Salerno: negozi vuoti e bilancio nero a 10 giorni dalla riapertura

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
16
Stampa
Pochi clienti e soprattutto pochi soldi. Ripresa del commercio in salita dopo lo stop causato dall’emergenza Coronavirus. In un reportage del Mattino, oggi in edicola, emerge una situazione preoccupante per tante attività commerciali della città. Clienti pochi e al verde. Manca lo shopping dei turisti e la boccata d’ossigeno che arrivava dalla provincia con molti acquirenti spinti in città per acquistare abiti per cerimonie che sono invece bloccate, almeno per ora.  A dieci giorni dalla riapertura la situazione è molto complessa. Il settore abbigliamento perde l’80 per cento del fatturato. E non va meglio per alberghi, strutture ricettive e ristoranti. Resistono alimentari e prodotti per la casa

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

16 COMMENTI

  1. Chiedete un bonus di 5.000 mensili, in base alle dichiarazioni fiscali 2019 però….Siete una pletora di evasori

  2. se non si potranno organizzare le luci per natale me ne devo fare risate… conosco tutti i feroci critici di De Luca… voglio proprio vedere se avranno il coraggio di far vedere il loro muso in giro quando vedranno che miseria ci sara’!!!
    senza le idee di De Luca eravamo già da anni alla canna del gas..

  3. Ditemi se è normale che si paga una bottiglia di alcool € 5,00 subito il giorno dopo inizio pandemia,e poi questi commercianti che vorrei vedere se sono in regola con le tasse , ora i prezzi sapete come aumenteranno per recuperare? Io vi consiglio se notate prezzi eccessivi di chiamare subito la guardia di finanza però acquistate prima così con lo scontrino potete dimostrarlo. E come già detto da altri voglio proprio vedere se si faranno le luci di artista stiamo con gli occhi aperti.

  4. Dovete alzare la mattonella e tirare fuori i soldi a nero che avete evaso
    DAI alza la mattonella… Piano piano senza farti male

  5. La crisi ha colpito tutti, non solo i negozianti, la gente tende a non fare spese inutili. Purtroppo la politica non c’entra molto, una cosa è permettere che si apra, un altra cosa è fare in modo che la gente poi vada a fare shopping.

    Uguale per ristoranti, pizzerie, lidi, alberghi, agriturismi, palestre ecc ecc

    Ci metteremo un paio d’anni a ritornare al livello precedente, ammesso e non concesso che non ci siano nuovi focolai in autunno.

  6. La verità è che si stava meglio prima sicuramente, con i TURISTI, con le luci e con le tante manifestazioni che esistevano in città e in provincia. Tante iniziative che facevano da traino a tutti i tipi di economie commerciali, alberghiere ed extraalberghiere. Vorrei chiedere a queste persone che vanno contro i lavoratori autonomi, ma voi campate con il posto fisso? Ma credete chi lavora in proprio si arricchisce, io onestamente riuscivo a tirare uno stipendio pieno, i sacrifici sono tanti miei cari, come x tutti, d’altronde. Ma poi se credete che vi rifilano una sola perché continuate ad andare in certi luoghi, probabilmente perchè conviene anche a voi. Pensate ai vostri bilanci, e siamo OTTIMISTI almeno questo nessuno c’è lo può togliere. E non guardiamo Sempre gli altri, sprechiamo energia….fisica e mentale.

  7. Mi pare di capire che c’e’ una sorta di caccia alle streghe contro autonomi e partite Iva. Ma qui se cadono loro cadono tutti. Incominceremo a capire che se non ci saranno accertamenti fiscali e verifiche da fare, tanti dipendenti del fisco non serviranno; se non si apriranno nuove posizioni tanti dipendenti delle camere di commercio saranno inutili. Se la didattica sara’ a distanza tanti insegnanti e personale Ata potranno dedicarsi alla terra. In Italia se le cose girano, girano per tutti. Se le cose non girano dalla giostra scenderanno tutti.

  8. i commercianti devono attendere che la gente si renda conto di poter uscire liberamente, certamente inizieremo ad acquistare molti prodotti merceologici, ma con calma, chi si aspettava le file avanti ai negozi di abbigliamento e pelletteria, vive fuori dalla realtà. Importante è che certamente spenderemo ed anche in modo soddisfacente. Purtroppo le liberalizzazioni di qualche anno fa avranno effetto negativo sul commercio. Non si possono concepire migliaia di negozi che vendono stessi prodotti, anche senza pandemia avremmo avuto una profonda crisi. Chi vuol distrarre i cittadini, affermando che molti negozi merceologicamente uguali consentono di calmierare i prezzi, cretinate e falsità, può valere solo nelle metropoli questa teoria dove spendono milioni di persone, ma nei centri medi è una politica fallimentare; lo dimostrano i fatti.

  9. Quanti invidia in certe risposte. Il commercio salernitano rifiorire e De Luca sarà la linfa vitale

  10. Anche prima del covid e da anni ormai a Salerno non è rimasto più un negozio di abbigliamento degno di questo nome. Tranne ormai lo storico Brancaccio francamente per l’abbigliamento serio e di marca solo da Nspoli in su. Sul corso ormai solo negozi di quattro soldi e venditori di patatine fritte

  11. è la solita storia di tutti gli anni. Non fa ancora caldo e la gente aspetta i saldi.

  12. Ma gli stipendiati sono scatenati, Probabilmente ci stanno vedendo dalla finestrella sul mare ( chi la tiene ovviamente) che stiamo uscendo in barca a goderci la domenica.
    Tranquilli domani tornare dietro le scrivanie a sognare e dormire…

  13. E quanto accanimento poi verso chi ha avuto lo stomaco e le palle di farsi un attività
    propria poggiata sulle macerie create già da decenni da politici incapaci e da PARASSITI DA
    RETROSCRIVANIA.Da chi d’inverno lavora al caldo e l’estate lavora al fresco con climatiazzotori
    pagati anche da QUELLI CHE EVADONO!Lo stipendiuccio(decine di migliaia di euro all’anno a voi vi arriva preciso a fine mese?Pulito,pulito?A qualcuno no!E comunque per quanto si possa evadere
    I.N.P.S,INAIL,IVA eS.S.N. le devono pagare per forza se no è CHIUSURA.Io queste cose le ho pagate
    senza prendere un raffreddore per oltre 40 anni,a farmi medicare al pronto soccorso,fuori orario di
    lavoro, quando mi facevo male,SUL SERIO,per tornare ad essere puntuale nel lavoro con i miei clienti.Adesso ho alzato la MIA MATTONELLA e di quello che ci ho trovato sotto sto mangiando,senza sussidi,senza pensione e senza prendere dagli altri.

  14. Chi critica ha il culo coperto perché stipendiato dallo Stato. Ma se chiuderanno tutte le attività, il loro stipendio chi lo darà, vorrei vedere cosa sapranno fare!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.