Calcio a 5, Alma Salerno: Marcelo Magalhaes è ufficialmente il nuovo allenatore granata

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
L’Alma Salerno abbraccia Marcelo Magalhaes. Il brasiliano è ufficialmente il nuovo allenatore della società granata: superata la corte di altre società, l’Alma per il dopo Mainenti cede le chiavi della panchina al mister di San Paolo.

Il tecnico, tornato in Sudamerica a seguito della pandemia covid 19, porge i suoi ringraziamenti al presidente Marco Bianchini e al direttore generale Antonio Peluso, i quali hanno lavorato sotto traccia per portare all’ombra del Pala Tulimieri un profilo di alto livello. La ripresa, ancora lontana, parte sotto i migliori auspici.

“Essere corteggiati dall’Alma è motivo di grande orgoglio, significa che il tuo lavoro è apprezzato ed è il riconoscimento di un percorso importante”. Il curriculum di Magalhaes è quello di un professionista eclettico, abituato a stili di futsal anche diversi tra loro. In Italia Magalhaes è conosciuto per aver costruito isole felici del calcio a 5: Giovinazzo, la sua ultima esperienza italiana, era in lotta per il primato prima della pausa.

Il brasiliano ha guidato inoltre Fuorigrotta, con cui ha vinto un torneo di B. Magalhaes è conosciuto inoltre nella Capitale per aver avviato, in questi anni, un progetto improntato sui giovani, togliendo la tuta e vestendo i panni del direttore tecnico: con l’under 17 della Roma è arrivato alla soglia delle finali scudetto di categoria. Italia ma non solo: il tecnico è una vecchia conoscenza del futsal spagnolo.

Al brasiliano sono legate diversi sodalizi del panorama iberico: Guadalajara, Salamanca, Burgos, Montada e Prone Lugo hanno plasmato il Magalhaes moderno, il quale basa il proprio credo senza fossilizzarsi su un singolo modulo ma adattando i calcettisti alle diverse situazioni di gioco.

L’obiettivo della società guidata da Marco Bianchini è quella di valorizzare gli enfant prodige del territorio. Presto per parlare di calcio giocato, ma le idee di Magalhaes sono chiare: “Ho già parlato con la dirigenza: voglio gente motivata e giovane, a prescindere dai nomi. Naturalmente, i risultati faranno seguito alle prestazioni del collettivo. Salerno deve maturare una mentalità ambiziosa dopo le ultime due stagioni”.

Il futuro del calcio a 5 in due parole: “Ridimensionamento e adattamento saranno i binari da percorrere, sui quali far viaggiare il futsal del domani, ognuno deve rivedere la propria dimensione. Gli atleti hanno bisogno di maggiori certezze e bisognerà lavorare molto sulla testa di ogni singolo atleta per plasmare un gruppo vincente”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.