De Luca, “Bulgari scappati da Mondragone sono andati verso la Piana del Sele”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
18
Stampa
Sono 49 i contagiati nella comunità bulgara di etnia rom residente a Mondragone, in provincia di Caserta. Il focolaio nei palazzi Ex Cirio sta generando tensioni da giorni e oggi un gruppo dei rom residenti nell’area ha forzato la zona rossa anti contagio per protesta causando problemi alle forze dell’ordine che presidiano l’area. La situazione è grave, anche perché nel frattempo si sono perse le tracce di alcuni positivi. Le forze dell’ordine che presidiano i varchi sono riuscite a riportare dentro i rom. Poche ore dopo alcune decine di cittadini di Mondragone hanno avviato un presidio di protesta nei pressi di uno dei varchi di accesso alla zona rossa, esprimendo preoccupazione per la diffusione dei contagi.

Dal canto suo, il governatore campano Vincenzo De Luca annuncia l’arrivo dell’esercito. “Questa mattina ho avuto un colloquio con il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese in relazione alla zona rossa istituita negli ex palazzi Cirio di Mondragone – riferisce De Luca -. Ho chiesto l’invio urgente di un centinaio di uomini delle forze dell’ordine per garantire il controllo rigoroso del territorio. Il ministro ha annunciato l’arrivo di un contingente dell’esercito. Noi abbiamo messo in quarantena le 5 palazzine, non abbiamo voluto penalizzare tutta la città di Mondragone con ragazzi alle prese con gli esami di stato e con la stagione balneare che è partita. Faremo i tamponi alle persone della zona. Se dopo la campagna di tamponi saremo con 5-7 positivi allora possiamo stare tranquilli, ma se ci sono un centinaio di positivi chiuderemo in toto Mondragone. Massima collaborazione dai cittadini, dalla zona rossa non deve entrare e uscire nessuno. Ieri 4-5 bulgari sono scappati verso la Piana del Sele, occhi aperti tutti. Situazione Mondragone con immigrati non nasce oggi, situazione vecchia come Castelvolturno”.

Il focolaio si è rivelato dopo la scoperta di due casi positivi la scorsa settimana: prima una donna incinta che ha partorito all’ospedale Sessa Aurunca, poi un altro esponente della stessa comunità. Le autorità hanno condotto uno screening a tappeto e hanno chiuso i cinque edifici del complesso residenziale ex Cirio in una zona rossa. Nell’area vivono circa 300 italiani, quasi 200 rom bulgari ma anche cittadini di Ucraina, Tunisia, Russia, Romania, Polonia, Moldavia, nonché provenienti dal Sud America, Brasile e Venezuela, e dal Nord Africa (Tunisia e Marocco). L’area è off limits e i risultati dei test mostrano via via la presenza crescente di casi positivi. Le persone in quarantena sono circa 700 e 49 di loro sono già positivi conclamati (tutti rom bulgari ad eccezione di 3 italiani). A quanto pare, nessuno di loro è sintomatico.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

18 COMMENTI

  1. ma chi glielo ha detto dove sono andati?!? se li hanno visti perchè non li hanno rintracciati?!? cos i pazz!!

  2. E tu sei rimasto con il lanciafiamme in mano?
    Il salvatore della Campania…….
    Che munnezz…..

  3. Fase 4: Che inizi la Caccia ai bulgari asintomatici ora, porteranno la peste nelle nostre case….

  4. Giusto, chiudere tutto da Mondragone alla piana del Sele e tutti in smart vuorching

  5. Ma quante stronzate sto leggendo ovunque : secondo me l’unico obbiettivo è rinchiudere di nuovo tutti, fatela finita con queste storie quantomeno strampalate!
    E le pecore foche al seguito. …..

  6. qualcuna delle foche mascherate sa dirmi quanti sono i morti per polmonite COMUNE – NON COVID da inizio anno?? è forse sparita pure quella?

  7. Megaloman, ecco, bravo, fino al vaccino obbligatorio pertutti, che hanno già comprato nonostante non esistesse ancora e neppure si sa se funziona. questo le pecore le foche e i tordi non lo capiscono. il governo democratico di sinistra ha comprato per milioni di euro dei vaccini che ancora non esistono e potrebbero anche non funzionare. e comunque ancora non sono testati. Questo dovrebbe far indignare TUTTI e pure far aprire inchieste della Magistratura e della Corte dei Conti..
    ma… i soldi sono troppi e gli interessi ancora di piu in questa vicenda che di virale ha solo la perdita di logica delle pecore mascherate

  8. Mo’ so cavoli per il governatore. ….si vota a settembre, sono scappati i bulgari…..Campania infelix.

  9. Grande Papino, il salvatore della Campania
    Grazie a te siamo vivi…. 😂
    Gli ebeti parassiti lo sostengono con la speranza degli aiutini

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.