che la maggioranza del popolo italiano abbia compreso che in futuro il voto lo destinerà a chi avrà la tutela del! ‘ambiente e del territorio, accessibile liberamente a tutti, come caposaldo imprescindibile del proprio programma politico. L’ economia, o sarà ambientalista o semplicemente non avrà alcun futuro.

  18. Le spiaggie Libere appartengono al Popolo e non all’èlite dei predatori tedeschi,francesi e olandesi.

  19. Invece di dare anche le spiagge libere in concessione per canoni irrisori, si rendano tutte le spiagge del litorale cittadino libere revocando le concessioni a quei farabutti che fanno pagare prezzi esorbitanti, come se stessero a Miami, per servizi scadenti e costruzioni vecchie e fatiscenti, e con i soldi delle nostre alte tasse attrezzare le spiagge con guardiani e gente che le pulisce, con servizi igienici e docce pubbliche… At che cazz

  20. Purtroppo, come.disse il Marchese del Grillo, “io so io e voi non siete un cazzo”… e ci toglieranno anche le spiagge.

  21. Quelli che fittano gli ombrelloni sulle spiagge libere sono dei veri e propri gestori di lidi,l’ombrellone lo devi piantare nella cazzo di sabbia quando arriva il cliente e te lo chiede, non deve essere già piantato li, altrimenti non è più una spiaggia libera ma un lido. Se vai al mare in una spiaggia libera alle 7 del mattino da Pastena a Torrione trovi già tutti gli ombrelloni collocati e soprattutto in prima fila. Mamm ro Carmn.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.