Calcio, striscione ultras a Salerno: “Non si deve tornare in campo”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
25
Stampa
Per il mondo ultras non si deve tornare in campo. E’ stato sottoscritto un manifesto internazionale da 180 gruppi, tra cui anche quelli della Curva Sud Siberiano. Anche a Salerno gli ultras fanno sentire la propria voce attraverso gli striscioni esposti in città.

Nella solita confusione, tutta italiana, risuona il grido lanciato dagli ultras: “Non si deve rigiocare!”. Anche a Salerno i sostenitori granata hanno preso posizione rispetto alla battaglia portata avanti dalle istituzioni calcistiche, soprattutto di serie A, per riprendere al più presto il campionato. Gli ultras della Salernitana hanno fatto sentire la propria voce attraverso gli eloquenti striscioni esposti in città, attraverso i quali i tifosi chiedono di non tornare in campo, alla luce di tutto quello che è accaduto.

“Con una nazione che non si riesce a rialzare, rispetto per le vittime: non si deve rigiocare”: questa è la frase scelta per chiedere lo stop definitivo. Lo striscione è logica conseguenza del manifesto internazionale del mondo ultras, sottoscritto dai gruppi della Curva Sud, che fanno parte dei 180 aderenti in tutta Italia.

“StopFootball NoFootballWithoutFans” è il nome scelto per la campagna contro la ripresa dei campionati in seguito alla pandemia da coronavirus. In sintesi, i tifosi chiedono lo stop immediato del calcio continentale, prossimo alla ripartenza.

“Siamo fermamente convinti – si legge nel manifesto – che a scendere in campo sarebbero solo ed esclusivamente gli interessi economici e questo viene confermato dal fatto che il campionato dovrebbe ripartire a porte chiuse, senza il cuore pulsante di questo “sport popolare”: i tifosi”. Gli ultras, a tal proposito puntano anche l’indice contro la cattiva gestione degli ultimi decenni, tra l’altro, già messa in evidenza, più volte dal mondo ultras:

“Oggi il calcio è considerato più come “un’industria” che come uno sport – si legge ancora nel manifesto pubblico –, in cui dove le pay tv tengono sotto scacco le società, alimentandole con i propri diritti televisivi, permettendo così alle agli stessi club di poter pagare stipendi spropositati al calciatori e di placare la sete di denaro di procuratori squali, il cui unico obiettivo è quello di gonfiarsi il portafoglio”.

“Un sistema – continuano i tifosi – basato solo ed esclusivamente su business ed interessi personali che se non verrà ridimensionato quanto prima porterà ad un solo ed unico fine: la morte del calcio stesso”. In chiusura, gli ultras si dicono pronti “a confrontarsi con chi di dovere per riportare il calcio al suoi albori, per tornare a vivere la loro più grande passione e per far in modo che questo torni ad essere uno sport popolare”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

25 COMMENTI

  1. Non ci sono commenti né parole per commentare l’incoerenza dei tifosi salernitani attuali…Io mi ricordo di una tifoseria granata che amava il calcio, la squadra ed i propri giocatori sopra ogni ragione… ma erano altri tempi… Tanto per parlare di Covid, il rischio zero non esiste in nessun ambiente di lavoro e non esisterà finchè non si sarà trovato e collaudato un vaccino. Quindi che facciamo?

  2. Caro Anonimo,nel frattempo la passione con il declino dell’etica sportiva e l’avanzamento del profitto spropositato,è andata man mano affievolendosi.Il covid-19 ,purtroppo ,ha portato morte ed impoverimento , ma credo che abbia portato anche la consapevolezza che del calcio si può fare tranquillamente a meno.

  3. Ma sono tutti tifosi cosentini!!!!!!!!!!In altri tempi,quando ognuno non faceva il solone ,si sarebbe fatto il tifo per tentare la serieA!! Questi pseudo tifosi si lamenteranno l’anno venturo che,per mancanza di capitali,saranno venduti i migliori giocatori e sarà fatta una squadretta,che per accontentarli, retrocederà tra i dilettanti,cosi saranno felici di essere tornati ai vecchi tempi!!!!!!

