Al mare su prenotazione, cabine solo per famiglie e piscine chiuse: le regole

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
11
Stampa
Una giornata al mare nell’estate 2020 sarà un po’ più complicata del solito. Prima di metterci in auto verso le spiagge dovremo controllare online se c’è posto ed eventualmente prenotare un ombrellone. E se decidessimo di andare in spiaggia libera potremo sentirci dire che è tutto pieno e dovremo tornare a casa. Ed ovviamente in tutto ciò dovremo avere sempre con noi la mascherina. Sono queste le regole stabilite dall’Inail e dall’ISS per andare in spiaggia nell’estate 2020 dell’emergenza coronavirus.

L’estate 2020 la passeremo andando in giro per l’Italia, il che è un privilegio e non certo una punizione. I viaggi all’estero sono infatti per il momento, ma probabilmente lo saranno per tutta l’estate, vietati. Ci dedicheremo quindi a conoscere meglio il nostro territorio dando aiuto e respiro a tutte le attività turistiche pesantemente colpite dalla crisi. #Ripartiamo dall’Italia.

Come staremo in spiaggia per l’estate 2020
Con oltre 7mila chilometri di coste l’Italia vanta numerose spiagge fra grandi arenili di sabbia bianca a piccole baie di ciottoli. Da Nord a Sud i gestori degli stabilimenti si stanno attrezzando per organizzare la messa in sicurezza per quest’estate 2020. Ci sono da verificare le distanze fra gli ombrelloni, costruire passerelle per l’accesso al mare evitando che le persone camminino fra gli ombrelloni, ci sono gli spazi interni da sistemare, le segnaletiche, i dispenser igienizzanti. E poi gli aspetti gestionali: ovvero le prenotazioni e i pagamenti online. Non sarà facilissimo, ma dovremo abituarci: il coronavirus resterà ancora a lungo con noi.

C’è poi in ballo la data di quando potremo andare al mare. Per il momento gli arenili sono chiusi e tendenzialmente in tutta Italia l’apertura è fissata per il 1 giugno. Ma potrebbero esserci delle differenze su base regionale e perfino comunale. In alcune regioni infatti potrebbe scattare prima la possibilità di aprire le spiagge e alcuni comuni già attrezzati potrebbero partire ancora prima di altri. Dal 25 maggio dunque i primi stabilimenti potrebbero aprire.

Le regole per andare in spiaggia
Nella borsa che prepareremo per andare al mare quest’anno oltre al telo e alla crema solare, dovremo mettere anche la mascherina e se lo abbiamo il gel disinfettante. Ma le precauzioni da prendere non finiscono qui.

prenotazione obbligatoria dell’ombrellone o del lettino
pagamento online
distanza fra gli ombrelloni
al bar vietato il servizio al banco: servizio al tavolo o al lettino
chiuse le aree giochi per bambini
chiusi i campi sportivi presenti nello stabilimento
chiuse le piscine
anche in acqua mantenere la distanza di sicurezza di almeno 1 metro
Prima di salire in macchina e dirigerci verso la spiaggia dovremo quindi chiamare lo stabilimento dove intendiamo andare e prenotare il nostro ombrellone. Si stanno sviluppando delle app organizzate per comune dove verranno raggruppati tutti i lidi e si potrà direttamente prenotare e pagare.

L’Istituto Superiore di Sanità incoraggia che tutti i pagamenti siano da effettuarsi online. Per quanto riguarda la prenotazione è prevista anche una prenotazione per fascia oraria. Potremo prendere anche solo il lettino, senza ombrellone, da posizionare in riva al mare. In ogni caso dovremo prenotarlo prima di arrivare allo stabilimento.

L’Istituto superiore di Sanità suggerisce che le file degli ombrelloni siano distanziate fra loro di almeno 5 metri, mentre fra un ombrellone e l’altro debbano intercorrere quattro metri e mezzo. Lettini, sdraio e tutte le superficie devono essere igienizzante ad ogni utilizzo.

Le aree gioco per bambini, i campi sportivi e le piscine presenti nello stabilimento devono essere interdetti in quanto vanno evitato gli assembramenti.

Per quanto riguarda le spiagge libere ci sarà un servizio di controllo all’ingresso onde evitare sovraffollamenti e far rispettare la distanza di sicurezza.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

11 COMMENTI

  1. che dramma, eh certo senza il bagnetto estivo non si può vivere..ma andate a…………stiamo ancora contatndo 200 morti al giorno. Che societa di cacca..
    CENSURATE PURE. SCUSATE MA DEVO SFOGARMI

  2. Queste regole dureranno una settimana, poi capiranno che è impossibile gestire, solo a Salerno, 200 km di spiagge

  3. Per anonimo delle ore 19,10
    Ma che emma fa, emma muri pur nui, pcche c stann 200 muprt o iorn, chill c stann semp, pur io nu iorn facc part e stu cunt e allora c stamm a cas e murimm rint a cas però cu a maschrin facc. Ma famm o piacer

  4. Caro viva il vivere….che qualunquista…ma pensi veramente che il virus è scomparso? Il tuo problema è andare a mare? Il mio evitare che riesplodi il contagio e la gente muoia…è bello parlare quando non si è toccati direttamente. Tu sei uno fi di quelli che .entre a migliaia soffrivano pensavano che non potevano fare la palestra per essere in forma d’estate…

  5. IN ITALIA SONO UNA MAREA DI COMUNISTI DI MERDA QUESTI CHE CI GOVERNANO INIZIANDO DA GIUSEPPE CONTE , LUIGI DI MAIO ED ALTRI INCLUSI LE REGIONI E I COMUNI , CI VOGLIONO RENDERE LA VITA IMPOSSIBILE , SE NE DEVONO ANDARE A FARE IN CULO QUESTI FIGLI DI PUTTANA , CORNUTI . non sono libero neanche di fare un bagno questa estate , che schifo .

  6. A detto il presidente della regione campania Vincenzo de Luca che chi cammina con la mascherina un pò abbassata è 2 volte deficente . Io rispondo al Presidente Vincenzo de Luca , lei è 2 volte un cornuto e comunista .

  7. Caro Giuseppe Conte , sei un bastardo figlio di puttana , te ne devi andare fuori dai coglioni testa di cazzo , figlio di puttana , faccia di merda . Sei un handicappato , sei un ritardato mongoloido , devi alzare il culo da quella poltrona che occupi , sei un incapace .

  8. Il 30 maggio dobbiamo andare tutti a Roma , piazza Montecitorio e arrivato il momento che gli italiano devono far sentire la propia voce , DOBBIAMO GRIDARE LIBERTà LIBERTà LIBERTà LIBERTà , LAVORO LAVORO LAVORO LAVORO . DOBBIAMO RIPRENDERCI LA NOSTRA LIBERTà IN MANO , LA NOSTRA VITA NORMALE .

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.