Casciello (FI): “Statale Amalfitana, la variante tra Maiori e Minori è inutile e dannosa”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
“La variante tra Maiori e Minori alla Strada Statale 163, opera inutile e dannosa, rischia di alterare e danneggiare in maniera irreversibile le due cittadine e la morfologia dell’intera Costiera Amalfitana, che non può essere assolutamente modificata nella sua peculiare struttura, ma deve essere rispettata in quanto un unicum”.

Lo afferma l’onorevole Gigi Casciello, parlamentare di Forza Italia e tra i fondatori dell’Associazione Voce Libera, in un’interrogazione a risposta scritta destinata a tre ministri, Costa (Ambiente), De Micheli (Infrastrutture e trasporti) e Franceschini (Beni culturali e turismo).

“La Costiera Amalfitana è rinomata in tutto il mondo per il suo interesse storico e paesaggistico ed è considerata patrimonio dell’umanità dall’Unesco – ricorda l’onorevole Casciello -. Lì si è aperto un ampio dibattito, che sta generando aspre polemiche sulla vicenda della variante alla Statale Amalfitana tra Maiori e Minori, l’ormai famosa galleria che dovrebbe realizzare la pedonalizzazione della Torricella. In questi ultimi giorni in Costiera non si parla d’altro e il progetto vede la contrarietà di molti, tanto che si è formato un vero e proprio movimento di pensiero No Tunnel”.

Nel sollecitare i ministri competenti ad affrontare l’argomento, l’onorevole Casciello sottolinea: “Il triste messaggio che si percepisce è che si vogliono attrezzare i comuni della Costiera per essere attraversati da un maggior flusso veicolare, senza prestare alcuna attenzione all’ambiente e al dissesto idrogeologico.

Per la realizzazione di quest’opera inutile e dannosa verranno distratte scelleratamente le risorse per la realizzazione degli altri interventi previsti nel programma: la funivia per Ravello, la Bretella stradale di Amalfi, la Variante alla SS 163 nel comune di Positano, in località Chiesa Nuova, la Variante alla SS 163 a Praiano, in località Vettica Maggiore, la circumvallazione del centro storico di Scala, il marciapiede a sbalzo tra Amalfi e Castiglione di Ravello, l’ex 366 Agerolina”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Lasciate stare le cose come la natura le ha adattate nel corso dei secoli e rispettate la natura altrimenti si riprenderà tutto con violenza e con gli interessi

  2. Nuove infrastrutture in sicurezza dopo duemila anni non sarebbero male,poi e il popolo che deve decidere con un referendum

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.