Movida selvaggia e delirio: a Napoli caos fino alle 5 del mattino

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
“Nel primo sabato con maggiori libertà dall’inizio della pandemia, la parte incivile del nostro popolo ha dato il peggio di sé. A Riva Fiorita centinaia di ragazzi hanno fatto baldoria fino alle 5 del mattino, con musica a palla, bloccando i residenti nelle proprie abitazioni con auto e scooter parcheggiati ovunque e facendo talmente baccano che in pochi sono riusciti a dormire.

In tantissimi erano assembrati sugli scogli, molti senza mascherina. Una situazione pericolosa sia per l’ordine pubblico e per la sicurezza, e sia per il contrasto al contagio. Al Vomero, addirittura, un uomo, durante un controllo ha aggredito due agenti, per poi darsi alla fuga prendendo quasi in ostaggio una ragazza. Situazioni di puro delirio di gente in preda ai fiumi di alcool e all’inciviltà.

E questa mattina da Mergellina a via Aniello Falcone, dappertutto si trovano rifiuti, bottiglie di vetro e cartacce. Il Comitato tecnico scientifico è stato chiaro: in questa fase serve assolutamente vietare assembramenti. Per questo motivo serve un tavolo di confronto fra istituzioni, forze dell’ordine e associazioni di categoria per trovare la strategia migliore da attuare nei prossimi weekend per garantire entrare ai locali, ma evitando situazioni del genere.

Non ha alcun senso chiudere i locali alle 23, se poi i ragazzi restano in strada fino all’alba. Servono presidi di polizia fissi nei luoghi più sensibili e attuare provvedimenti per evitare il degrado, come applicare una sovrattassa sui vuoti, da restituire al cliente alla riconsegna”. È quanto dichiarato da Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi che è stato contattato da centinaia di cittadini esasperati.

“Siamo disperati, la situazione è insostenibile. Siamo rimasti bloccati in casa. Fino alle 5 del mattino centinaia di ragazzi sono rimasti a far baldoria, non abbiamo dormito, non si può star così. Abbiamo chiamato ripetutamente le forze dell’ordine, ma nessuno è mai venuto ad aiutarci. A che serve stare a distanza nei ristoranti, nei negozi, se a centinaia si assembrano all’esterno dei locali o sugli scogli? Serve un presidio fisso, non si può vivere così”. Questa la testimonianza del dottor Esposito del comitato Riva fiorita.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.