Sfogo operatore sanitario del Ruggi: “Noi, eroi a chiacchiere, nessun incentivo”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
11
Stampa
Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un operatore sanitario dell’Ospedale Ruggi di Salerno

Noi ” eroi “dimenticati. Sono un operatore sanitario e ho svolto, e svolgo il mio lavoro in ospedale,  al Ruggi di Salerno, sono stato sempre in prima linea, dal boom del virus Hiv, passando per tutte le varie epidemie che sì sono succedute sino alla Sars-2 covid 19, e questa volta mi sembra di essere ritornato al passato, e cioè quando primeggiava l’ epidemia dell’ A IDS. Tutti ti evitano perché sanno dove lavori, anche i colleghi di altri reparti cercano di evitarti, ti senti emarginato, un diverso.  Io con i miei colleghi non abbiamo mai chiesto nulla o lamentati per qualcosa, abbiamo sempre lavorato in silenzio dando la massima attenzione e disponibilità per tutti i nostri pazienti, anche quando i dispositivi di protezione individuale scarseggiavano o erano nulli, abbiamo lavorato in condizioni a dir poco ” disumane “, ma sempre a testa alta e consapevoli di quello che facevamo e di quanto eravamo importanti per quelle persone che lottavano per la vita, in molti ci hanno detto grazie, e quel grazie per tanti di noi è stata una ricompensa indescrivibile, ci siamo sentiti soddisfatti, grati per le nostre conoscenze con chi ha speso il suo tempo ad insegnarci e prepararci a combattere il nulla, un nemico invisibile che diventa un killer spietato. Ora passando per eroe, avendo dei piccoli privilegi, che molte forze dell’ordine ci hanno riconosciuto, il governo ci aveva promesso un incentivo per riconoscere la nostra capacità e la nostra dedizione nel prossimo, ed invece cosa succede?
Amara sorpresa,  NON CI SONO FONDI.
Grazie stato
Grazie governo
Grazie Conte con tutte le promesse fatte al popolo italiano.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

11 COMMENTI

  1. Ma non facciamo tutta un erba e un fascio! Ci sono medici che osservano il giuramento di Ippocrate e lavorano in silenzio e poi ci sono i cosiddetti medici ciabattini e pagnotisti!Il Ruggi ne è pieno,solo chi non è mai andato al pronto soccorso non lo sa!

  2. Non mi sembra che sia uno sfogo illegittimo. È vero che si tratta del loro lavoro, ma negli ultimi mesi se la sono vista davvero brutta. E se qualcuno ti promette qualcosa in più una tantum in busta paga come riconoscimento dello sforzo fatto, e poi i soldi non arrivano, c’è di che sentirsi amareggiati.

  3. Ma dai! Un poco di dignità! E almeno la firma! Lo sapete che non ci sono paragoni da fare con altri scenari.

  4. Ma dai! Un poco di dignità! E almeno la firma! Lo sapete che non ci sono paragoni da fare con altri scenari. Non vi siete esposti fino ad ora e adesso lo fate per spartire la torta

  5. mi piacerebbe sapere qual’è il tuo lavoro, semmai ne avessi uno, ne dubito! Tu sei il classico parassita italiano che si arrangia e campa sulle spalle dei familiari. La tua ignoranza e la tua pochezza di essere si palesa dal tuo modo di scrivere, non oso immaginare se apri la bocca cosa potrebbe uscire…. sempre che tu sia capace di formulare una frase compiuta. La cosa grave è che tu abbia gli stessi diritti delle persone civili e perbene. La prossima volta firmato come “feccia” quantomeno fai vedere che sei onesto presentandoti per quello che sei.

  6. Al Ruggi eroi Eroi? Ma quali eroi!!!! Ma se al Ruggi si sa come si entra e non si sa se ne esce vivi….. Oltre ad imparare a fare il vostro lavoro imparate ad avere anche un po di umanità

  7. Per la merda delle 8,36
    Ma forse tu sei un eroe del caso, lo scrivo come so scrivere escremento puzzolente della società perché questo tu sei merda.

  8. XTO sei patetico e volgare! Taci e non offendere persone che sono vicine a chi soffre, anche a te senza chiederti che porcherie scrivi sui social

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.