Bonus mobilità per bici e monopattini, arrivano chiarimenti

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Il ministero dell’Ambiente ha pubblicato sul suo sito le Faq relative al bonus biciclette, previsto dal governo nel decreto Rilancio per incentivare la mobilità alternativa e alleggerire il flusso di passeggeri sui mezzi pubblici nelle grandi città durante la Fase 2 dell’emergenza coronavirus. Una serie di domande e risposte, quindi, che spiegano in che cosa consiste l’incentivo, come funziona, a chi è rivolto, cosa permette di acquistare e dove sarà possibile farlo.

Per prima cosa viene specificato che il bonus bici, detto anche bonus mobilità, sia un “contributo pari al 60 per cento della spesa sostenuta” erogato per l’acquisto “di biciclette, anche a pedalata assistita, nonché veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica (ad es. monopattini, hoverboard e segway)”. È previsto un tetto massimo alla spesa, fissato a 500 euro. Ma come funziona? Il sito del ministero dell’ambiente precisa che sono previste due fasi diverse: in un primo momento il cittadino verrà rimborsato del 60% della spesa sostenuta per acquistare una bicicletta o un monopattino, mentre in una seconda fase il cliente pagherà al negozio il 40% del costo totale previsto. Il commerciante riceverà poi il rimborso del 60%.

Come ottenere il bonus bici
Per beneficiare del bonus si dovrà usare una specifica applicazione web, a cui si potrà accedere anche attraverso il sito del ministero dell’Ambiente. Questa non è ancora disponibile, ma lo sarà entro due mesi dalla pubblicazione in Gazzetta ufficiale del decreto attuativo. Ad ogni modo, per potervi accedere bisognerà disporre delle credenziali Spid, cioè il Sistema pubblico di identità digitale. Fino al momento in cui non sarà attiva l’applicazione web sarà il cliente a ricevere il rimborso, che potrà essere ottenuto presentando la fattura (attenzione, non lo scontrino) allegandola alla domanda da inviare online.

Da quando invece risulterà operativa l’applicazione sarà direttamente il commerciante ad applicare lo sconto: questo sarà erogato tramite un buono di spesa digitale. In altre parole, chi desidera acquistare una bici o un monopattino beneficiando dello sconto dovrà indicare attraverso l’applicazione web il mezzo che intende acquistare: sarà poi la piattaforma web a generare automaticamente il buono spesa digitale.

A chi è destinato il bonus mobilità?
Le Faq del ministero dell’Ambiente chiarisce che l’incentivo non è destinato solo ai cittadini che abitano nei Comuni con più di 50 mila abitanti, come sembrava fosse previsto inizialmente. Infatti, si specifica, hanno diritto al bonus previsto per il 2020 tutti i maggiorenni che hanno la residenza (non il domicilio) nei capoluoghi di Regione e di provincia, indipendentemente che questi abbiamo o meno 50 mila abitanti.

Inoltre, possono usufruire dell’incentivo anche tutti i residenti dei Comuni con più di 50 mila abitanti. Non solo, il bonus è esteso anche a chi ha la propria residenza in un Comune di città metropolitane anche al di sotto dei 50 mila abitanti. Per sapere se il proprio Comune appartiene a una città metropolitano si possono consultare i siti istituzionali.

Cosa (e dove) sarà possibile acquistare grazie al bonus
Il bonus è valido per l’anno 2020. Potrà essere utilizzato un’unica volta per acquistare biciclette tradizionali o a pedalata assistita, handbike, monopattini, hoverboard, segway. Si potranno comprare sia mezzi nuovi che usati, ma il buono non potrà essere usato per acquistare accessori, come caschi, batterie, catene o lucchetto.

Un’altra importante domanda riguarda i luoghi in cui sarà possibile utilizzare il bonus. Nella prima fase (quella in cui è il cliente a beneficiare dello sconto) si potrà fare uso dell’incentivo in qualsiasi negozio, a patto che venga rilasciata la fattura da presentare poi per chiedere il rimborso. Per quanto riguarda invece la seconda fase, quella in cui bisognerà fare riferimento all’applicazione web, il ministero dell’Ambiente pubblicherà attraverso una piattaforma la lista di tutti i negozi aderenti all’iniziativa.

Sarà possibile acquistare anche online: unica condizione rimane il rilascio della fattura. In questo senso si potrà acquistare anche da siti stranieri, basta che la fattura presenti tutte le voci di quella emessa in Italia. Infine, si specifica che i bonus devono essere utilizzati entro un mese dalla relativa generazione: dopo 30 giorni non saranno più validi.

Fonte FanPage.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.