Covid, rivolta dei virologi: “Imbecille chi costringe giovani a non socializzare”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
10
Stampa
L’emergenza Covid è finita? Oppure l’aumento di morti – 34.984. in totale in Italia e 578 mila nel mondo – è la dimostrazione che non dobbiamo abbassare la guardia? Solo ieri il direttore dello Spallanzani di Roma, Francesco Vaia, si raccomandava con i giovani «di non creare mai più assembramenti per tutelare genitori e nonni» e oggi, nemmeno 24 ore dopo, il virologo Guido Silvestri, docente negli Usa alla Emory University di Atlanta esclama su Facebook: «Solo dei completi imbecilli o dei fascisti del pensiero possono pensare che sia giusto ed onesto costringere i nostri giovani a non socializzare». Dunque? Cosa dobbiamo dire ai nostri figli? State attenti, indossate le mascherine, mantenete il distanziamento sociale oppure andatevi a divertire sereni?.

Molti virologi sono in rivolta. «Castrare la socialità dei giovani a tempo indeterminato è da imbecilli – sostiene Silvestri – solo perché politici senza visione ed esperti senza coraggio non si vogliono assumere la responsabilità di combattere una malattia non più nuova con interventi mirati ed usando le dovute risorse finanziarie e logistiche».

Ed è dello stesso avviso Matteo Bassetti, direttore della Clinica Malattie infettive dell’ospedale San Martino (Genova) e presidente della Società Italiana di Terapia Antinfettiva (Sita), che afferma:«I dati della Protezione civile confermano un trend positivo che ormai dura da più di due mesi. L’Italia non è in emergenza e dobbiamo finirla di dire che le cose vanno male.

Non stiamo riavendo nuovi casi, il bollettino conta i contagi con tamponi positivi che per il 95% non hanno sintomi e spesso, come nel Lazio, non riguardano italiani ma persone arrivate dall’estero. In Italia è stato fatto un grande lavoro mentre si continua a dire che la situazione peggiora. Se poi  si vuole continuare con l’emergenza perché questo istituto serve per assumere medici e comprare dispositivi questo è problema legislativo».

Già perché qualcosa effettivamente non quadra. Se davvero il peggio è passato perché si pensa di prolungare lo stato di emergenza? «In Italia non siamo ancora in un porto sicuro rispetto al coronavirus – avverte Roberto Speranza alla Camera, confermando la proroga fino al 31 luglio delle misure – obbligo di mascherina in primis – nel nuovo Decreto del presidente del Consiglio (Dpcm).

Il rischio ora viene anche da cittadini provenienti da altri Paesi, spiega il ministro della Salute. Non esiste il rischio zero senza il vaccino, non dobbiamo sottovalutare la pandemia  la circolazione del virus accelera e non perde potenza». E la pensa così anche Domenico Arcuri, commissario straordinario per il potenziamento delle infrastrutture necessarie a far fronte all’emergenza Covid-19:

«La pandemia recede nel nostro Paese, ma non è finita. La pandemia finirà nel mondo quando miliardi di dosi di vaccino saranno disponibili e potranno essere somministrati ai cittadini del mondo che ne hanno bisogno».

E dunque dobbiamo preoccuparci di fronte alle immagini di spiagge affollate, piazze stracolme, mascherine dimenticate? Aumentano i casi importati dall’estero nel Lazio, nel Veneto. Il vaccino dovrebbe essere pronto entro un anno, massimo un anno e mezzo. E nel frattempo noi cosa dobbiamo pensare?

Fonte: IlMattino.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

10 COMMENTI

  1. Menomale che ogni tanto qualcuno ragiona ancora basta vita da castrati lasciateci vivere in pace la muserruola metetela al vostro cane grazie

  2. ma sto stron…. che parla non era quello che diceva che il covid era una semplice influenza? vai a spiegarlo ai parenti delle 35.000 vittime di covid.Un’altro imbecillein cerca di fama che non ha capito che “salvare una vita e come salvare il mondo intero (Talmud)”

  3. “Vai a spiegarlo ai parenti delle 35.000 vittime”. Sempre le stesse cose dite, non avete altri argomenti. Qui nessuno nega che ci sia stato il virus, ma ora non fa più i danni di una volta e quindi, nell’attesa di una eventuale seconda ondata, non possiamo vivere nel terrore. “Hai visto in Brasile”? Si, ma tu stai a Salerno.

  4. Questi rispondono alle logiche del mercato non al giuramento di Ippocrate. Mi sembrano l’orchestrina che suona mente il Titanic affonda…

  5. finalmente…. speriamo che tanti altri medici si sveglino e prendano coraggio, pur tra le velate intimidazioni che sicuramente ricevono..
    14:50 la finisci con questa cretinata del “vai a spiegarlo ai parenti” o “vai nel reparto covid di bergamo”??? ancora non hai capito che i morti, quei morti, sono morti perchè hanno ricevuto cure sbagliate imposte dall’alto contro?? e ancora non hai capito che i morti che sono morti per il solo covid sono 153 in tutto in Italia dall’inizio? e ancora non hai capito che il tuo ragionamento di fatto è da perfetto burattino perchè seguendolo dovremmo estinguere la vita sul pianeta (visto che SEMPRE ci sono e saranno morti per malattie)?
    Influenza e polmonite assieme, ogni anno fanno in media 16000 morti solo qui. Ma per quale motivo il tuo bel principio talmudico non lo applichi a TUTTE le malattie? perchè sei un falso? uno stupido? un ignorante? un plagiato dalla tv? o cosa?
    Per te è quindi giusto fermare l’italia per ipotetici 35000 morti covid mentre è normale NON fermarla per i 180000 di cancro o per tutti i 640000 morti che ogni anno ci sono qui??

    Ultima cosa: lo capite che questa storia del “numero dei morti che aumenta” è una mezza presa in giro? il motivo è questo: il numero dei morti non è MAI reversibile! è NATURALMENTE e SEMPRE in AUMENTO!

  6. x pino l’ebete. Il cancro uno non lo cerca e i morti sono una vergogna per la comunità quando si possono evitare (anche uno solo) come diceva l’altro post. Chiudere l’italia x salvare vite??? …Si sempre, questa e la risposta….preferisco mangiare pane e cipolle e sapere che ho salvato vite con il mio comportamento. Per me tu Pino sei veramente un forte Ebete

  7. La carica virale ormai è bassissima, per cui non così rilevante. Pertanto si può tranquillamente vivere con le giuste precauzioni.
    Chi dice il contrario non ammette la realtà! Abbiamo avuto un picco ma adesso la situazione è sotto controllo!

  8. 18:50 cretino. Se TU non lo fossi allora capiresti che “pensando” come te (è un modo di dire nel tuo caso) allora l’italia e il mondo intero sarebbe BLOCCATO PER SEMPRE, per un motivo semplicissimo (non per te chiaramente, che sei cretino): SEMPRE ci sta un malato che si puo evitare. Magari a partire dalle inutili sigarette?
    Ma che parlo a fare, sei un cretino e cretino resti.

  9. che imbecille 18e50, perchè secondo te uno il covid se lo cerca. e poi manco hai risposto nulla a tutte le cose chieste da pino. proprio non ci arrivi a capire che chiudere tutto è una cretinata criminale che ti hanno messo in testa solo oggi, mai esistita nella storia. rinchiudere i sani assieme ai malati. solo dei cretini come voi possono credere a questa cosa

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.