Arrestato Emilio Fede a Napoli: era evaso dai domiciliari per festeggiare

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
16
Stampa
Il giornalista Emilio Fede è stato arrestato ieri sera a Napoli per evasione. L’ex direttore del Tg4 – come riporta il quotidiano napoletano “Il Roma” – pare che fosse a cena con la moglie sul lungomare partenopeo per festeggiare il suo 89esimo compleanno quando dei Carabinieri in borghese lo hanno avvicinato notificandogli il provvedimento del magistrato di Milano. Gli è stata contestata l’accusa di evasione dai domiciliari.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

16 COMMENTI

  1. Dopo la scarcerazione dei boss ci voleva un segnale forte dello Stato, grazie ministro ora l’Italia è un Paese più sicuro dopo questo grande arresto!

  2. Concordo con il commento delle ore 11:18, il segnale e la giusta attenzione dello Stato è rivolta ad un innocuo vecchietto di 89 anni, ma per i boss scarcerati….complimenti….e poi ancora che nominate berlusconi che non conta più niente nel panorama politico…il diavolo in persona ….ma pensate a quelli che stanno ora al governo ed esprimete giudizi su quello che fanno (positivi o negativi), senza essere sempre prevenuti e di parte pendendo esclusivamente dalla bocca del “soviet sterminatore”….non è tifo calcistico…per alcuni la coerenza e l’obiettività sono opzional non di serie!

  3. Aveva avvisato i CC del suo spostamento da casa al ristorante, perché un giudice nr ha ordinato l’arresto come se fosse”evaso”?

  4. Dopo che non è stato più sotto l’ala protettiva del Berlusca,solo figure di merda e vita da parassita,quindi unica soluzione,cremazione e poi ceneri nelle fogne

  5. Semplicemente perché quello spostamento non era stato autorizzato dal magistrato. Se sei agli arresti domiciliari non puoi “comunicare” uno spostamento, devi chiedere un’autorizzazione e solo dopo che ti è stata concessa (sempre che sussistano valide motivazioni!) puoi uscire.

  6. Per mai più pd
    Vedi che lo spostamento è stato da Milano a Napoli “scetate” e pó vuot a chi vuo tu, ma scetate.

  7. bravo 11.18 ! ma basta leggere 10.48, 13.11 per capire che a sinistra c’è troppa gente con psicosi indotte, vuoi berlusconi, vuoi salvini, voui chi vuoi. E poi non fanno una piega quando vengono scarcerati, DAL PD, centinaia di persone di cui molti al 41bis..
    In questo caso Fede aveva avvisato i Carabinieri dello spostamento, cambio di residenza a Napoli, ma non avrebbe atteso la conferma del giudice. Tra l’altro non era esattamente ai domiciliari ma affidato ai servizi sociali..
    Purtroppo se stiamo dove stiamo è per colpa dei tanti che gioiscono per un fatto del genere, un 89enne poi, e non vedono le scarcerazioni e il carcere anticostituzionale a cui proprio pd e 5s ci hanno obbligati tutti.

  8. I detenuti non sono scarcerati dal PD, né dai 5S o da Salvini e la Meloni. Vengono scarcerati ( o incarcerati ) solo da un giudice. Si chiama separazione dei poteri ed è un principio cardine della nostra Costituzione.

  9. Hai fatto diventare il Covid una bufala monta ad arte dalla sinistra, sei terrorizzato da una rielezione di De Luca e spari ca……a 360 gradi

  10. storia di un cretino: 22e49. Gino ha votato per DeLuca alle regionali. Fine della storia.

    21.58, falso tu e la tua storiella della magistratura. Da bravo ignorante di sistema non hai neppure seguito la questione che era competenza non del tribunale ordinario ma di vari organi, quali il DAP, e lo stesso ministro.
    L’AGI titolava “Colpo di freno sulla scarcerazione dei boss: sospesa la circolare sul rischio di contagio Covid” e il Messaggero “Boss scarcerati per l’emergenza Covid, il Dap sospende la circolare”. Ti risulta che i giudici facciano le circolari?!??!
    Ecco, adesso che ti ho colmato l’ignoranza, seppure in minima parte, corri a vergognarti. (da solo e senza mascherina, allo specchio)

  11. 22.49, è facile dire che Gino spara caxxte, ma di fatto non dici quali sono e perchè lo sarebbero, neppure una. Quindi sei solo un inutile inetto che non sa cosa dire, e il massimo a cui arriva è il commento inutile delle 22.49, il vuoto assoluto, infarcito di gratuite offese.

  12. Il pesce puzza dalla testa ovvero le leggi si applicano ai nemici e s’interpretano per gli amici. Nessun governo sinora, compreso quello giallorosso attualmente al potere, si è mai premurato di togliere autonomia alla magistratura quando si tratta di provvedimenti di scarcerazione verso soggetti criminali associati in carcere per il famoso 41bis. Ora dopo che i buoi son scappati dalle stalle il ministro incompetente ha provveduto con un suo decreto a far sì che i soggetti scarcerati assoggettati al 41bis possano rientrare in carcere dopo la fine dell’emergenza sanitaria. Ma il segnale che è stato dato è indubbiamente devastante, come molti specialisti del settore in particolare i magistrati dela direzione nazionale antimafia hanno riconosciuto. Non vi sembra strano che tanti magistrati di sorveglianza in Italia abbiano potuto adottare centinaia di provvedimenti di scarcerazione, senza che l’autorità politica ne sappia nulla? E’ un offesa all’intelligenza, e in tutto ciò non fa affatto scalpore il mediatico arresto di Emilio Fede per aver evaso l’affidamento ai servizi sociali. Come dicevano il grande Giovanni Falcone: “Dove comanda la mafia i posti nelle istituzioni vengono tendenzialmente affidati a dei cretini” e il grande Paolo Borsellino: “Lo Stato e la mafia sono due poteri che occupano lo stesso territorio. O si fanno la guerra o si mettono d’accordo” e mai come in questo preciso momento storico e con questo governo si stanno avverando le parole dei due nostri grandi eroi…………………………

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.