La mascherina ha evitato 78mila contagi: lo studio

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Come comunicato dal presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, dal 22 giugno l’uso delle mascherine all’aperto non sarà più obbligatorio. Eppure, l’uso della mascherina tra il 6 aprile e il 9 maggio avrebbe evitato più di 78.000 contagi in Italia da Coronavirus.

Dal 22 giugno l’uso della mascherina non sarà più obbligatorio in Campania: uno studio conferma però l’utilità del dispositivo
E’ quanto emerge da uno studio americano coordinato dal premio Nobel per la chimica Mario J. Molina dell’Università della California a San Diego. La ricerca, pubblicata sulla rivista dell’accademia americana delle scienze (Pnas), mette a confronto le strategie di contenimento del nuovo coronavirus attuate nel nostro Paese con quelle di New York e Wuhan, dimostrando che l’obbligo della mascherina nei luoghi pubblici è lo strumento più efficace per fermare la diffusione di Covid-19.

“La trasmissione aerea del virus è molto aggressiva e rappresenta la via principale di diffusione della malattia”, scrivono gli autori dello studio. “La nostra analisi rivela che l’obbligo di schermare la faccia è determinante nel modellare la curva della pandemia nei tre epicentri”. Il solo utilizzo delle mascherine “ha ridotto in maniera significativa il numero di infezioni di oltre 78.000 unità in Italia tra il 6 aprile e il 9 maggio, e di oltre 66.000 nella città di New York tra il 17 aprile e il 9 maggio. Le altre misure di mitigazione, come il distanziamento sociale implementato negli Stati Uniti, da sole non sono sufficienti a proteggere la popolazione”.

fonte Internapoli.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Andatelo a dire agli scienziati ignoranti di Vvongola Verace,Antonello 70 ,Runner..etc….GNURANT!

  2. Salerno: è una stupidaggine questo studio, così come quello sulla clorochina di Manaus e quello del Lancet, RITIRATO con tante scuse e figura di m. Ancora non avete capito che girano troppi interessi in questa storia??
    Perchè è una stupidaggine quello studio? per un motivo tra i tanti: come si fa a ragionare in termini di “se non avessi—-sarebbe”???!! da quando in qua la storia si fa con i se?? e la scienza poi…!
    Non lo capite che sono studi fatti ad arte per combattere politicamente Trump e una particolare idea di economia e controllo su tutti gli stati del mondo??
    Paragonare Wuhan, Italia (tutta?!!? milano uguale al paesino sperduto in Sardegna??), con NewYork?? e daiii, un poco di cervello.. leggetevi lo studio in questione e capirete.. come pure quelli di Manaus e Lancet.. (manaus hanno dato dosi triple rispetto alla dose massima consentita.. e hanno concluso che il medicinale è tossico! strano no?!)

    Runner, non ci arrivano, è inutile, il lavaggio del cervello è stato pesante e costante..

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.