Rendimento posto lockdown, crollo della Salernitana

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Partiamo dalla fine, dagli ultimi venti minuti della gara con la Cremonese. Va dato merito alla Salernitana di essere riuscita a riprendere una partita che si era messa male, malissimo. Sul ciglio del burrone (perché una sconfitta casalinga, dopo il pari interno col Pisa e lo stop di Chiavari, sarebbe stata devastante) i granata hanno avuto la capacità di rialzarsi. Spinti soprattutto dalla forza della disperazione, al di là degli schemi.

Ma gli ultimi venti minuti non cancellano la maggior parte di una partita negativa, condita da tanti errori e da una tensione evidente nella squadra. Aspetto che prima si è cercato di giustificare con la tanto chiacchierata “pressione della piazza” ma che ora, con gli stadi chiusi al pubblico, evidentemente va spiegata in altro modo.

La verità è che la Salernitana, anche con la Cremonese, non è riuscita a fare gioco, è stata lenta nel consueto giropalla e ha strappato un punto in casa al 96° grazie a due rigori e ad un goal sugli sviluppi di un corner.

I granata non mostrano assolutamente quella convinzione e quella sicurezza che dovrebbe avere chi punta in alto. Se anche Ventura arriva a dire “dobbiamo crederci davvero ai playoff, altrimenti è meglio andare prima in vacanza”, quando fino a qualche giorno fa parlava anche di promozione diretta, qualcosa vorrà pur dire.

E non possiamo sempre appellarci agli episodi perché questi fanno parte del gioco e valgono per tutti. Così come è fuori luogo e fuori tempo parlare ancora di “squadra che sta crescendo, ci vuole tempo”. Siamo a fine stagione e tempo a disposizione per crescere non ce n’è più.

Nel post-lockdown la Salernitana ha raccolto due punti in tre partite. Peggio hanno fatto solo Ascoli, Cremonese, Juve Stabia e Frosinone. Ora i granata hanno appena una lunghezza di margine dal nono posto. Per restare nei playoff serve una decisa variazione di rotta. Sempre che, riprendendo il concetto di Ventura, ci sia la giusta convinzione per gli spareggi promozione.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Ma quale crollo di rendimento, è sempre tutto calcolato come ogni anno e non pensiate sia finita perché finché non si uscirà definitivamente dalla zona playoff lo strazio continuerà. Grazie a tutti coloro che si sono venduti per una iscrizione tranquilla, complimenti! I veri tifosi della Salernitana non possono più accettare di essere la succursale della laxio e la barzelletta d’Italia. Fuori da Salerno la banda dei romani

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.