Pazza Salernitana: in dieci tutta la gara vince e convince nel derby

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
18
Stampa
La partita che non ti aspetti. Pronti via e il derby con la Juve Stabia prende una brutta piega. Al 5’ Aya stende Canotto e l’arbitro lo espelle. Granata in dieci e pronti forse all’ennesima serataccia.

Entra Karo che si piazza in difesa e Jallow una volta sostituito offende l’arbitro che lo espelle in panchina. E invece la banda di Ventura caccia attributi e cuore e con un super Akpa Akpro trova il vantaggio. Juve Stabia stordita e nella ripresa chi si aspetta il crollo granata anche per il gran caldo si trova una squadra che costruisce e spreca almeno tre gol fatti.

E cosi le vespe ritornano in panchina con Forte. Sembra scritto il destino ma sempre Akpa e Akpro e Gondo costruiscono il nuovo vantaggio all’80’ in contropiede. Le girandole di cambi non variano la sostanza. La Salernitana si dimostra pazza: gioca la sua migliore partita post lockdown proprio in dieci uomini.

Sarà dunque ancora turnover per la Salernitana. Inevitabile, viste le gare ravvicinate e il ritorno in campo dopo la lunga assenza. Due fattori determinanti che, messi insieme, condizionano le scelte di Gian Piero Ventura. Come quella di rinunciare a Milan Djuric. Il capocannoniere della Salernitana nel derby di stasera con la Juve Stabia all’Arechi (fischio d’inizio alle 21) non sarà titolare dopo esserlo stato nelle ultime tre partite con Pisa, Virtus Entella e Cremonese. Ventura gli concede un po’ di riposo per fargli ricaricare le energie.

Più che all’aspetto tecnico-tattico in questa fase bisogna guardare a quello fisico, alla condizione dei calciatori. Cicerelli, ad esempio, sta meglio ma non è al top, torna tra i convocati ma non giocherà dal primo minuto. Considerata l’assenza per squalifica di Lombardi, toccherà a Kiyine dare fantasia e imprevedibilità. Si punta molto sul calciatore marocchino, uno degli elementi che potrebbe incidere anche se contro Pisa e Virtus Entella non lo ha fatto.

In avanti, senza Djuric, dunque spazio alla coppia composta da Jallow e Gondo, con quest’ultimo che scalza l’incerto Giannetti. Cerci partirà dalla panchina, Ventura da lui si aspetta un contributo importante a gara in corso visto che la sua attuale forma atletica non gli consente di giocare dall’inizio.

A centrocampo, con Kiyine il terzetto formato da Akpa Akpro, che torna titolare, Di Tacchio Dziczek e Curcio. In difesa  Migliorini con Aya sul centrodestra e Jaroszynski, che stringe i denti, sul centrosinistra. Tra i convocati anche Heurtaux. In porta Micai.

La Juve Stabia in crisi di gioco e risultati punta sul 4-3-3. Dinanzi a Provedel ecco Vitiello, Troest, Allievi; Elia. Calvano, Calò e Mallamo la cerneira della mediana mentre tridente offensivo con Canotto, Cissè e Forte.

Arbitra Fourneau di Roma

LA PARTITA

Serata caldissima all’Arechi per un derby che si giocherà senza però il calore del pubblico per le restrizioni covid. Granata condannati a vincere dopo la vittoria del Pisa sul Cittadella nel pomeriggio che al momento scaccia i campani di Salerno dalla griglia play-off. Sembra partire bene la squadra di Ventura che crea una mischia pericolosa ma sulla ripartenza ospite Aya ferma Canotto da ultimo uomo e si becca il rosso campani in 10’. Si infortuna Cissè nella Juve Stabia, dentro Di Mariano. Esce Jallow nella Salernitana dentro Karo che prenderà il posto Aya. Intanto rosso anche per Jallow che uscendo dal campo offende l’arbitro.

I granata restano comunque in dieci. Le vespe provano a pungere, granata in difficoltà. Al 15’ giallo per Gondo e Di Mariano che si beccano in campo. Proprio Gondo ci prova al 20’ sfera alta. Dopo due minuti Kiyine imbecca Akpa Akpro in area che controlla e piazza la palla dell’angolino. Provedel battuto e granata in vantaggio. Le vespe provano a reagire, Micai si salva. Dopo il cooling break si torna a giocare ma a ritmi più bassi. Forte cerca l’angolo, palla fuori. Dopo Kiyne ci prova il solito Canotto senza fortuna. Anche Mallamo finisce sul taccuino dell’arbitro. Nel finale di tempo Elia impegna Micai che blocca. Finisce un intenso primo tempo.

SECONDO TEMPO

Stessi schieramenti in campo per la ripresa. Akpa ferma al limite Elia, punizione e giallo, ma gli ospiti reclamano il rigore. Al 53’ Akpa Akpro vicino al raddoppio, Provedel si salva di piede, sulla ribattuta Curcio manda fuori. Dopo un minuto girata di Gondo in area, sfera out. Caserta inserisce Mezavilla per Mallamo e Ricci per Vitiello. Anche Troest ammonito per fallo su Gondo.