  4. il tifoso salernitano non è coerente! L’anno della promozione,nonostante i morti dell’alluvione a Sarno, si giocò ugualmente…allora non c’erano i benpensanti….Oggi ognuno vuole dire la propria opinione e imitano il verso di certi animali,che, a torto,vengono ritenuti stupidi……

  5. A porte chiuse gli ultras non possono fare affari. Quindi è un bene giocare a porte chiuse per un po di tempo, così tutti potranno poi ritornare allo stadio senza timori.

  6. per anonimo 20.05 meglio tornare subito a giocare così vai a vederti la partita e tua moglie riprende a fare la zocc.la

  7. Ma vergognatevi dei commenti senza senso. Col venezia nonostante la serie A tornammo a casa senza festeggiare. Informatevi. Scrivete per screditare. 262 morti anche oggi rischio focolai, ed il calcio è uno di questi, e da fine marzo che pensano al dio denaro. Mentre eravamo chiusi e medici ed infermieri morivano.Vergognatevi voi

  8. Mi dispiace miei colleghi ultras ma stavolta avete toppato!
    Il campionato deve riprendere magari in forma ridotta e portarlo a conclusione in max 30gg!!!

  9. Gli ultras di oggi non contano neanche a casa loro, figuriamoci se la loro richiesta può essere presa in considerazione, quando in ballo ci sono fior di milioni di euro…
    Statv a cas e attacat a sciarp for u balcon…

  10. E birr o Cafe o fum nun s venn senza spettatori p lor a Salernitana po’ fallì pecche nun ponn fa affar io ver o no

  11. Ma vi rendete conto che il calcio è diventato solo affare x le TV a pagamento , di un centinaio di mezze calzette di giocatori e presidenti affaristi . Ridateci il calcio di una volta .

  12. Devono fallire tutti i presidenti ed i calciatori devono andare a raccogliere i pomodori….scopate di più e cazzegiate di meno…+passera-pallone…

  13. Il calcio in chiaro sui canali tv,solo così avrà funzione sociale e non su sky o dazon prerogativa di pochi eletti

  14. Il Dio denaro muove il calcio che vuole ripartire a tutti i costi in questo momento di difficoltà per le Famiglie e i Lavoratori italiani. Gente che muore che non sa come sfamarsi e che ha perso il lavoro Questi sono i problemi che ha l’Italia in questo momento

  15. Il Dio denaro muove il calcio che vuole ripartire a tutti i costi in questo momento di difficoltà per le Famiglie e i Lavoratori italiani. Gente che muore che non sa come sfamarsi e che ha perso il lavoro Questi sono i problemi che ha l’Italia in questo momento

  16. X FATELA FINITA delle 17.51……RASSEGNATI SALERNO ROCCAFORTE INESPUGNABILE SOLO X SALERNO SOLO PER I GRANATA e soprattutto IERI OGGI DOMANI SEMPRE…N O I N O N S I A M O napoletani !!!

  17. Oggi ricomincia la Germania seeeeeee grazie ai nostri fratelli della REPUBBLICA TEDESCA 1990-2010-2014…viva la Germania inventori dell’AUTO e della MOTO….viva l’Inghiltterra terra di emigrati germanici per aver invetato il Calcio…..la Francia la macchinetta del caffè rovesciato hahaah la napoletana.,…poi vi fate la Moka della Romagna ohhh la Spagna campionato spagnolo e la nazionale dopooooo dopo quella Italiana con quei calzettoni nerii tiki taka la Sagrfada Familia quando la finisconooo e il Camp Nou suuuuu son 34 anni….Messi e Suarez quell’altro spagnolo nato in Uruguay li avete gli ambientalisti i palazzoni sulle spiagge di Barcellona…..la fiera dello smartphoneee suuuu Almodovar ahahahahh Picasso prendi la squadretta suuu in America valutano Picasso prima del 1800 solo marinai analfabeti spagnoli accoppiati alle indios…il Messicooo uhhhh el Mejico trisavolo spagnolo e mammà indios, lingua e cognomi spagnoli, che razza di nazione è el Mejico

  18. andate a roma a protestare contro i potenti del governo invece di pensare al pallone jatven

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.