Stipendi di marzo e aprile i calciatori della Salernitana rinunciano alle retribuzioni

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
A differenza di quelli d’altri club che annunciano accordi in realtà mai trovati la Salernitana avrebbe trovato l’intesa con i propri tesserati per le retribuzioni relative ai 40 giorni di stop.

Secondo voci non confermate tutti i calciatori avrebbero rinunciato a 40 giorni di retribuzioni senza distinzioni d’ingaggio tra chi percepisce cifre sontuose e chi meno.
Ma alla base di quest’intesa non è escluso che possa esserci sullo sfondo un bonus, un premio promozione che colmerebbe il taglio. Proprio il co patron granata Marco Mezzaroma sarà a Salerno la prossima settimana non solo per spronare la squadra alla ripresa del campionato ma anche per ratificare gli accordi

Il gruppo allenato da Ventura non ha messo ancora nero su bianco si legge su Il Mattino. Bisogna trasformare le buone intenzioni in fatti concreti con l’accordo collettivo che possa stare bene indifferentemente a 28 giocatori. Dunque, potrebbero essere necessari molto probabilmente incontri singoli tra Mezzaroma e i vari calciatori interessati. Sul piatto, oltre che la mensilità di marzo e quella di aprile, anche i vari premi legati a gol e assist o presenze, quello per l’eventuale promozione in A o raggiungimento dell’obiettivo playoff, ma anche il discorso delle ferie: le società ritengono che esse siano state già scontate a marzo, tuttavia se malauguratamente la squadra dovesse giocare l’ultima partita il 31 luglio all’ultimo atto della regular season – senza andare ai playoff – si ritroverebbe a trascorrere un inedito agosto al mare, per poi riprendere dall’1 settembre.

Un’incognita anche qui. Occorrerà attendere anche la svolta dei dialoghi tra Assocalciatori e Federcalcio su un possibile accordo sul contratto collettivo dei calciatori, che ovviamente rappresenterebbe solo un “consiglio”, ma non un’imposizione su contratti di lavoro già firmati dai diretti interessati: le indiscrezioni pubblicate oggi dal quotidiano Il Mattino parlano di possibilità che ai calciatori venga corrisposto il minimo sindacale per i mesi “surplus” di luglio e agosto (per la B circa 1500 euro) in aggiunta all’intero ingaggio concordato a inizio stagione per l’annata sportiva completa (al netto di accordi di tagli che appunto ogni club deve trovare per evitare il famigerato contenzioso, che pure consentirebbe alle società attualmente di iscriversi al torneo 2020/21). Poi, l’anno prossimo le mensilità sarebbero dieci e non dodici, senza che la modifica comporti tagli all’ingaggio annuale concordato.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. c’è tanta gente che ci ha dovuto rinunciare per forza e nessuna ha pubblicato nulla , bellissimo gesto ma queste cose si fanno senza dire nulla.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.