Manutenzione stradale, la deputata Anna Bilotti interroga il ministro

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
Il 42% delle strade regionali e provinciali si trova nel Mezzogiorno, ma per la loro manutenzione si spende meno del 30% del totale nazionale.

Parte da questi numeri l’interrogazione che la deputata Anna Bilotti (Movimento 5 Stelle) ha indirizzato al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, chiedendo quali iniziative il Ministero intenda intraprendere «per ridurre lo squilibrio infrastrutturale tra Nord e Sud del Paese alla luce dell’impossibilità degli enti provinciali e regionali di garantire la necessaria manutenzione ordinaria e straordinaria delle reti viarie di competenza».

L’idea è quella di intervenire sul piano “Rientro strade” approntato di concerto tra Anas e Ministero, che proprio per fare fronte alla difficoltà degli enti locali nel garantire una viabilità sicura e decorosa prevede la riclassificazione di un elenco di vie regionali e provinciali trasferendone la competenza all’Anas.

Anche in questo piano si starebbe infatti riproponendo, al momento, la disparità tra Nord e Sud: «Da quanto si evince dagli atti ministeriali – scrive la parlamentare salernitana – solo una percentuale minima della rete viaria soggetta a riclassificazione avrebbe coinvolto le strade delle regioni meridionali, basti pensare ai 1000 km della regione Lombardia contro i 200 della regione Campania».

Da qui la sollecitazione al ministro, con particolare attenzione ai disagi che si registrano nella provincia di Salerno e nel resto della regione. «I risultati dell’asimmetria territoriale sono sotto gli occhi di tutti – sottolinea Bilotti – alla luce dello stato di abbandono, di incuria e quindi di pericolo in cui versano le infrastrutture stradali.

Ne è un esempio in Campania la strada regionale 164 (ex Statale164 “Delle croci di Acerno”) che si snoda tra le province di Salerno e Avellino per 76 km e che collega la Valle del Sele con l’alta valle del Calore Irpino. Ad oggi frane, smottamenti e mancanza di manutenzione ne condizionano per lunghi tratti l’agibilità nonostante il valore funzionale e la valenza paesaggistica».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. Ma quale manutenzione? Voi pensate alle strade?! Pensate alla monnezza che sommerge Salerno…la città più sporca d’Italia… Ieri sera ho mangiato al centro con amici, alle mie spalle un mare di cartoni e sacchetti di rifiuti nelle aiuole, un lezzo da far vomitare. Una società che non assicura una pulizia costante, che non svuota i cestini, che non spazza le strade al centro dove si presuppone dovrebbero transitare i turisti, che non raccoglie l’immondizia davanti a tutti i portoni la mattina, per antipatia e simpatia. I turisti (ma sarebbe giusto anche solo per i salernitani) dovrebbero essere accolti dalla massima pulizia che dovrebbe essere controllata tutta la giornata e non solo poche ore la mattina tardi. è un disastro! ma quando vogliamo aprire gli occhi e cambiare musica. Noi paghiamo per decoro e igiene, soprattutto in questo momento…

  2. ma quale 5 stelle si sono dimostrati per quello che sono attaccati alla poltrona ed ai soldi peggio di quelli del pd,cara salernitana hai ragione al 100×1000 ma delle citta’ e della popolazione se ne fottono pensano solo ai c….loro.

  3. Ma se per ogni cosa che si deve fare imbandite “un tavolo” per decidere e non decidere.Andate a casa cialtroni,incapaci e manettari.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.