Fase 2: continua l’inquinamento del Sarno, sversamenti anche nella notte

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa
Il fiume Sarno torna ad inquinarsi immediatamente con lo scattare della fase 2 dell’emergenza coronavirus. Delle immagini scattate in zona Scafati, inviate da alcuni cittadini al Consigliere Regionale del sole che ride Francesco Emilio Borrelli, mostrano come l’acqua del fiume stia ridiventando, con la riapertura delle attività produttive, sporca e maleodoranti.

“Fino a pochi giorni fa parlavamo degli effetti benefici che il lockdown aveva avuto sull’ambiente ed ora, invece, ci ritroviamo nelle stesse condizioni disastrose di inquinamento che c’erano prima. È bastato far ripartire alcune attività che le acque del Sarno stanno diventando putride e in alcune zone stanno di nuovo emettendo un odore nauseabondo che mette a dura prova i residenti”.

“Abbiamo chiesto monitoraggi e verifiche straordinarie e continue su tutti gli scarichi delle aziende che si trovano lungo i corsi d’acqua e che hanno riaperto in questi giorni perché questa situazione è inaccettabile, soprattutto ora che siamo ancora in emergenza e la sicurezza deve essere al primo posto.” –racconta Sofia Esposito dei Verdi nel salernitano.

“Avevamo lanciato l’allarme che con la riapertura delle attività l’inquinamento sarebbe ritornato in maniera massiccia e così è stato perché non sono state effettuate modifiche al sistema di produzione e a i controlli, quindi non si poteva certo sperare in qualcosa di diverso”.

“Esigiamo che vengano effettuati controlli a tappeto su tutte le aziende e attività imprenditoriali che hanno riaperto per capire chi si comporta in modo illecito e colpirlo anche con la chiusura dell’attività, è chiaro che la situazione disastrosa del Sarno dipende da sversamenti illeciti e bisogna contrastarli con tutte le forze, chi sarà individuato a compiere crimini contro l’ambiente dovrà subire pene severissime”.

“Per questo abbiamo inviato anche una nota alla Procura della Repubblica. La quarantena ci ha fatto capire che il Sarno può essere disinquinato e che i principali devastatori del fiume sono coloro che svolgono alcune attività imprenditoriali e industriali in zona. Adesso bisogna individuarli e colpirli con la massima durezza anche arrivando a chiuderli se necessario”- ha proseguito il Consigliere Borrelli.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. Ora capisco e mi faccio una ragione del coronavirus….MERITIAMO DI ESSERE STERMINATI, SIAMO PEGGIO DELLE PEGGIORI BESTIE!!!

  2. Ma è possibile che nel 2020 con gli elicotteri, i droni, i traccianti fluorescenti e chi più ne ha più ne metta, non si riesce a capire chi sversa in modo illegale e chiudergli per sempre l’attività casomai confiscandola pure? Il problema è che non c’è ne la volontà e secondo me neanche le competenze per farlo e ci vedo anche un pò di collusione con questi delinquenti perchè gli impianti costano molto sia per la costruzione che per la manutenzione e lo smaltimento dei fanghi, quindi è più economico ungere le ruote della corruzione!

  3. scuasate ma hanno riaperto poche fabbriche della zona, non è facile individuare chi ha sversato?!?

  4. ricatto occupazionale o amicizie

    Non li toccheranno, avrebbero potuto farlo anche negli anni passati e non l’hanno fatto a meno che l’azione non avvenga da fuori.

  5. è lo stesso che sfrutta gli schiavi nelle terre…è lo stesso che evade il fisco….è lo stesso che viene qua sopra e si indigna…è lo stesso che poi una volta eletto in parlamento vota contro i poveri contro i diseredati contro gli schiavi. e voi? voi bla bla bla…chiusi nel vostro egoismo! solo bla bla bla…!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.