Gli scienziati: «Attori con le mascherine, posti distanti e niente bar». E il teatro protesta

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
Recitare o cantare con la mascherina? Attori e cantanti sul palcoscenico posizionati a distanza di sicurezza? Secondo il Comitato Tecnico Scientifico è questo l’unico modo per riaprire cinema, teatri e festival dalla prima settimana di giugno. Ma, secondo l’Associazione generale dello spettacolo è impensabile che un cantante o un attore si esibiscano con la bocca coperta. E per questo i rappresentanti di tutte le associazioni , che fanno capo all’Agis, si incontreranno stamani in call con il ministro Franceschini.
Gabriele Lavia è allibito: «Non so come possano venire in mente certe idee. Si potrebbe ridere, se fosse una barzelletta e mi chiedo: questi scienziati sono mai andati a teatro? Di cosa stanno parlando? Capisco il bisogno di sicurezza per attori, cantanti e pubblico, ma esistono molti mezzi per sapere se le persone sono contagiate. Questo sistema non aiuta il teatro, lo uccide!». Si stabilisce un tetto delle presenze: 200 al chiuso, 1000 all’aperto, comprendendo artisti, macchinisti, personale di sala. Ma la regola taglierebbe fuori i teatri grandi e le fondazioni lirico sinfoniche, dove il limite sarebbe raggiunto senza far entrare nemmeno uno spettatore.Riprende Lavia: «Nel teatro di prosa, si può mettere un limite al numero di attori in scena: una tragedia si può fare rinunciando a un coro di 40 persone, limitando il numero a 3. Il problema è per le opere liriche, molto affollate e l’orchestra in buca, poi, non ha certo una distanza di sicurezza».
Per quanto riguarda il pubblico, il Cts suggerisce biglietti venduti online, posti assegnati e personali, distanze di un metro tra spettatori, gel per le mani, termoscanner, mascherine, percorsi controllati, sanificazione dei locali. Divieto di consumare bevande o cibi. Aggiunge Lavia: «I teatri che hanno il bar, certo, non devono usarlo, ma per il resto non si deve esagerare, sennò si sparano sciocchezze».Intanto, per dare lavoro ai teatranti,l’Associazione nazionale autori cinematografici lancia con una proposta che si ispira alla Bbc: «Scegliere pièce già realizzate con successo — spiega il presidente Martinotti —, adattarle nella sceneggiatura, ambientarle in luoghi realistici, filmarle, utilizzando i cast del palcoscenico, trasmetterle su piccolo e grande schermo, sulle piattaforme e venderle anche all’estero. Un meccanismo non troppo costoso, con troupe ridotte e in poco tempo».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Lo volete capire che non potete trasformare tutti i luoghi in ospedali inprovvisati. Non volete aprire? Perfetto, ma mettete a stipendio i negozianti e tutte le figure che non hanno uno stipendio fisso ma guadagnano in base a vendite o prestazioni di lavoro. Non ve lo potete permettere? OK allora facit o cess e fate lavorare le persone che qua nessuno ci regala niente a differenza di qualcun’ altro seduto con il culo sulle poltrone, e prego di non censurare avendo espresso una mia opinione. Buonasera

  2. test rapidi a tutti prima degli spettacoli a spese degli artisti ed organizzatori. l’unica soluzione è questa. Lo volete capire o no che la gente muore con il coronavirus

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.