De Luca show all’inaugurazione del mercato Coldiretti: «Olio tunisino come nafta»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa
Se volete l’olio tunisino lo pagherete un terzo ma non è olio, somiglia alla nafta. Non è olio quello e la stessa cosa accade con il pomodoro cinese che è un’altra cosa rispetto al San Marzano. Quindi dobbiamo difendere la qualità con rigore» ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca a margine dell’inaugurazione del mercatino stabile di Coldiretti e Campagna Amica a Napoli, nel quartiere di Fuorigrotta.

«Dobbiamo rilanciare il comparto – ha detto De Luca – che può essere una grande ricchezza per l’Italia, i prodotti agricoli di qualità rendono inattaccabile l’offerta in un momento in cui abbiamo una invasione di prodotti di bassa qualità, come appunto l’olio tunisino, le castagne che vengono dalla Turchia e così via”.

“Con tutto il rispetto, ma la qualità italiana è inarrivabile e bisogna promuovere le nostre produzioni all’estero, non dobbiamo farci scavalcare sui mercati sui prodotti di qualità, pensiamo al parmesan degli Usa, una autentica porcheria che non ha nulla a che vedere con il nostro parmigiano».

Invece «questo mercato stabile di Coldiretti a Napoli credo che abbia una doppia importanza, la prima nei confronti di cittadini e consumatori, offrendo un luogo per l’acquisto di prodotti a chilometro 0, dall’altra un’occasione per avere un contenimento dei prezzi prodotti agricoli e garanzia di qualità» dice De Luca:

«La Coldiretti mantiene la sua linea di apertura di punti vendita come occasione per valorizzare l’enogastronomia unica che abbiamo in Italia. Siamo la Regione più ricca di prodotti protetti di vari marchi, dop, igp, denominazione protetta, siamo la patria del patrimonio Unesco per la dieta mediterranea, l’arte pizza. Ora dobbiamo preparare il nuovo Psr da presentare in Europa e lo faremo insieme alle associazioni dei produttori agricoli».

«In Italia ci sono situazioni strane, è stato dato il giusto merito a infermieri, medici, forze dell’ordine ma quando si capirà che si deve dare merito anche agli agricoltori che hanno sempre fornito di prodotti i supermercati quando venivano assaltati?». Lo ha detto Ettore Prandini, presidente di Coldiretti, intervenendo a Napoli all’inaugurazione del mercato stabile di Campagna Amica.

«Non è stato dato – ha detto Prandini – neanche un cavalierato del lavoro. Come è accaduto in tutte le crisi storiche, l’agricoltura ha sempre tirato fuori l’Italia e anche ora ripartiremo dal cibo, redistribuendo il valore all’interno della filiera e dimostrando ai giovani che avranno un ritorno economico altrimenti si avvicinano ma poi si allontaneranno».

Fonte: corrieredelmezzogiorno.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. Dillo ai tuoi complici di governo,soprattutto a Gigino,che ha anche dato decine di miliardi alla Tunisia che ci ricompensa anche con invio di risorse umane.

  2. L unico uomo che ha sempre una parola vergognosa verso tutti , invece di rendere i prodotti vendibili a prezzi più bassi , ragion per cui arriva roba dall estero , pensa a giudicare. Roba da meritarsi schiaffi a volontà ogni volta che apre quella bocca a pappagallo

  3. Se siamo invasi da prodotti scadenti ed a basso costo, il merito è dei suoi cumparielli al governo, ma se facciamo qualche passo in ci rendiamo conto che il danno comincia da quando hanno aperto le frontiere, da quando i suoi cumparielli di merende hanno deciso che dovevamo fare parte dell’euro zona, quando ci hanno imposto questa specie di moneta (euro), da quando hanno messo in condizione di chiudere tutte le nostre migliori fabbriche o le hanno fatte scappare all’estero e per finire le brillanti operazioni fatte ad hoc per svendere le nostre industrie simbolo, svendute a cinesi, francesi, ecc.
    Quindi, di che parla ?Anzi, che “raglia”?
    P. S.
    Che dice al riguardo della Centrale del latte di Salerno?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.