Covid in Campania: nel salernitano i contagi totali rimangono fermi a 689

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Il punto alle ore 23.59 di ieri sul covid in Campania:

Totale positivi: 4.608

​Totale tamponi: 234.666

Totale deceduti: 430

Totale guariti: 3.841 (di cui 3.828 totalmente guariti e 13 clinicamente guariti. Vengono considerati clinicamente guariti i pazienti che, dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione virologicamente documentata da SARS-CoV-2, diventano asintomatici per risoluzione della sintomatologia clinica presentata ma sono ancora in attesa dei due tamponi consecutivi che ne comprovano la completa guarigione).

Il riparto per provincia:

Provincia di Napoli: 2.636 (di cui 1.006 Napoli Città e 1.630 Napoli provincia)

Provincia di Salerno: 689

Provincia di Avellino: 548

Provincia di Caserta: 470

Provincia di Benevento: 209

Altri in fase di verifica Asl: 56

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. come il caso tra i tanti riportati da Repubblica? quello della signora bloccata in casa come “positiva” perchè il primo tampone risultò positivo a marzo, e in tre mesi non le hanno fatto altri tamponi.. quindi nelle statistiche risulta tra i positivi da tre mesi.. Ecco uno dei modi per tenere alto il terrore nelle varie menti annebbiate dalle tv di regime. Senza contare poi che i tamponi hanno un’elevatissima percentuale di falsi positivi, e gli stessi “esperti” dicono che vanno rifatti fino a 5 volte per avere la certezza della positività.. Vabbee, che ne parliamo a fare, ci stanno le foche al balcone che non vogliono sentire, non ci arrivano proprio

  2. l’INPS dichiara che tra marzo e aprile in Italia si sono registrati 47.000 morti in più rispetto alle previsioni. basate sugli anni precedenti. Trai tu le conclusioni

  3. e da quanto in qua l’inps fa le autopsie? e si occupa di medicina ed epidemiologia? quello studi l’ho letto benissimo ed è assolutamente strumentale. si basa su una grande errore, casuale o voluto non so, o è solo un rapporto propagandato male.
    Il punto è che hanno confrontato un “picco” di un anno con una media! se critichi un picco non puoi confrontarlo con una media! devi vedere gli altri picchi. Non solo, il picco influenza-polmonite ogni anno viene in un mese diverso, da novembre a marzo. Quindi se mi confronti un picco di un anno nel 2020 con lo stesso mese dell’anno precedente in cui però il picco ci è stato due mesi prima.. è chiaro che i dati li stai usando in modo strumentale o errato! Al massimo dvrebbero specificare, inps e giornalisti, che esiste questa differenza di cui ho parlato.
    Poi magari dovrebbero pure dire queste “previsioni” di morte da dove vengono.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.