Reperti Preistorici della Grotta di San Michele tornano a Olevano Sul Tusciano

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Torneranno ad Olevano sul Tusciano – protagonisti di una importante mostra storica – i “tesori” preistorici della Grotta di San Michele Arcangelo custoditi al castel dell’Ovo a Napoli. Grazie all’intesa tra il Delegato alla Cultura del Comune di Olevano sul Tusciano Michele Cicatelli e Vincenzo Di Gironimo, Direttore del Museo di Etnopreistoria del C.A.I. di Napoli “Alfonso Piciocchi” a Castel dell’Ovo, il Comune di Olevano ha approvato il Protocollo d’Intesa tra il Comune di Olevano Sul Tusciano, il Club Alpino Italiano -Raggruppamento Regionale Campania, la Sezione di Napoli del C.A.I., il Museo di Etnopreistoria “Alfonso Piciocchi” e la rivista culturale “Il Saggio”. La collaborazione tra il Comune di Olevano sul Tusciano e il Museo porterà nei prossimi mesi alla realizzazione di iniziative culturali tra le quali l’organizzazione di una mostra ad Olevano dei reperti rinvenuti nella grotta di Nardantuono negli anni ’60. Nel 1966 il Presidente del Club Alpino Italiano di Napoli Alfonso Piciocchi (scomparso nel 2010) realizzò a Olevano una serie di importanti scavi nella Grotta di Nardantuono. Proprio in quegli anni, la Sezione di Napoli ha effettuato numerose ricerche sugli insediamenti dell’uomo preistorico nella Grotta e diversi studi e rilievi nella Grotta di San Michele Arcangelo di Olevano sul Tusciano. All’interno della Grotta di Nardantuono, in particolare, furono praticate 13 sezioni di scavo che riportarono alla luce grandi quantità di frammenti di ceramica ornata, oltre a grosse quantità di manufatti litici e manufatti in osso, tra cui una rondella fusaiola estremamente raffinata per fattura e disegno. I reperti rinvenuti a Olevano sono tutt’oggi custoditi nelle sale antiquarium del Museo di Etnopreistoria di Castel dell’Ovo. Gli enti si sono impegnati a mettere a disposizione, nelle proprie sedi e nelle modalità ritenute più idonee all’occorrenza, le proprie competenze culturali e tecnico-scientifiche per lo svolgimento di attività comuni e condivise. Obiettivo del protocollo di intesa è promuovere la conoscenza e la valorizzazione del patrimonio storico, artistico e paesaggistico delle aree in cui sono presenti beni di interesse storico-culturale, di pregio naturalistico o che conservano tradizioni di inestimabile valore. Sarà anche svolta un’attività di promozione della rete sentieristica e dei relativi percorsi escursionistici del territorio olevanese, degli attrattori culturali e naturali.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.