Al 62’ incredibile traversa di Karo a porta vuota. Giallo subito per Ricci nelle vespe. Jaroszynski infortunato lascia il campo: entra Heurtaux. Maistro rileva Kiyine. Intanto Forte al 68’ pesca il pari dopo un cross di Canotto. La Salernitana non sbanda anzi Gondo è una furia e si procura cartellini gialli agli avversari. Karo ci prova, palla in corner. Entrano Isco e Addae al posto di Canotto e Calvano.

Di Mariano su smanacciata di Micai ha una buona palla, sfera sull’esterno, poi Addae manda alto un minuto dopo. Sulla ripartenza Akpa e Gondo costruiscono il 2-1. Elia ci prova dalla distanza, non va. Ammonito Dziczek diffidato. Dentro Lopez per Curcio e Djuric per uno sfinito Gondo. Ancora gialli in campo per Maistro e Calo, cinque di recupero ma squadre sfinite. Al 94′ miracolo di Micai. Finisce cosi, la Salernitana si dimostra pazza: gioca la sua migliore partita post lockdown proprio in dieci uomini.

SALERNITANA-JUVE STABIA 2-1

SALERNITANA (3-4-1-2): Micai; Aya, Migliorini, Jaroszynski (23′ st Heurtaux); Akpa Akpro, Di Tacchio, Dziczek, Curcio (41′ st Lopez); Kiyine (23′ st Maistro); Gondo (41′ st Djuric), Jallow (12′ st Karo). A disp. Vannucchi, Russo, Billong, Cerci, Capezzi, Giannetti, Cicerelli. Allenatore: Ventura

JUVE STABIA (3-4-3): Provedel; Vitiello (16′ st Ricci), Troest, Allievi; Elia, Calvano (33′ st Addae), Calò, Mallamo (16′ st Mezavilla); Canotto (33′ st Izco), Forte, Cissé (6′ pt Di Mariano). In panchina: D. Russo, Melara, Rossi, Bifulco, Mastalli, Fazio, Tonucci. Allenatore: Caserta

ARBITRO: Fourneau di Roma 1 (assistenti: Fiore e Pagliardini – IV uomo: Illuzzi)

RETI: 23′ pt Akpa Akpro (S), 24′ st Forte (J), 37′ st Gondo (S)

NOTE: Espulso al 4′ pt Aya (S), al 12′ st allontanato Jallow (S) dalla panchina. Ammoniti: Gondo (S), Di Mariano (J), Mallamo (J), Troest (J), Ricci (J), Allievi (S), Calvano (J), Dziczek (S), Maistro (S), Calò (J). Angoli: 3-9. Recupero: 3′ pt – 5′ st

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

18 COMMENTI

  1. Ciao peto beviti una birra ,soprattutto fatti una vita… bella partita del naples ieri sera

  2. Chissà come mai quando la Salernitana vince ci sono così pochi commenti????a parte peto di Avellino…chi mi sa rispondere??

  3. Senza dubbio una delle partite meglio giocate dell’intero campionato…
    Ho trovato!!!! Facciamoli giocare sempre in 10… 🙂
    Bella partita e risultato giusto, anzi… se Karo da dentro la porta non prendeva la traversa……
    Bravi tutti 😉

  4. Stiamo esattamente nel posto in classifica che meritiamo.. forse disputeremo i play off, ma non credo che si possa vincere contro squadre attrezzate come spezia e Frosinone.. è un vero peccato perché bastava veramente poco.

  5. Chi è innamorato di Sua Maestà non può non gioire, anche solo per un istante, di ogni vittoria della Salernitana. Ciò non toglie che la ragione, attento custode del cuore, si accorga che siamo una.lavatrice di soldi per la Lazio, che siamo continuamente mortificati da Lotito e i suoi complici e che far svolgere i campionati in piena estate e con gli stadi chiusi non è più calcio.

  6. Ed ora tutti a lu Santu Paulu!!
    Ieri è stata una “Emuzzion” incredibile.Solo chi ama U seliern po chepí.

  7. Quando vince la salernitana il vero tifoso non può non essere contento. Ma il vero tifoso sa anche che per vincere non una battaglia ma la guerra ci vuole ben altro di un semplice proprietario che viene a vedersi la partita quando lo stadio è chiuso… che innesca aspettative in giocatori giovani e di prospettiva che inevitabilmente strumentalizzano le prestazioni che fanno con l attuale maglia. Lo sanno tutti che con pochi innesti questa squadra gia quest anno poteva salire e se ci fosse una dirigenza tesa al traguardo finale basterebbero pochi acquisti e l anno prossimo vinci sicuro. Il resto sono tutte chiacchiere…compreso il premio promozione

  8. Giggino giggetto fatt na bella treccia e mozzarella, che il Maalox a stomaco pieno scende meglio 😂😂😂 Sfigato fallito!! Avanti Salernitana, Battipaglia è con te!! 🇱🇻❤️

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.